Tutto in una nuvola…

Standard

(di Marco Codastefano)

Vi piacerebbe portare con voi tutti i contenuti che avete sul computer di casa quando siete in giro?
Avere esattamente le stesse cose, con le stesse prestazioni…insomma vi piacerebbe avere il vostro PC ovunque?
No non sono pazzo e non vi sto dicendo di caricarvi il fisso sulle spalle ed andarci in giro (con questo caldo poi), vi sto solo introducendo al Cloud Computing!

“In informatica, con il termine cloud computing si intende un insieme di tecnologie informatiche che permettono l’utilizzo di risorse hardware (storage, CPU) o software distribuite in remoto.”(wikipedia)

La “nuvola” sarà il vostro computer, il pc solo una periferica con cui essa possa interagire. In pratica tutti i nostri dati saranno salvati in un server sparso da qualche parte nel mondo e tramite internet ne avremo l’accesso.
Detto cosi sembra difficile, invece è piu semplice di come funzioni un computer ora (almeno per l’utente finale).

Google ci sta gia provando con tutta una serie di programmi online (l’utilissimo google docs ne è un esempio), ma in questo caso il concetto è più ampio.
Per fare quello che oggi facciamo sul computer non avremo più bisogno di un computer (come suona male), basterà uno schermo con una connessione ad internet.
Sono a casa e scarico sul mio computer (o dovrei dire sulla mia nuvola) tutte le foto di una gita, vado a casa di un mio amico accendo la tv (che si connette ad internet), entro nella mia nuvola e gliele mostro, sono in giro accendo il mio cellulare entro nella mia nuvola e cancello quelle che non mi piacciono, e non finisce qui!! Non avrò più bisogno della PS3 o della xbox, ci saranno servizi di gaming sulla nuvola, perciò se io voglio giocare a PES lo compro e poi lo posso utilizzare su qualsisi schermo con connessione ad internet, senza aver bisogno della console.
L’esempio delle foto non rende bene l’idea perche se vogliamo, in modo un pò più macchinoso, possiamo gia farlo ora, la cosa che ci tengo a far notate è il diverso modo di intendere il computer, un computer che esiste nella nuvola e non esiste più sotto le nostre scrivanie.
Le critiche rivolte al cloud computing non riguardano l’aspetto tecnico, per fare un esempio è stato annunciato il servizio OnLive che permetterà di giocare a titoli delle più grandi software house nel modo sopra descritto, le critiche riguardano invece la sicurezza e la privacy. Cosa succederebbe se qualche malintenzionato riuscisse ad accedere ad uno dei server che contengono “le nuvole” di milioni di utenti? Cosa succederebbe in caso di disservizio (quando ero in Canada un black out dei Blackberry paralizzo mezzo nord america)?
Cosa ne pensate voi? Può essere davvero questo il futuro dei computer?

Annunci

4 pensieri su “Tutto in una nuvola…

  1. Francesco Ficarola

    Il Cloud Computing sarà senza dubbio il futuro dell’informatica, in termini di calcolo e di storage, sono pienamente d’accordo con te. Al momento siamo ancora in uno stato “primitivo” per l’utente medio, ma presto il fenomeno verrà sviluppato sempre più.
    Ha iniziato Amazon con i servizi IaaS (AWS) e a seguire Google e Microsoft con PaaS (GAE la prima, Azure la seconda), mentre nel campo SaaS (che è quello che potrebbe interessare più l’utente medio/finale) ci sono servizi come GoogleDoc (elencato anche tra i tuoi esempi).
    Il cloud computing, dal mio punto di vista, è una struttura rilevante soprattutto per le software house e per gli sviluppatori in generale più che per l’utente finale: arriveremo, prima o poi, ad un punto in cui la reliability dei servizi web sfiorerà il 99.999%. Ciò significa che non si avranno più disservizi in location importanti, come banche, poste, ecc. D’altronde ci proiettiamo in un futuro sempre più “distribuito”, di conseguenza l’accesso di utenti a nodi diversi, la migrazione di processi, la replicazione e quant’altro dovranno essere i punti chiave di questo sistema. Il cloud può far questo e molto di più.

    Vedremo nei prossimi anni come si evolverà il sistema. Nel frattempo consiglio a chiunque sia interessato di informarsi su Akamai, IaaS veramente interessante.

  2. Eddie

    Mi piace lo spirito ambizioso e sognatore di Google, che spesso riesce a materializzare con idee reali e concrete,che finora ho sempre condiviso, ho molta fiducia in questa azienda e credo che continuerà a fare grandi cose speriamo riesca ad arginare anche queste critiche e a proseguire dritto verso i loro obiettivi!

  3. Marco Codastefano

    @ Francesco.
    Ti ringrazio per il commento, non conoscevo Akamai!!! decisamente molto interessante

    @Eddie
    Visto che siamo in argomento, se ti piacciono i prodotti di Google ed anche il cloud computing, potresti essere interessato a Chromium OS. Un sistema operativo di Google interamente basato sui servizi online (ovviamente, basato su linux!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...