Tu come inizi la giornata?

Standard

(di Pietro Deligia)

Le abitudini mattutine di molti di noi sono decisamente cambiate da quando internet ha bussato alle nostre porte ed è entrato nelle nostre vite.
Il primo pensiero, all’indomani di un nuovo giorno è diventato accendere il computer ed accedere al World Wide Web, gesto spontaneo, dietro il quale si celano caratteristiche importanti e particolarità sulla nostra personalità.
Da un recente studio apparso negli USA su come iniziasse la giornata davanti al PC, o meglio su internet, degli americani, si è potuto osservare che: il 58% di loro apre subito la posta elettronica, il 20% si affida ad un motore di ricerca, e “solo” l’11% parte da Facebook.

Quello che fa rabbrividire a mio avviso, è che una parte minima (5%) di essi come prima azione sul web visiti siti di news, fatto preoccupante questo, soprattutto se si rapporta proprio con la percentuale (maggiore) di coloro che visitano FB.
Questo, come molti altri fenomeni, avvalora sempre più la tesi del partito di coloro che predicano la distorsione della realtà e dei rapporti umani, che un uso scorretto e massiccio dei social network porta a riscontrare.
Rinchiudersi dentro quel guscio di conoscenze che troppo spesso diventano tutta la nostra vita, ci illude che tutto sia concentrato dentro quel microcosmo, dietro ad uno schermo. E fa si che la naturale abitudine ad instaurare rapporti umani “umanamente”, venga meno; non si sente il brivido, l’insicurezza e la paura davanti ad uno schermo, tutto è filtrato, le emozioni sono attenuate e false.
Ciò che è stato riscontrato attraverso questo studio, è la differenza anche nel ricevere pubblicità ed informazioni non richieste da parte di questi diversi tipi di surfer, il FB dipendente ha molta compiacenza al riguardo, mentre i profili diversi detestano ricevere qualcosa che non hanno richiesto, vorrà dire qualcosa?, non è che forse si prende spesso tutto quello che ci viene dato senza spirito critico??
E voi, come iniziate la vostra giornata sulla rete? Siamo anche noi come gli americani??

Annunci

25 pensieri su “Tu come inizi la giornata?

  1. Partiamo dal presupposto che io, con google chrome apro più pagine quasi contemporaneamente quindi non saprei dirti qual'è effettivamente la prima.E comunque oltre al classico FB nelle mie pagine mattutine figurano: 3 pagine blog(compreso il vostro),adnkornos(sito news),ovviamente youtube,la posta elettronica,e altre pagine web di vario genere(30min circa prima che finisca il giro),quindi mi ritengo più che felice di non riconoscermi in quella statistica.Ma visto che siamo così abituati a copiare gli americani non mi stupirei se dovessi mai leggere delle statistiche simili anche in Italia…Sono d'accordo con te quando dici che i social network alterano la definizione di "rapporto umano",ma d'altronde come ogni cosa,se si esagera ci si fa male.E' un controsenso pazzesco che nel 2010 dove l'informazione è a portata di click,e dove ciò che si cerca al 90% può essere trovato su internet,ci sia ancora questa ostinata diffidenza nei confronti delle vaste potenzialità informative,culturali,di ricerca e chi più ne ha più ne metta,offerte da internet.E vabbè vorrà dire che sarò destinato a restare sempre tra le minoranze…

  2. non posso che darti ragione, non hai sbagliato una virgola; forse l'unica cosa errata a mio avviso è stata non chiamare quest'articolo "invettiva contro facebook", ma per il resto concordo assolutamente.

  3. Partendo dal presupposto che il mio pc si "sveglia" e si "addormenta" insieme a me, accenderlo è la prima cosa che faccio appena mi sveglio. Mentre faccio colazione leggo generalmente la repubblica online (o altri siti di info) cosi da tenermi aggiornata su cosa accade nel mondo(visto che non sempre esco la mattina per comprare la copia "cartacea" e che raramente guardo la tv quindi nemmeno cosi spesso il tg),controllo la posta elettronica, un "giro" su facebook, visito il vostro blog e poi della musica su youtube. Riguardo alla "critica" ai social network, pur usando spesso facebook, sono d'accordo.. io ce l'ho da parecchi anni (lo scoprii tramite un amico americano,prima che diventasse un fenomeno anche in Italia!) perchè avendo molti amici lontani,anche all'estero è un modo più veloce per sentirsi e condividere info rispetto alla e-mail ma ultimamente non si può non riscontrare un abuso di tale strumento.Come ogni cosa, va usata con moderazione e non per instaurare rapporti fittizi che poi nella realtà nemmeno esistono, può essere un ottimo modo(certo non l'unico) per restare in contatto con persone lontane ma non può essere l'unica forma di "socializzazione" per una persona perchè, come facevi ben notare tu pietro, "non si sente il brivido, l'insicurezza e la paura davanti ad uno schermo, tutto è filtrato, le emozioni sono attenuate e false".

