How to… Costituire una associazione.

Standard

(di Marco Codastefano)

In questo periodo più di una persona mi ha fatto domande su come si costituisce una associazione.
Noi abbiamo fatto tutto da soli e vi assicuro che si va incontro a perdite di tempo assurde, ci si perde nella burocrazia e spesso si perde di vista l’obiettivo principale per cui si è deciso di costituire un’associazione. Spero che questo articolo vi possa servire e che vi faccia risparmiare tempo!!!

– Partiamo dalla base, per essere una associazione bisogna essere un gruppo di minimo 2 persone ed una di queste due persone deve ricoprire la carica di presidente. Il presidente ha tutti gli oneri legali (salvo che in una associazione che abbia una struttura tale da rapprasentare persona giuridica, ma li la strada è più complicata).
– Una associazione deve avere due documenti fondamentali, uno statuto ed un atto costitutivo.

Mi fermo qui, per spiegare una cosa importante. Prima di fare lo statuto andate all’InformaGiovani e spiegate nel dettaglio che tipo di associazione volete essere, a seconda del tipo scelto, nel vostro statuto dovranno comparire alcuni articoli specifici. Adesso scrivete il vostro statuto nel rispetto del tipo di associazione che avete scelto, risparmierete moltissimo tempo.

– Una volta che avrete tutti i documenti, in duplice copia e firmati da tutti i membri fondatori (2 o più), dovrete recarvi all’agenzia delle entrate (V.le Le Corbousier, Latina [retrostante il centro commerciale “Latina Fiori”]) dove diverrete ufficialmente associazione e vi verrà consegnato il vostro Codice Fiscale.
Questa operazione è fondamentale, il codice fiscale è vostro personale e nel caso di cambio del presidente dovrete farlo presente perchè cambierà a sua volta.
– Ora siete una associazione…ma non lo sa nessuno!!! Andate al comune e fatevi protocollare una copia dello statuto e del codice fiscale intestandola all’attenzione del sindaco e dell’assessore alle politiche giovanili, cosi sarete iscritti all’albo comunale e potrete partecipare a tutte le attività del comune che riguardano le associazioni.

Spero che questo breve “How To” risolva i problemi dei molti che mi hanno chiesto informazioni, e faccia risparmiare molto tempo a chi è interessato a costituire una associazone a Priverno!

Advertisements

41 pensieri su “How to… Costituire una associazione.

  1. luigi

    caro marco ti volevo dire che forse non ciai capito niente nemmeno tu per quanto riguarda la costituzione di una associzione quindi bisogna farsi un esame di coscenza e non dare informazioni sbagliate ai ragazzi che hanno voglia di fare,non mi metto ad elencare tutte le cazzate che hai scritto te ne cito solo una per costituire un’associazione ci vogliono almeno 3 persone il numero ricordati deve essere sempre disparo .Per qualsiasi delucidazione sono a vostra disposizione in futuro per aiutarvi è inutile che cancelli l’artico e messaggio perche ho fatto una copia delle pagine ok………per adesso ti saluto e ti auguro buona giornata e spero in futuro non sriverai più cazze

    • Eddie

      Le uniche delucidazioni che mi sento di chiederti, sono inerenti alla presunzione delle parole usate nel tuo commento, come le giustifichi?, in qualità di chi credi di saperne più di loro?, e soprattutto mettiamo il caso che tu sia un esperto in materia(ma per carità…) in che modo potrei chiederti chiarimenti, se non so neanche chi si cela dietro tale commento?.

      p.s. Un consiglio fattelo dare, qualora tu voglia in futuro scrivere un altro commento(certo che puoi,) ti invito a farlo in una maniera più appropriata, perché cosi manchi di rispetto prima a tutto lo staff che ogni giorno si impegna ad informare su cose che anche tu non sai, e poi anche per gli altri utenti come me che ci tengono a lasciare commenti sensati.
      ah comunque è simone d’errico che ti parla.

