WOLFMOTHER

Standard

(di Fabio di Alessandri)

Sembra veramente una band fuori dal tempo questo power trio australiano.
I Wolfmother nascono nel 2003, circa 30 anni dopo quella che è la scena musicale a cui sembrano appartenere , ossia il periodo che va dalla fine dei ’60 ai primi ’70, dominato da band come Blue Cheer , Black Sabbath e Led Zeppelin.
Formati da Andrew Stockdale(chitarra/voce),Chriss Ross(basso/organo)e Myles Heskett(batteria), registrano un primo demo di quattro tracce nel 2004 con l’unico scopo di reclutare serate nei locali della propria citta’.Le cose vanno decisamente meglio , vengono contattati da un’etichetta discografica locale per re-incidere in maniera professionale il materiale contenuto nel demo.

Dopo un secondo ep e 6 mesi di tour in Australia Chris,Andrew e Myles volano a Los Angeles per raggiungere D. Sardy (gia’ produttore per artisti COME Dandy Warhols, Oasis e Jet) che li guidera’ nelle registrazioni del loro primo disco ufficiale (WOLFMOTHER) presso i leggendari Sound City studios.
L’intento è quello di catturare l’impatto emotivo delle esibizioni live,non pensando quindi alla perfezione dell’esecuzione ma alla ricerca del feeling e del mood giusto.
Il bello di quest’album è che nonostante le influenze datate, il sound generale è modernissimo, soprattutto per quanto riguarda le melodie vocali.
Dopo l’uscita del disco la band si imbarca in una lunga tournée mondiale , al termine della quale i co-fondatori Heskett e Ross abbandonano la band per una serie di discussioni con il frontman.
Stockdale dopo il periodo in cui ha in mente di sciogliere definitivamente il gruppo, decide di continuare con il nome Wolfmother, reclutando tre nuovi musicisti pronti ad affiancarlo nelle registrazioni del nuovo album.
Cosmic Egg, pubblicato nel 2009 ha alcuni spunti interessanti e alcuni momenti davvero elettrizzanti, ma secondo me è destinato a vivere nell’ombra ombra del primo grande lavoro della band.

Annunci

3 pensieri su “WOLFMOTHER

  1. Hai detto bene sembra proprio una band d'altri tempi… Andrew Stockdale ha una voce davvero travolgente e i brani sono tali che anche dopo averli ascoltati una volta continui a canticchiarne i rif per giorni.Sono contento che Andrew abbia voluto rifondare la band, sarebbe stato davvero un peccato perderlo in maniera cosi precoce,visto che credo che lui e la sua band abbiano ancora molto da dare. Per quanto riguarda cosmic egg per essere il secondo album scritto dopo aver rivoluzionato la band non lo trovo affatto male anzi!Bella anche "By the Sword" scritta e composta insieme a slash nel suo ultimo impegno solista in cui andrew unisce la sua voce travolgente alla tecnica dell'ormai ex chitarrista dei g.'n'r.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...