  4. @Dean:non è un'invettiva contro nulla, è il mio punto di vista su questo argomento, ma secondo te è comprensibile il fatto che solo il 5% apra siti di news e l'11% FB!?Io credo che FB abbia grandi meriti se utilizzato con cautela, non come sostitutivo della cara vecchia vita reale!

  5. Il mio inizio di giornata è cambiato da quando è nato questo blog.Dopo aver acceso il pc si passa subito a puntofuturo2010.blogspot.com per vedere se nel frattempo, dall'1-2 di notte che ho spento il pc qualche pazzo scatenato ha aggiunto un commento notturno (la maggior parte delle volte la risposta è no). Subito dopo apro il sito che ci offre il conteggio del numero dei visitatori e dei contatti multipli e inizia l'analisi della curva di frequenze con "valutazione dei picchi".Si passa poi al forum privato dell'associazione e mentre la pagina si apre prego che l'autore di turno si sia ricordato di fare il post e se è il turno di fabiotto parte il "toto-a-che-ora-l'avrà-scritto-stavolta".Dopo aver letto il post torno su PuntoFuturo, nella sezione dedicata all'amministrazione, lo trascrivo e impagino… Appena finito il tutto torno sul forum, non è raro che qualcuno abbia inviato delle modifiche tardo-mattutine…Apro poi la mail di PuntoFuturo per verificare se qualche nostro lettore di buona volontà ci ha spedito qualche post (è accaduto a volte, ma il nostro sogno è che accada sempre più)Si passa a Facebook per la promozione del post (in realtà questo di solito capita qualche ora più tardi)Poi finalmente è il tempo di dedicarsi ai sollazzi personali: Corriere.it, Repubblica.it, Gazzetta.it, mail personale, sito della facoltà, qualche blog di vario genere, youtube.Poi finalmente è ora di studiare… chiudo lo schermo del portatile… vado in camera… Poi all'improvviso torno indietro per un'ultima controllata al blog e ai contatti… non si sa mai in mezz'ora sia cambiata qualcosa… potrebbero esser stati superati i 10000 hits!!

  6. @pietro : considerando la mia esperienza da internauta su FB, ti posso assicurare che i fin dei conti non abbia poi tutta questa grande utilità, anzi credo che sia solo un "vizio" quello di stare su FB. Quindi hai ragione quando lo definisci come "sostitutivo della vita reale" e proprio per questo la gente preferisce aprire la homepage dei social network piuttosto che quella dei notiziari web!

  7. @dean pucci:credo che qualche utilità fb la abbia, cmq ti mantiene in contatto, poi sul perchè serva fb per mantenere i contatti ci sarebbe molto da discuisire…

  8. @pietro : si ok quella potrebbe essere una cosa utile, ma non c'era già msn messenger (e c'è tutt'ora) che ci permetteva di raggiungere lo stesso scopo ?! per il 90 % dei casi fb serve solo per mettersi in mostra e niente di più, ciò a discapito della vita reale! sempre secondo la mia modesta opinione..

  9. @ DEAN(FALSO): sono d'accordo con te,infatti per chattare fb non ha alcun senso,c'è msn!ma quando un tuo amico si trova negli usa e magari è difficile far coincidere gli orari di chat,un msg in bacheca o privato su fb è più pratico di un msg offline su msn o una e-mail, oppure per inviare link di notizie e video. Basti pensare alla "pubblicità" di questo blog, credi che senza facebook ne sarebbero venute a conoscenza cosi tante persone?e come? inviando a mail sconosciute il link del blog o tramite il passaparola? Sicuramente facebook ha molti molti difetti, ma alcuni dei suoi vantaggi (gli scopi principali per il quale è nato) non si possono negare.Torno a ripetere che dipende sempre dall'uso che se ne fa, se la maggior parte della gente lo usa per comunicare le proprie azioni giornaliere (che poi mi chiedo a chi interessano!), pubblicare link demenziali e scrivere alle persone viste un'ora prima e con le quali uscirà 2 ore dopo non ha molto senso, ma non è certo colpa dei creatori del social network nato per ben altri motivi.

