BSBE: Bud Spencer Blues Explosion

Standard

(di Fabio di Alessandri)

Il loro suono unisce il blues più ruvido e viscerale con l’energia del grunge dando vita ad una miscela esplosiva di matrice “SEVENTIES”.
Armati di chitarra e batteria, Adriano Viterbini e Cersare Petulicchio con il nome di “BUD SPENCER BLUES EXPLOSION “ nel 2007 danno vita ad una delle realta’ emergenti piu interessanti del panorama musicale italiano. La loro è una formazione inusuale anche se non inedita nel blues e dintorni, basti pensare a Black keys e T-Model Ford. Dopo soli due mesi di attivita’ vede la luce il primo EP a nome BSBE, seguito da una serie di concerti in numerosi locali,dapprima nella capitale e poi nel resto d’Italia.
Finalisti all’Heineken Jammin Contest 2007, si esibiscono sul grande palco dell’Heineken Jammin Festival di Mestre, vincendo il primo premio come miglior band che prevede la partecipazione all’Open’er festival in Polonia.
Il 2008 inizia con le registrazioni del primo disco prodotto dalla Yorpikus, dal titolo Bud Spencer Blues Explosion.
L’attività live si fa sempre più intensa con un tour nell’inverno 2008 di oltre 40 date in tutta Italia fino ad arrivare al Primo Maggio 2009 che vede l’esibizione dei BSBE sul palco di piazza San Giovanni per lo storico Concerto.
Appena scesi dal palco del Primo Maggio i BSBE decollano verso gli Stati Uniti per il primo tour oltreoceano con date a New York e Seattle. Forti del successo riscosso l’anno prima,vengono confermati anche nel 2010 tra le band del concertone romano.
I “live set” dei BSBE, sono delle vere e proprie “esplosioni di suoni”, in cui oltre a a proporre brani inediti, i due spaziano tra le storiche composizioni di Robert Johnson e Jimi Hendrix passando per Chemical Brothers e Lucio Battisti.
Vi segnaliamo un imperdibile appuntamento per ascoltare il power duo romano il 27 MAGGIO all’INIT CLUB, Via della Stazione Tuscolana, 133 Roma.

Annunci

9 pensieri su “BSBE: Bud Spencer Blues Explosion

  1. Cardano

    Stile fratelli “StriscieBianche”… Riprova che l’essenziale è sempre la migliore strada! Dovrebbero fare scuola a gruppi come gli Slpiknot, in nove elementi nn ne “accruccano” uno! Sottoliniamo anche la qualità tecnica e creativa che nn fa rimpiangere la mancanza di un bass, fondamentale, a mio avviso, nel blues, che purtroppo e spesso di questi ultimi tempi viene usato solo a riempire vuoti… Prendi i Subways, potrebbero anche loro fare a meno del bass se nn fosse che poi andrebbe a mancare l’elemento rosa nel trio 😉 Grande Fabiò e te lo ripeto, il nome per una cover band già lo avresti… Terence Hill Blues Explosion! Hahahahahaha!

  2. Fab

    @cardano,se sei amante delle formazioni essenziali ti consiglio i BLACK KEYS!Per quanto riguarda il progetto TERENCE HILL,lascio a te l’esclusiva!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...