  2. Ciao Luigi , hai scritto un mare di cavolate.
    La procedura sopra descritta è esattamente quella prevista, e siamo stati guidati dall’assessore alla politiche giovanili e da Salvatore Capirci in questo percorso, penso persone più informate di te. Io non cancello un bel niente, un pensiero così abietto non è da punto futuro, anzi ti invito a scrivere la procedura esatta in modo che, anche noi di punto futuro possiamo diventate associzione, visto he ora a quanto pare siamo solo un “insieme di cazzate” in quanto siamo iscritti con la procedura sopra citata.
    Detto questo io sono Marco Codastefano, mi piacerebbe sapere con chi sto parlando.

  3. Francesco

    @Luigi:
    In merito alle cose scritte da Marco sarà lui stesso a rispondere. Tuttavia, da parte di chi crede nella struttura di questo blog non possono mancare degli appunti al tono da te usato e soprattutto alle insinuazioni da te fatte. Il blog di puntofuturo, in linea con l’associazione che rappresenta, è un luogo di condivisione nato per ascoltare tutte le voci e migliorarsi a vicenda, dunque rivolte in un certo modo le tue considerazioni sarebbero state ben accette. Ma noi accettiamo consigli e reprimende solo su questioni concrete. Gli insulti li rispediamo al mittente. Una cosa è sottolineare un errore, altra è definire il lavoro di un gruppo di persone (perchè marco quando scrive su questo blog lo fa come membro di puntofuturo) un groviglio di cazzate.
    Il richiamo all’esame di coscienza ti prego di rivolgerlo ad altre persone in quanto sono sicuro che seppur esista qualche imperfezione nelle cose scritte da Marco questa sia stata un errore compiuto in assoluta buona fede.
    Per quanto riguarda la tua ammonizione a non cancellare il commento, la trovo addirittura comica, in quanto testimonia appieno il tuo non aver capito cosa è questo blog. Posso assicurarti che dalle discussioni più accese, sempre educate, e mai censurate sono nate non solo delle frequentazioni ma anche delle collaborazioni alquanto proficue

  4. Pietro

    @ Luigi:

    oltre ad allinearmi a quanto detto da Marco e Francesco vorrei puntualizzare una cosa:
    tutti i commenti dei lettori comparsi su questo blog non sono mai stati rimossi, anche se, visto il tuo commento, forse ti avremmo fatto un piacere a toglierlo. Invece no, lo lasceremo come tutti gli altri, infatti a farsi una cattiva pubblicità non è di certo la nostra associazione che da sempre accetta consigli costruttivi, ma tu, che forse provieni da un ambiente in cui si è soliti insabbiare, cancellare e rendere poco trasparente le procedure…..sappiamo che nel nostro paese purtroppo molti fatti vengono resi poco pubblici e sono ad appannaggio di quei pochi eletti che circondano certi ambienti…
    Ti ribadisco tuttavia l’invito ad inviarci le giuste modalità per costituire un associazione e se ne sarai capace ad utilizzare un lessico più affine a questo blog…

  5. Carolina :)

    Luigi faresti meglio a fare tu stesso un esame di coscienza ( e anche una rilettura degli errori ortografici ), e considerando che questa associazione si è costituita con il modo sopra descritto è più che evidente che il metodo è giusto.

    E’ veramente vergognoso il tuo intervento, i ragazzi hanno sempre specificato che il blog è aperto agli interventi di tutti, ma i tuoi modi sono pessimi.

  6. davide

    @ luigi
    Il blog di Punto Futuro da 3 mesi a questa parte è un punto di incontro per poter poter creare discussioni e dibattiti costruttivi sulle tematiche proposte dagli articoli che i ragazzi dell’associazione si impegnano a scrivere. Sono proprio gli autori di questi articoli a cercare il dibattito e e la comunicazione, accettando anche critiche e suggerimenti. Insultare gratuitamente dimostra una mancanza di rispetto verso le persone che si impegnano costantemente per offrirci un servizio che a me piace definire innovativo ed importante nel nostro paese…Per questo rinnovo l’invito di Pietro ad pubblicare le modalità che ritieni corrette per costituire una associazione ed ad adeguare il tono dei tuoi prossimi interventi a quello consono di questo blog.