  10. @gaia : si ok su questo non posso che essere d'accordo, però è l'unico bene immerso in un oceano di difetti! lo dimostra il fatto che quando la gente esce fa discorsi del tipo " oh hai visto quel link.." ; "oh mo ti taggo!!" ; " ora facciamo le foto da mettere su fb!!" .. e tante altre! sta diventando peggio di una droga..quasi una vita vera ma finta. Prima quando si finiva di studiare o di fare qualcosa di impegnativo si faceva una pausa uscendo con gli amici, oggi invece sti sta su facebook.. vi sembra una cosa normale? A me no, mentre per tanti lo è, ma per me continua a non rimanere normale, anche quando lo faccio io per cause di forze maggiori .. Per questo l'utilità di facebook non può che essere coperta da tutte queste cose.

  11. i difetti di Fb siamo noi che le mettiamo in risalto attraverso un uso a volte esagerato ed errato specialmente per quanto riguarda la cura dei rapporti con le persone; siamo noi che dobbiamo usare nel miglior modo possibile le cose altrimenti si trasformeranno in spazzatura ed è più o meno quel che sta succedendo a FB; aspetto un post di un mio caro amico che ha un'idea tutta sua su FB e sui social network in genere…dai presidè non farti pregare, lo sappiamo tutti che hai qualcosa da dire al ruguardo.

  12. Questo è un argomento a cui tengo molto.Facebook dal mio punto di vista è un ottimo prodotto, perché?Perché fa al meglio quello per cui è stato creato: instaurare rapporti tra le persone SU INTERNET.A questo serve Fb, a questo servono i SOCIAL NETWORK, non servono a chattare con un amico (c'è msn), non servono per le video chiamate (c'è Skype). Dunque anche se può essere inverosimile le persone che usano bene FB sono quelle che lo usano per rimedia qualche uscita con una bella ragazza, farse tante belle amicizie e passare tante ore davanti al computer producendo nulla. Da qui il mio odio verso FB, perché è il miglior prodotto tra i SN. Facebook pone la rete come un bar, non come un telefono come dovrebbe essere, è proprio qui la differenza fondamentale e la distorsione che porta nei rapporti tra le persone. Skype come msn sono semplici mezzi paragonabili a qualsiasi telefono, FB invece è paragonabile ad un bar dove uscire con gli amici e conoscere nuova gente, con la semplice differenza che si annullano tutte quelle sensazioni sensoriali ed istintive che fanno il bello ed il difficile di un confronto…si sfuma la realtà.Prima che arrivi la domanda "FB mi ha fatto rivedere tanta gente che non vedevo da molto, mi ha fatto riallacciare molti rapporti" rispondo:se non avevi più rapporti con quella persona ci sarà un motivo o no? se avete preso strade diverse nella vita ci sarà un motivo o no? nel 99% dei casi, quelle persone che hai "ritrovato" su Fb, quante volte le hai contattate (a parte il primo periodo "weee da quanto tempo come stai")?Da aspirante informatico ritengo FB un ottimo prodotto, da uomo lo ritengo un disastro.

  13. @GAIA:il nostro percorso mattutino è pressochè identico, anch'io ho iniziato la giornata da repubblica, ed ho notato le belle parole di ZUCKERBERG: "Per la mia generazione la privacy non è un valore". Allora sono di un'altra generazione!

