Tu quoque “Fratello Silvio”

Standard

(di Antonio di Giorgio)

In questo periodo, in cui spesso si afferma l’inesistenza di un’informazione libera e priva di censure, è un DOVERE MORALE cercare di costruirsene una che sia la più giusta possibile secondo la propria idea. Da qualche tempo su Current.tv sta andando in onda un documentario difficilmente rintracciabile su altre reti, il quale racconta un pezzo di storia della politica italiana ai più sconosciuta. A quanto pare una di queste rare fonti Punto Futuro l’aveva trovata già da tempo, visto il riferimento a questa testata nel post di apertura del nostro blog.
Il documentario prima menzionato mostra un’intervista e una lettera aperta di Gioele Magaldi, leader attuale de “il Grande Oriente d’Italia Democratico”, movimento democratico e post-comunista nato per fronteggiare la gestione filoberlusconiana del Gran Maestro Raffi del G.O.I. (Grande Oriente d’Italia), che ha come destinatario Silvio Berlusconi; il G.O.I. è nato il 20 giugno 1805 a Milano e attualmente rappresenta la più numerosa comunione massonica in Italia con più di 20000 iscritti. Per analizzare dettagliatamente questa lettera è bene aprire una breve parentesi sulla Massoneria, la quale viene definita come “ un ordine iniziatico che ha per scopo il perfezionamento dell’individuo. Tale definizione viene spesso modificata sostituendo uomo (o talvolta umanità) alla parola “individuo”, portando così la finalità della massoneria a una dimensione sociale e collettiva in genere, anziché puramente individuale” (fonte wikipedia).
Poiché Berlusconi entrò nella comunione massonica alla fine degli anni ’70, il Magaldi si esprime nei suoi confronti con un tono a dir poco informale, oserei dire confidenziale ( il Magaldi lo chiama Fratello Silvio ); addirittura il massone si permette di dare consigli, di emanare diffide e ammonizioni verso il suo operato nel corso della sua carriera politica, azione che in pochi in Italia possono permettersi di compiere. I contenuti della lettera sono forti, articolati e molto profondi. Esordisce il Magaldi chiedendosi perchè Berlusconi abbia sempre occultato i suoi trascorsi massonici e tutto ciò che potrebbe ricondurlo alla massoneria (il cd. Velo di Maya). Conclusasi la prima parte, si procede con la fase ammonitoria (per altro lunghissima), nella quale il Premier viene rimproverato di tutti i suoi comportamenti negligenti, anticostituzionali, liberticidi, a favore della “Sua persona e dei Suoi Cortigiani”; le accuse contro il Ddl intercettazioni, contro il lodo Alfano, contro la diffamazione delle correnti in un grande partito di centrodestra come il PDL, contro la maggior parte dei mass media che servono l’onnipresente “Grande Fratello Silvio”, sono veramente pesanti. La lettera infine si conclude con un plauso di lode verso quei politici che ancora lottano per la libertà di espressione (Fini e i suoi seguaci) e con un ulteriore ammonimento verso quei politici dell’opposizione che, nei 16 anni di trionfo politico berlusconiano, hanno recitato ruoli da comprimari, per non aver mai saputo trovare una linea comune con la quale affrontare un avversario apparentemente invincibile; le loro colpe consistono essenzialmente nell’aver messo al primo posto il loro successo personale, favorendo l’appeal del “Grande Fratello Silvio” agli occhi degli elettori.
Questa lettera, questo documentario e questa rete televisiva testimoniano la voglia che c’è di verità, di trasparenza, di informazione obiettiva e disinteressata. E spesso per ottenere tutto ciò è necessario cercare, spulciare e filtrare notizie che diano un quadro sempre più chiaro della realtà. Un appello sincero: fatelo! Perchè l’unico modo per poter migliorare le cose è conoscere i difetti di quelle vecchie.

Quest’ultimo video è solo un estratto della intervista, l’intervista completa potrete trovarla sul sito di current.tv ai link http://current.com/shows/senza-censura/92581508_fratello-silvio-intervista-al-massone-gioele-magaldi-parte-1.htm e

http://current.com/shows/senza-censura/92581509_fratello-silvio-intervista-al-massone-gioele-magaldi-parte-2.htm

Annunci

11 pensieri su “Tu quoque “Fratello Silvio”

  1. Eddie

    Il giusto appello che bisognerebbe fare alle masse popolari, che sempre meno vogliono informarsi, e sempre più lo fanno in maniera sbagliata o condizionata.

    Current tv è un gran bel canale, mi auguro che prima o poi anche gli altri canali televisivi seguano il suo modello, e magari anche qualche testata giornalistica.

  2. Carolina :) S.E.L.

    Siamo abituati a dover togliere veli, a dover ricercare la verità sempre più in fondo, questo è per noi la normalità; ma in questa normalità io sento un profondo senso di ingiustizia.
    La ricerca è una costrizione, al giorno d’oggi, dove la verità è continuamente occultata.
    Cosa possiamo fare? Per rifarmi a un film che ho visto tempo fa, dobbiamo “fare una più rigida ricerca”. Questa è la parola chiave. Quello che vorrei io è una società in cui questo non sia necessario. Ma dopo aver appurato che non è questa la realtà in cui vivo, mi resta una sola cosa da fare, “cercare, spulciare e filtrare […] “.
    E da costrizione, la ricerca diventa per il cittadino uno strumento. Usiamolo.

