DIO E’ MORTO. Il metal piange la sua scomparsa

Standard

(di Fabio di Alessandri)

Ronnie James Dio si è spento a Houston il 16 maggio stroncato da un tumore allo stomaco.

Il suo vero nome era Ronald James Padavona ,aveva scelto il soprannome non per un riferimento religioso bensi’ per ispirarsi ad un gangster statunitense di origini italiane, Giovanni Ignazio Dioguardi detto “Johnny Dio”. Negli anni ’60 e ’70 fu la voce di Elf e Rainbow ma la svolta per la sua carriera arrivò nel 1979, quando i Black Sabbath lo chiamarono per rimpiazzare Ozzy Osbourne.
Con loro registrò tre album :Heaven and hell (1980), Mob rules (1981) e Live evil (1982).




In quel periodo contribuì a rendere celebre il gesto delle “corna”, oggi sinonimo di rock’n roll. Sostenne di averlo imparato da sua nonna, italiana di nascita, che lo usava per proteggersi dal malocchio.
Dopo l’esperienza Sabbathiana, nel 1983 il frontman fondo’ la band che portava il suo nome, i “DIO”,con cui incise nel corso degli anni 10 album tra i quali Holy Diver e The last in line , vere e proprie pietre miliari dell’hard’n’heavy.

Nel 2006, insieme a Iommi, Butler e Appice riportò in tour i brani dei Sabbath, questa volta sotto il nome Heaven & Hell.

Non aggiungo altro se non le parole di chi l’ha conosciuto di persona, forse l’unico modo per spiegare cio’ che Ronnie James Dio è stato per il mondo della musica.

Mike Portnoy (Dream Theater):
“Riposa in pace, Ronnie James Dio… sei uno dei più grandi di tutti i tempi! E dopo Dime Darrell, Randy Rhoads,Cliff Burton , John Bonham, se n’è andato il più grande cantante di sempre. Per il metal, questo è uno dei giorni più tristi”.
Ritchie Blackmore:
“Ronnie aveva una voce unica e meravigliosa. Sarà una grande mancanza nel mondo del rock n roll”.


Sebastian Bach (Skid Row):
“Piango in ricordo del mio eroe e amico, Ronnie James Dio. Dio è morto questa mattina. Era un grande, una parte importante della mia vita. Ho avuto modo di fare suonare e lavorare con lui e ho amato Dio tutta la mia vita. Grazie davvero. Il mondo ha perso uno dei migliori. Il tuo ultimo album è stato anche il tuo migliore.”


Glenn Hughes (Deep Purple, Black Sabbath):
“E’ un giorno molto triste oggi, ho perso un amico carissimo. Ronnie era un vero leader dell’heavy metal, un’icona e un visionario, non ci sarà mai nessun altro come lui. Ronnie mi ha dato perle di saggezza, e ha dimostrato grande comprensione nei miei confronti quando era negli Elf e io nei Deep Purple, ed eravamo in tour assieme. Era un’anima nobile e gentile, ed un maestro favoloso. Un giorno ti porterò là sopra il mio microfono, canteremo una canzone insieme. Mi mancherai, amico.

Nikki Sixx (Mötley Crüe)
“Ho ancora impressa l’immagine di lui sul palco davanti a 100.000 persone quando ha cantato a squarciagola ‘Man on the Silver Mountain’e ricordo i brividi che ho provato. Ronnie James Dio era una delle persone più sensibili che io abbia mai incontrato, e il suo talento è stato fonte di ispirazione per molti di noi”.

Lars Ulrich (Metallica)
“Caro Ronnie, grazie a te ho avuto la forza ed il coraggio di salire su un palco per la prima volta. Ricordo come se fosse successo ieri il pellegrinaggio che ho compiuto nel 1976 fin sotto il Plaza Hotel di New York per vedere se riuscivo ad avere una tua foto, un tuo autografo, qualsiasi cosa che potesse in qualche modo avere a che fare con te, che eri e sei ancora il mio idolo: poche ore dopo ti sei affacciato, hai dispensato autografi a destra e a manca, ti sei persino fermato a scambiare quattro battute con noi fans… credimi, in quel momento ero in cima al mondo, ispirato e pronto a tutto. E quando abbiamo avuto finalmente l’occasione di suonare assieme in Austria nel 2007, mi hai letteralmente riportato indietro nel tempo a quando ero solo un moccioso che, 31 anni prima, traeva ispirazione da te.”

Scriveteci il vostro ricordo ed indicate la vostra canzone preferita.
Annunci

11 pensieri su “DIO E’ MORTO. Il metal piange la sua scomparsa

  1. Non sono mai stato un suo fan sfegatato però sul fatto che aveva una grande voce e che da sempre è stato uno dei pilastri del buon Metal non ho mai avuto dubbi. Concordo pienamente con tutte le dichiarazioni dei vari artisti citati in questo articolo le trovo molto toccanti ma in particolare sposo quella di Mike Portnoy “per il metal questo è uno giorni più tristi” l’nesimo mio avviso visto che in molti ci lasciano e sempre di meno sono quelli in grado di poter prendere il testimone da loro lasciato…

  2. brother

    Parlo in tutta sincerità, non è mai stato tra i miei preferiti, ma senz’altro la sua Holy Diver, dell’omonimo album, rimarrà nella storia del metal anche per il suo epico video clip.