  7. Giuseppe.

    Essendo io stesso il presidente di un’associazione, posso confermare quanto scritto da Punto futuro. Aldilà della veridicità di quanto hai scritto nei confronti di Punto futuro, credo che non avresti potuto trovare modo peggiore di porti. Fare associazionismo, significa anche avvicinare, interagire e crescere soprattutto. Se davvero sei il presidente di un’associazione o ne fai parte in un modo diverso, sappi che lo stai facendo nel modo sbagliato!.
    Ho effettuato esattamente ogni operazione indicata da questo articolo, magari ne ho dimenticato qualcuno, non saprei…

  8. antonio: MEMBRO DI PUNTO FUTURO

    è evidente che tutti non possono capire il modo in cui lavoro e gli obiettivi che persegue Punto Futuro se temi la modifica dell’articolo successivamente al tuo commento. premesso questo, non credo che marco abbia scritto BAGGIANATE ( è preferibile come termine in alternativa a quello da te usato) vista l’applicazione di marco nel risolvere le beghe burocratiche. sappi inoltre che di errori nei nostri post ce ne sono tanti perchè l’errore è umano e, non essendo professionisti, siamo “giustificati” a commetterlo. detto questo non capisco è l’estrema malignità del tuo commento…ma con quale diritto ci imputi di cancellare o di modificare i post? come puoi permetterti di fare una cosa del genere? ricorda che siamo in democrazia non in un’anarchia e determinate insinuazioni DEVI risparmiartele.
    Poi non riesco a capire come fai a definire “cazzate” più di 100 post e quasi 800 commenti ( ribadisco 800 commenti)…è come se stessi dicendo che la gente che partecipa al blog è tutta gente che segue le cazzate…ma ti rendi effettivamente conto ,alla soglia dei 30 anni, quello che effettivamente hai scritto???
    senza contare che implicitamente hai accusato di incompetenza l’assessore alle politiche giovanili e il Capirci, dipende comunale e impiegato nell’Informa giovani, oltre ad essere membro anch’egli di un’associazione.
    IO spero che tu scriverai ancora sul nostro blog, il quale è aperto a tutti ma moderando i termini, i toni e con contenuti critici ma costruttivi, non distruttivi.

  9. Luca C.

    Personalmente non ho esperienze riguardo a come fondare un’associazione, ma faccio tesoro dell’articolo di Marco, persona onesta, che mai credo si sognerebbe di pubblicare qualcosa di cui non ha la minima certezza; sinceramente lo reputo più che valido.

    Pertanto vorrei rivolgermi a quel “luigi” che ha commentato l’articolo… ci sono modi e modi per esprimere il proprio disapputo e la propria posizione in merito a qualcosa; sei liberissimo di farlo, ma gradirei, come tutti quanti coloro che frequentano questo sito, che ti esprimessi in maniera corretta. Qui non siamo su facebook, su un sito qualunque o uno dei tanti forum demenziali che circolano in rete, questo non è lo spazio per i commenti ai video di youtube dove sfogare le proprie repressioni; se si deve lasciare un commento (di qualunque sorta esso sia), vorrei tanto che lo si facesse in maniera corretta, in modo educato e COSTRUTTIVO. Le critiche servono solo ed esclusivamente a questo, non a offendere o denigrare l’operato di qualcuno.
    Attendiamo tutti una tua risposta in merito.

  10. Gabriele

    Sono rimasto esterrefatto nel leggere il commento di Luigi con quei toni assolutamente inusuali per questo blog! Evidentemente non è stato compreso l’intento che l’associazione e il blog di punto futuro si propone, e cioè un dibattito costruttivo e non distruttivo.. non credi, Luigi, che le critiche se fatte con tono diverso magari possono essere ascoltate e prese in considerazione? Evidentemente ha ragione Pietro quando dice che tu provieni da un ambiente in cui si è soliti rendere tutto poco trasparente, lo dimostra la tua paura che il commento potesse essere rimosso.. da queste parti non è così che funziona!! un invito ai ragazzi di Punto Futuro: che questo inconveniente vi incoraggi a continuare con la vostra informazione quotidiana come avete fatto finora!