  3. Carolina :) S.E.L.

    Aggiungo una cosa. Fare leva sul nostro ( intendo dei giovani d’oggi ) essere “lavativi dell’informazione”, concedetemi l’espressione, è facile. E’ un difetto dei tempi in cui abbiamo vissuto. Non abbiamo mai conosciuto momenti di vera e propria informazione libera.
    Abbiamo “imparato a non sapere la verità”.
    Il problema è che siamo cresciuti così noi, non siamo passati da liberi a schiavi, noi continuiamo da sempre ad essere schiavi e non sentiamo la mancanza di qualcosa che avevamo prima e ora non abbiamo più.
    E’ come quando uno nasce malato di mente; non conosce la sanità mentale, e non aspira ad essa. Così siamo noi.

  4. Eddie

    Qualcuno ha notato per caso secondo gioele magaldi chi potrebbe essere il candidato ideale per la coalizzione di centro sinistra? …bene, Nichi.

  5. antonio

    magaldi vuole vendola come candidato premier e, lo fa capire chiaramente nella lettera, farà tutto il possile perchè il suo desiderio si avveri. Egli vuole vendola perchè personaggio innovativo, trascinatore, leader nell’anima e perchè unico personaggio che può ispirare fiducia in un panorama politico, sia di destra che di sinistra, dove tutti, chi più chi meno, hanno qualcosa di cui farsi perdonare agli occhi degli elettori.
    E’ poco tempo che seguo current ma posso dire che è un ottimo canale, non trasmette programmi spazzatura; al contrario sembra quasi che voglia dare un impulso, un segnale che faccia riflettere le persone su quello che effettivamente sta succedendo nella nostrà società.

  6. antonio

    sapevo che questo argomento avrebbe toccato maggiormente le coscienze degli amici dei giovani di sinistra, i quali si rapportano in maniera “scontrosa”, per usare un eufemismo, con il nostro premier ( tra l’altro li ringrazio per partecipare sempre alle nostre iniziative anche se mi manca ancora un commento “annunnciato”). Il fatto che non mi spiego è perchè anche su argomenti prettamente politici, i ragazzi tendenzialmente schierati a sinistra si adoperano, commentano e partecipano di più mentre gli amici che provengono da un’estrazione politica di destra sono abbastanza restii alla partecipazione sul blog. Allora mi sono posto delle domande sul perchè di tale consuetudine e ho provato a darmi delle risposte: o non leggono il nostro blog e in questo caso non posso dire niente perchè noi non costringiamo nessuno a leggere il nostro blog; o non siamo interessanti noi negli argomenti e questo non mi sembra molto vero visto che tocchiamo moltissimi temi nella maniera più imparziale possibile; o non hanno piacere a commentare, a dibattere su argomenti politici però, se cosi fosse, non capisco come si fa a non avere piacere a dibattere se si vuole fare politica; oppure ( e mi auguro di no) rispecchiano a pieno la questione della non partecipazione dei giovani alle varie iniziative, alle discussioni che si creano.
    Vorrei precisare che questa è una riflessione mia personale, non dell’associazione e mi piacerebbe che qualcuno, se leggesse il commento oltre al post, mi desse una risposta perchè uno degli obiettivi di punto futuro è quello di creare una comunità di persone di qualsiasi estrazione etnica, culturale, politica e sociale esse siano, nella quale poter discutere di tutti gli argomenti che toccano sia l’Italia sia le nostre realtà locali. Alcuni ragazzi sembra che abbiano recepito il messaggio e lo hanno accettato, altri invece no…se possibile mi piacerebbe sapere se ci sono motivi particolari oppure se sono semplici casualità, semplice disinteresse verso le discussioni, ecc ecc

  7. GAIA

    “Un appello sincero: fatelo! Perchè l’unico modo per poter migliorare le cose è conoscere i difetti di quelle vecchie.” Non posso che essere d’accordo con il tuo appello e sottoscriverlo,caro antonio. Inoltre non ero a conoscenza di current tv e grazie al post di oggi ho scoperto che,pur non guardando la tv,può essere un ottimo strumento da consultare online!!;-)

    • Paolo

      Grande lettera!Personalmente l’avevo già vista su CurrentTV..questa lettera si pone, a mio modo di vedere, come un’esortazione a ribellarsi all’attuale situazione italiana..la quale trascende anche dalla politica.Siamo in un punto di non ritorno.. soprattutto a livello culturale..e quindi credo che la risposta a questi poteri occulti debba provenire dalla cultura,da un nuovo modo di vedere le cose.Sotto questo punto di vista sn molto d’accordo cn la designazione di Nichi Vendola cm candidato della sinistra da parte di Gioele Magaldi;in quanto ritengo che sia l’unico ad aver individuato i punti nevralgici del berlusconismo e soprattutto le modalità di superamento dello stesso..speriamo ke ciò avvenga ..perchè siamo veramente stanchi..troppo…PS. credo che CurrentTV sia uno dei pochi canali che fa un’informazione degna di questo nome..

  8. Carolina :)

    Mi sono posta le stesse domande di Antonio, e notare la maggiore partecipazione dei ragazzi di sinistra è per me motivo d’orgoglio; in realtà per costruire un confronto, un dibattito, che costituisce il principale obiettivo di questo blog, è fondamentale la partecipazione di tutti.
    Mi auguro che sia solo casualità se i colleghi di destra non abbiano partecipato, stavolta.

  9. antonio

    per noi invece non è motivo d’orgoglio, per me in particolar modo, non essendo una persona con ideali di sinistra…il fatto è che, anche se l’impegno nosto è sempre massimo, riusciamo a coinvolegre solo un certo tipo di ragazzi; e questo dispiace per mille motivi che non sto ad elencare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...