Tecnologia, cosa?

Standard

(Marco Codastefano)

Nell’altro articolo sulla domotica ci sono stati molti commenti avversi ad una tecnologia più presente nella vita di tutti i giorni. Tecnologia…cosa abbiamo creato?? Che cosa rappresenta? Cosa è per voi la tecnologia??
Non intendo la definizione accademica, intendo una definizione quasi filosofica.

Sfogo capitalistico ed imperialista del nostro secolo

Semplicemente questo? Sappiamo tutti che il livello tecnologico aumenta vertinogisamente durante le guerre, sappiamo tutti che per produrre è importante avere mezzi che producano di più!
Allora produciamo tecnologia giusto per il gusto di produrre, produciamo è questo l’importante giusto? è questo che ci insegne la società.

Sogni dell’uomo fatti realtà

Il viaggio sulla luna, il sottomarino, lo spostarsi per il mondo senza difficoltà!!!
Chissà quanti in passato hanno sognato queste cose, ora sono possibili, ora non sono più sogni!
Questo è come mi piace immaginare la tecnologia. Mi piace vedere la tecnologia come fantasia e come voglia di sognare, e magari è proprio questo il motivo per cui l’idea della domotica mi piace tantissimo.

Esigenza

Si prensenta un problema? bisogna trovare una soluzione, la soluzione che l’uomo ha trovato alla magior parte dei problemi è la tecnolgia.
Semplicemente un bisogno dunque, la risposta che ci siamo dati ai problemi, magari è stata la risposta sbagliata…o forse l’unica risposta possibile.

Personalmente rimango un romantico su questo argomento, e penso che l’uomo senza fantasia non sarebbe riuscito in nessun modo a produrre tecnologia anche difronte ad esigenze naturali. La nostra società caratterizzata dal bisogno sfrenato di produrre ci ha portato ad una evoluzione molto veloce della tecnologia, riuscendo a far convergenre come mai prima nella storia il sogno all’esigenza.

Questa è la mia opinione, capite come io pensi la tecnologia qualche cosa di estremamente legato all’uomo e non semplicemente un mezzo, per questo trovo in un certo senso naturale l’avvento della domotica. Quale è la vostra opinione????

Annunci

7 pensieri su “Tecnologia, cosa?

  1. Eddie

    La mia opinione si trova in linea con la tua, anche io penso che il progresso tecnologico, sia figlio di una volontà dell’uomo a migliorare la sua vita, e allo stesso tempo credo sia anche una necessità di adattamento(come d’altronde lo è per tutti gli esseri viventi), infatti credo che il nostro progresso tecnologico, da un punto di vista prettamente naturale, possa essere asintotico al comportamento del mondo animale mi spiego:
    quando una specie incontra una difficoltà, o a dei cambiamenti che comportano delle necessità(come l’ambientazione), quest’ultima reagisce mettendo in gioco la sua “valenza ecologica”, ovvero” quanto questa specie riesce ad adattarsi, e a soddisfare tali necessità” ad esempio mediante l’evoluzione, ecco la nostra valenza ecologica risiede molto nella tecnologia ora come ora.

    Ma ahimè questa nostra “evoluzione” spesso è eccessiva e veloce, e va a compromettere il normale svolgersi della vita all’interno dalle biosfera(porzione del globo dove è presente la vita) e di tutte le funzionalità ad essa correlate.
    Proprio per questo motivo spesso, progresso tecnologico significa inquinamento, significa sfruttamento esasperato di tutte le risorse, ecc…

    Un progresso tecnologico che tenga conto della salvaguardia della biosfera sarebbe a mio avviso un ottimo traguardo oltre che l’unica soluzione per ovviare ad una nostra futura estinzione.

  2. Gian

    penso innanzitutto che sia un argomento troppo vasto e complesso per essere affrontato in poche righe; in linea generale, secondo la mia opinione, se in passato veniva offerta all’uomo una tecnologia che non lo privava delle sue “potenzialità”, ma che bensì lo aiutava nei lavori di tutti giorni, oggi questa sta sostituendo l’uomo in tutto e per tutto, e io non la vedo come una cosa positiva. Rischia di far cadere il genio in una passività totale. In fin dei conti, come hai detto anche tu, lo sviluppo tecnologico è associato al bisogno di risolvere i problemi; ma se un giorno la tecnologia risolvesse tutti i problemi esistenti, sai quale sarebbe il problema principale che si creerebbe subito? L’incapacità di tornare a riflettere in modo autonomo tanto sui piccoli quanto sui grandi problemi quotidiani della vita!! Comunque si potrei fare esempi su esempi, se vuoi ne parliamo dal vivo, sarà senz’altro meglio ;D

  3. Marco Codastefano

    Forse il discorso mio e di Eddy alcune volte se può riassumere (almeno dal punto di vista evolutivo) “se fa freddo un animale si evolve mettendo una pelliccia, l’uomo creando i termosifoni”.

    Gian il mio punto di vista la tecnologia è si associata ai problemi, ma anche al sognare! La tecnologia non arriverà mai alla fine del suo percorso, non risolverà mai tutti i problemi per la natura stessa dell’uomo. L’uomo è ambizioso e sognatore, un giorno che tutti potremmo volare inizierà a sognare di poter volare nello spazio, e cosi sempre avanti. Dunque nuovi problemi a cui pensare 😛 va benissimo parlarne dal vivo!

  4. Gian

    si è vero che lo sviluppo potrebbe non finire mai, ma io non mi riferivo a problemi del tipo “volare nello spazio”, ma a cose più pratiche.!! Comunque questa “incomprensione” è dovuta al fatto che parlarne qui sarebbe troppo riduttivo, dopo semmai ti spiego ;D

  5. Martina

    Mi chiedo se con il progresso tecnologico si vada sempre a sopperire ad una esigenza, anzi se si tratta sempre di una esigenza. Di sicuro moltissime invenzioni in questo campo ci hanno avvantaggiati, ma allo stesso tempo ci hanno anche modificati. Ad esempio per quanto riguarda la domotica, già ho espresso il mio parere negativo circa un robot in casa che mi sostituisce nel cucinare, però se il robot diventasse un elemento ordinario nelle nostre case si trasformerà in un’ esigenza con conseguenze di non poco rilievo. Il fatto che si tratti della realizzazione, del raggiungimento di un risultato nascente da un’idea dell’uomo è ammirevole, ma il potere che l’uomo ha, attraverso queste creazioni, si ripercuote con un raggio talmente ampio che si riflette non solo sulla comodità e lo stile di vita, ma anche sulla persona in sé. per cui l’introduzione di un nuovo oggetto in grado di modificare certe abitudini dovrebbe avvenire successivamente ad un accurato e attento studio sul cosa succederà dopo e soprattutto, se quell’oggetto già è sul mercato, dovremmo essere noi ad evitare la sua immissione nella nostra quotidianità, se ovviamente riteniamo che comporti conseguenze negative.

  6. Hope

    Ci sono persone che sono sciave della tecnologia, che secondo me questo è un’altro male dei nostri giorni. Molti lo fanno solo per vanità per sentirsi realizzati o accettati dalla società che corre avanti con il progresso tecnologico giorno dopo giorno. Quante volte abbiamo visto al tg di gente che fa la fila davanti ai negozi per l’uscita del nuovo i-Phone della playstaion e altre minchiate simili?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...