  11. marika

    ragazzi di punto futuro buonasera vorrei dire la mia su l’argomento secondo me la provocazione di luigi ha funzionato bene perche vedo che vi ha coinvolto tutti nell’accanirsi contro di lui bei commenti e belle parole scritte che convincono però vi devo dare una brutta notizia luigi ha ragione chi vi a consigliato ?aaaaa mi pare di aver letto l’assessore alla politiche giovanili se è vero quello che vi ha detto e be cari ragazzi ditegli che cambia mestiere di associzioni ne capisce poco,e Salvatore Capirci chi è un altro assesore dite pure ha lui che cambiasse mestiere a tal caso vorrei porgere una domanda da quante persone è formato il consiglio dei giovani? penso che a Priverno esiste un consiglio dei giovani ?quindi pensateci perche il consiglio dei giovani è formato da un numero disparo? ci sara qualche motivo valido? be quando arriverete alla soluzione capirete che una associazione non puo essere formata da 2.4.6 persone ma puoesssere formata da 3.5.7.9.ecc……grazie per la vostra attenzione un’arrivederci a tutti

    • Martina

      Marika quelle di Luigi non erano provocazioni, ma offese e in questo blog non funziona così. hanno già detto tanto i ragazzi di puntofuturo, così esprimo solo il mio sostegno.

  12. marika

    ps.ragazzi sono sempre io marika volevo dare un consiglio a voi e a tutti i ragazzi che si vogliono cimentare nel mondo dell’associzionismo per risparmiare sulle marche da bollo per la re gistrazione non fare mai due cose separate ossia atto costitutivo e statuto si fanno insieme nella prima pagina si scrive attocostitutivo e statuto dell’associazione punto futuro non si fanno mai due cose separate se so andrete ha comprare due marche da bollo in più e spenderete circa 30 euro in più grazie per il consiglio e buona serata ancora e ricordatevi per qualsiasi delucidazione a vostra disposizione per voi la consulenza è gratis poi se non volete accettare i miei consigli leggetevi la legge 11 agosto 1991, n. 266. (Legge quadro sul volontariato)che ti spiega tutto sull’associzioni

  13. Pietro

    Cara Marika, il nostro disappunto sulle parole espresse da Luigi riguardava i toni ed il lessico utilizzato(vorrei far notare poi, che molti dei commenti non sono degli associati, ma dei lettori…), anche se visto che ad ora ancora nessuna risposta è arrivata dall’interessato non so cosa pensare….
    Per il tuo aiuto….va benissimo, anche se voglio specificarti che noi non siamo un associazione di volontariato, se ti andrebbe di esporci le tue tesi in materia te ne saremmo grati!

    • marika

      pietro ti vole dire inanzi tutto che le mie non sono tesi ma dati di legge e poi posso farti una domanda tu dici non siete un’associazione di volontariato che tipo di associazione siete? ciao pietro buona giornata

  14. Francesco

    @Marika
    Cara Marika il tuo commento è il tipo di commento che a noi piace. A Luigi non è stato contestato il contenuto delle sue affermazioni ma piuttosto il tono da lui usato. Questo blog, e l’associazione che rappresenta hanno finalità ben precise che poco si addicono a commenti distruttivi, mentre nasce proprio per ricercare commenti e completamenti che arricchiscano. A questo punto se tu vorrai offrirci la consulenza gratuita 🙂 di cui parlavi saremmo molto lieti, perchè a quanto vedi è difficile trovare pareri autorevoli e univoci a riguardo. Vorrei sottolineare che solo 3 dei commenti qui sopra sono di appartenenti allo staff, indice che anche altre persone, estranee alla “struttura” (ma non al pensiero) di PuntoFuturo si sono rammaricate dell’atteggiamento. Spero tu possa aiutarci a “riscrivere” questo how to nel modo più corretto, perchè posso assicurarti che allora non siamo gli unici ad aver seguito delle direttive sbagliate.