  14. @ pietro:è quello che ho pensato immediatamente anche io leggendo l'intervista!!bè siamo almeno in 2 ad essere di un'altra generazione a quanto pare!!=)

  15. NON sono iscritta a FB, ma ne sono oggetto ugualmente: vengo taggata anche se si vede solo il bicchiere sul tavolo dal quale ho bevuto. le mie foto circolano in libertà tra un contatto e l'altro senza che io dia il mio consenso, perchè è una cosa normale, perchè lo fanno tutti…mah.. è diventato normale anche avere tra gli amici gente che non saluti per strada..si! è davvero una sorta di bar, una realtà parallela, dove si comunica con quei cazzo di link con i quali si esprimono le emozioni,le sensazioni e i pensieri del giorno…e tu devi essere bravo prima a capire cosa con il link il contatto intende e poi a chi è rivolto…poi devi capire perchè Tizio ha cliccato su "mi piace" del link di Caio, oppure perchè ha cancellato Sempronio tra gli amici…il giorno dopo sei aggiornato su quello che il tuo amico ha fatto la sera prima, perchè lui non appena rientra a casa già ha caricato foto, video, inserito link (ovviamente) … tutto quello che avviene in questo micro..anzi macro cosmo verrà riportato nelle conversazioni al telefono o di persona, perchè ormai sono parte integrante del quotidiano. anche su FB ci sono delle norme comportamentali da seguire e se infrante sarà il sociale reale a pagarne le conseguenze. ovviemente mi sto riferendo a quello che io considero il "contatto medio" di fb e sono consapevole che non tutti lo vivono e utilizzano allo stesso modo. d'altra parte devo dire che ha anche molti pregi, cioè si tratta di un forte mezzo di comunicazione e pubblicità per promuovere eventi, manifestazioni, sostenere iniziative, condividere insieme delle cose e tanto altro. delle volte devo ammettere che non partecipare a questo sistema mi urta, perchè ad esempio delle comunicazioni che vengono fatte su alcuni gruppi circa riunioni o incontri non ne sono a conoscenza, quindi di mia iniziativa vado ad informarmi alla vecchia maniera (se la cosa mi interessa e se ne sono vagamente a conoscenza) altrimenti ho perso, perdo e perderò moltissime cose che potrebbero essere interessanti per il solo fatto di non essere iscritta.

  16. Marco Codastefano

    Sono d’accordissimo con te Martina, sopratutto nell’ultima parte rendi perfettamente l’idea delle sensazione di mancanza, del sentirsi fuori dal mondo

  17. Pietro

    @Martina:

    Credo che se la tua impressione sia quella di sentirti fuori dal mondo…allora perchè non iscriversi?? Se tu hai trovato una reale utilità di questo mezzo, credo che sia opportuno sfruttarne le potenzialità, facendone naturalmente, un utilizzo intelligente…
    Ribadisco però la mia visione dei fatti, grande mezzo per mettere in mostra i cazzi propri….basta. Tuttavia devo ringraziare ancora Zuckelberg e la sua creatura visto il servizio che fanno per questo blog!

    • Martina

      @Pietro
      perchè contemperando i due pesi mi risulta più insopportabile avere la mia vita spiattellata ovunque!! e per quanto si possa dire di farne un uso moderato e controllato, evitare la condivisione dei cazzi tuoi è praticamente impossibile. se non nel caso in cui hai tutto il profilo privato e resti senza amici.in più la tentazione di sapere le cose degli altri colpirebbe anche me!

  18. Pietro

    @martina:
    e si….brutta bestia impicciarsi dei fatti degli altri, solo che fb non è l’unico mezzo che ci porta a impicciarci di cose che non dovrebbero riguardarci…a volte se si vuole sapere una cosa che non ci è data sapere ci sono mille altri modi di arrivarci!
    E poi come dici tu:
    “è diventato normale anche avere tra gli amici gente che non saluti per strada..”
    “una realtà parallela”
    e questa a mio avviso è la cosa più grave!

  19. Martina

    si è una brutta bestia ma c’è una differenza: quando lo fai alla vecchia maniera ci sono dei limiti a quello che puoi sapere, perchè ti scontri necessariamente con una faccia e quindi possono incrociarsi opinioni e sensazioni. in più non è possibile avere un resoconto dettagliato e documentato che invece si trova nel profilo personale, dove ogni tuo step viene comunicato sulla home page e puoi ricontrollarlo in ogni momento.lì sei solo davanti ad uno schermo e sei libero di addentrarti nelle cose degli altri senza che la persona interessata ne è a conoscenza. la cosa più grave per me è che alcuni si costruiscono una personalità tramite gli strumenti che fb ti mette a disposizione e con quella stessa personalità costruiscono dei rapporti nella “realtà parallela” che quando poi si riportano sulla terra ferma sono ovviamente diversi. ribadisco che non mi riferisco a tutti quelli che utilizzano fb.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...