  3. Dean

    non l’ho mai seguito, e l’ho sentito una sola volta nella mia vita, però un pezzo di storia della musica che se ne va è un ulteriore colpo negativo per lo scenario musicale attuale… che dio sia con noi ..

  4. Fab

    @Eddie,anche in musica come in molti altri settori,artistici e non, sembra mancare un ricambio generazionale di un certo livello!
    Blogger,postate i link ai video!

  5. Da amante dei Black Sabbath non posso che essere dispiaciuto della perdita di una delle voci più belle e importanti della storia del metal. Nonostante non sia mai stato un suo grande fan negare il fatto che Ronnie James DIO sia stato e sarà sempre un punto di riferimento per chi ama e produce musica hard & heavy sarebbe davvero disdicevole.
    Purtroppo ho iniziato ad ascoltarlo troppo tardi, speranzoso che presto o tardi ci avrebbe deliziato con qualche altra perla delle sue.
    Purtroppo il tempo passa per tutti. Noi non eravamo ancora nati quando Ronnie conquistava il mondo coi Black Sabbath prima e con i DIO poi; nessuno però vive in eterno su questa terra.
    Di certo non mancherà proprio a tutti (sarei curioso di sapere se le parole di cordoglio di Ozzy siano sincere o meno) ma più che mai il folletto del metal sarà sempre un esempio da seguire per chi apprezza questa musica, e non solo. Era un uomo (ancora prima di essere una rockstar) davvero speciale, di una gentilezza unica e che amava la sua musica e i suoi fan più di sé stesso. E lo dimostra il fatto che abbia continuato con i suoi concerti anche in pieno stato terminale. Unico.

    Mi complimento con Fabio per l’articolo e con Punto Futuro per la scelta di dedicarlo a una delle personalità più rappresentative di quel periodo musicale che tanto adoro, che ci ha lasciato così, in silenzio, un silenzio assordante, che riecheggerà per sempre nel mondo del metal, un mondo che è più vuoto senza di lui. E pensare al fatto che nessuno mai riuscirà a prendere il posto di band come i Sabbath o quella dello stesso Dio, poiché come ha detto Fabio – a ragione – non c’è questo ricambio generazionale di un certo livello,ci fa sentire ancor più soli.

    Riposa in pace, Ronnie! Long live rock ‘n roll!

  6. Fab

    @Luca grazie per i complimenti,per me è stato doveroso dedicare un piccolo spazio ad un personaggio che ha dato cosi’ tanto al mondo della musica.
    Posto di seguito un’articolo trovato in rete riguardante i funerali di Ronnie james Dio.

    Il 16 maggio si è spento Ronnie James Dio, uno dei più noti cantanti heavy metal, stroncato da un cancro allo stomaco. La famiglia ha disposto le esequie pubbliche domenica 30 maggio, presso la struttura laica della Hall of Liberty di Hollywood, invitando tutti i fan a partecipare per ricordarne la vita e la musica. La Westboro Baptist Church, gruppo di fondamentalisti del Kansas già noto per posizioni ferocemente omofobiche, ha annunciato un picchetto di protesta poco prima del funerale. Sul suo sito, nella sezione dedicata ai picchetti in calendario, si accusa il cantante di essere stato “adoratore di Satana (o almeno uno di quelli che lo ha consentito)”, di aver diffuso il noto gesto “diabolico” delle corna, di “odiare Dio”, di “incoraggiare la stregoneria” e viene assicurato che “ora risiede all’inferno”. In un volantino scaricabile dal sito, si sostiene che Ronnie James Dio per decenni avrebbe insegnato “la ribellione contro Dio, nella forma della glorificazione dell’ateismo, della promozione delle diaboliche corna e altre idolatrie simili” e che per questo sarebbe stato mandato da “un Dio infuriato” all’inferno.
    Questa la risposta della moglie di Ronnie, Wendy Dio:

    “Ronnie odia pregiudizi e violenza! Dobbiamno porgere l’altra guancia verso questa gente che sa solo come odiare chi non conosce. Noi invece sappiamo solo come amare chi conosciamo!”.
    D’altronde cosa si potrebbe rispondere a degli individui che considerano il terrorismo nel mondo come una “vendetta di Dio verso una società che tollera l’omosessualità” ?

  7. è incredibile che nel 2010 esistano ancora persone cosi, a quanto pare stanno professando più odio loro ora che un cantante che faceva le “corna”, basta guardare su youtube tutti i messaggi lasciati per salutare Ronnie. la risposta della moglie di Ronnie è esemplare.

  8. Anonymous

    Una delle più grandi voci del hard rock/metal di ogni tempo. Sia con gli Elf che con i Black Sabbath e infine con la sua band ha scritto e ri(scritto) la storia del genere. RIP

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...