  15. antonio

    @marika: come hanno già detto pietro e francesco era da condannare toni e modi della critica di luigi…rinnovo l’invito ad illustrarci il tuo pensiero riguardo all’associazionismo e al modo di comporre un’associazione…:)

  16. Ciao marika e grazie del commento. Quando abbismo fatto lo statuto ci è stato chiesto a quale legge fare riferimento, noi abbiamo scelto di essere una associazione di promozione culturale, la cui legge è completamente diversa da quelle per le ONLUS. Come dicevo nell’articolo è importante prima informarsi sul tipo di associazione, in quanto la legge e lo statuto sono molto riversi. Ora non ho qui con me lo statuto, appena possibile sarà mia premura dirti a quale legge si riferisce la nostra associazione. Un altro esempio, l’associazione ciclistica di priverno ( non ricordo il nome) ha membri pari e non dispari, sono 6 iscritti con il voto del presidente che fa maggioranza in caso di parità, e questo la legge lo permette! Dunque per questo tipo di associazione non è vero che bisogna essere dispari.

    • marika

      le associazioni 2 tipologie riconosciute e non riconosciute riconosciute=ONLUS basta fare una domandia alla regione e avere delle cara tteristiche che adesso non ti metto ad elencare non riconosciute sono le associazione che non sono scritte a l’albo regionale in sostanza non cambia niente i fini dell’associazioni sono sempre quelli il volontariato non dire corregendoti che le associazione e di promozione culturare hanno un procedimento diverso perche è una bugia cambia solo un codi sul codice fisca ewsempio invece di essere et22 diventa et 24 il procedimento è lostesso per tutte le associazioni.Si attua il voto doppio del presidente specificandolo nello statuto quando il numero dei soci è piu di 9 attenzione però il numero dei soci il numero del direttivo deve essere sempre disparo e poi in futuro non diamo informazioni sbagliate perfavore marco mandami un mail e io saro lieta di risponderti grazie

  17. Pietro

    Buongiorno Marika sono Pietro Deligia di PuntoFuturo, mi piacerebbe discutere di persona con te, per capire se e dove abbiamo sbagliato, e riparare ai nostri errori, contattami e fammi sapere quando saresti disponibile per un incontro. Grazie ancora per averci fatto capire che forse qualcosa abbiamo sbagliato….anche se non è solo colpa nostra, ma di chi ci ha dato info sbagliate!

    • marika

      ok ragazzi mi fa piacere tutto ma sara impossibile vederci pero sono a vostra disposizione nel blog quindi qualsiasi domanda procedura che volete sapere sono a vostra disposizio nel blog a unacosa bisogna dirala dare merito a luigi di aver fatto nascere questa discussione magari per i termini da lui adottato non vanno bene ma per il resto a ragione buona giornata a tutti

    • marika

      primo passo:
      Atto costitutivo e statuto in tre copie originani dell’ass. punto futuro deve essere una cosa unica quindi quest dicidura deve essere sritta nella prima pagina come titotlo(se vuoi qualche modello basta dirlo te lo invio)
      secondo passo:
      deve essere costituita da un numero disparo di soci iniziali almeno per i membri del direttivo cioè soci fondatori
      terzo punto:
      con le tre copie originali vai all’ufficio dell’entrate di latina una copia ti serve per chiedere il codice fiscale o la partita iva che sarebbe meglio
      le due copie una la dai all’ufficio dell’entrate l’altra te la tieni tu ( è indispensabile registrare l’atto per non farsi copiare il nome dell’associazione e magari essere denunciati di aver copiato quel nome)
      spese sportello 1
      per chiedere partita iva ho codice fiscale è gratis
      spese sportello 2
      le altre due copie che devi registrare ci dovrai mettere le marche da bollo da euro 14,62 quindi devi contare le righe del tuo atto esempio sono 200 righe ci vanno due marche da bolo quindi ce ne va una ogni ceto righe devi fare lo stesso procedimento per tutti e due quindi sei due atti hanno 400 righe in totale andranno 2 marche a uno 2 marche a l’ altro infine ti daranno un modulo da pagare di 168 euro non ti preoccupare la banca sta la sotto fatto questo sei una associazione a regola d’arte.p.s l’agenzia dell’entrate sta a latina dietro panorama vai la mattina presto per mezzogiorno hai fatto tutto e poi chissa è facile che cincontriamo li se non sto in ferie ciaooooooooooooooo

  18. Carlo M.

    L’atto con il quale si costituisce un’Associazione (sia esso atto costitutivo
    o Statuto) rientra, come si è visto, nella tipologia dei contratti, quindi
    è regolato dalla disciplina contrattuale prevista dagli artt. 1321 e ss.
    del Codice Civile. Non è necessaria alcuna forma solenne per l’atto
    costitutivo di un’Associazione.
    Fondare un’Associazione è un contratto così come deriva dall’articolo
    che ne dà la definizione (art. 1321 del Codice Civile) e che così recita:
    “Il contratto è l’accordo di due o più parti per costituire, regolare o
    estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale”.

    due o più parti… Ora metteteci una pezza.

    • marika

      scusa do dovrei mettere la pezza ma sai interpretare quello che hai copiato da qualche parte mi dispiace dirtelo ma sei proprio un arrogante ed ignorante non hai diritto di risposta se consideri un contratto d’affitto la costituzione di un’associazione ripeto ignorante mi dispiace non risponderò più alle tue provocazioni

      • Carolina :)

        Ma come ti permetti di dare dell’ignorante a uno studente di fisica quando tu metti l’ H di fronte alle preposizioni?! Ma falla finita! vai a fare un corso di italiano!

        E poi tu le cose che hai scritto non le hai copiate, no?! le hai scritte tu di sana pianta?!

        Chi ha parlato di contratto d’affitto?!?

  19. Pietro

    Cara Marika io volevo che mi spiegassi il perchè dell’impossibilità ad incontrarci di persona….cmq grazie per le delucidazioni!

  20. Carlo M.

    Quello che ho copiato ed incollato deriva da un link del sito della REGIONE Lombardia. La quale Regione ha messo a disposizione dei cittadini un piccolo compendio che spiega passo per passo come si possa fare per costituire un’associazione di promozione sociale.

    Alcune volte il politically correct non funziona e bisogna essere arroganti con gli arroganti 😉

  21. Sottoscrivo quanto scritto da Marco Codastefano. Sono io stesso presidente di un’associazione (il LUG di Priverno) e alla fondazione eravamo esattamente in due: io e l’amico Luigi (di certo non quello del commento, lol 😀 )! Abbiamo scritto lo statuto, l’atto costitutivo, siamo andati all’agenzia delle entrate e abbiamo registrato (dopo aver pagato) l’associazione. Ciò quindi che è stato scritto nel post è totalmente corretto ed è la stessa procedura che abbiamo seguito noi 3 anni fa.

    P.S. Un consiglio a tutte le persone che commentano: inserite anche il cognome, d’altronde quando si parla di persona ci si presenta. Nel blog, pur essendo un dialogo virtualizzato, è la stessa cosa.

    Buona giornata a tutti e occhio agli indirizzi IP… 😀

  22. Luca C.

    Anch’io faccio parte di un’associazione di Softair, i cui membri fondatori sono appunto quattro… alla faccia del numero disparo!!! 😀 😀 😀

  23. We are a gaggle of volunteers and opening a new scheme in our
    community. Your website provided us with
    useful info to work on. You have done a formidable activity and
    our entire community will be grateful to you.

  24. It’s actually a cool and useful piece of information. I am satisfied that you simply shared this useful information with us. Please stay us up to date like this. Thank you for sharing.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...