Il calcio privernate riparte dai piccoli

Standard

(di Antonio di Giorgio)

Forse qualcuno storcerà il naso, forse qualcuno in queste settimane avrà avuto un sospiro di sollievo nel notare l’assenza del calcio sul blog di Punto Futuro, ma non parlare di calcio nostrano in questo periodo di forti cambiamenti è stata solo una scelta, dettata dalla voglia di comprendere al meglio l’evoluzione calcistica locale. Come tutti sappiamo, il fallimento del Clc Priverno ha comportato la nascita della Polisportiva Priverno Lepina, il cui organigramma si erige sulla rispettabilissima figura di Tommaso Palluzzi, il quale si è fatto carico di una situazione a dir poco deficitaria e di ridare vita ad una società che si è andata inesorabilmente sgretolando. Il buon Tommaso le ha provate tutte e per il momento è riuscito a formare, insieme al suo entourage, una squadra di Allievi, un gruppo di bambini che faranno Scuola Calcio e un’inaspettata squadra di Under 21, la quale disputerà un campionato regionale la cui vittoria potrebbe (il condizionale è d’obbligo) comportare il ripescaggio in Seconda Categoria. Viste le condizioni da cui si è partiti, meglio di cosi non si poteva fare e vedremo nelle prossime puntate della rubrica come proseguirà questa nuova esperienza calcistica. Invece dall’altro lato del paese, precisamente in quel di Ceriara, matura sempre più una società sportiva che ha avuto un incremento di iscrizioni sostanziale. Stiamo parlando del Ceriara Calcio a 5 ( il nome è ingannevole poiché la società si compone di una prima squadra di Calcio a 5 e un settore giovanile di calcio a 11 gestito principalmente da Mario Visca e Giovanni Iacoacci). Essa avrà un settore giovanile di tutto rispetto, visto la enorme quantità di bambini iscritti e di cui il sottoscritto è entrato a far parte da poco come allenatore-collaboratore. E’ doveroso sottolineare come quest’estate le strutture siano state ben mantenute se non addirittura migliorate. Due campi da calcio, sia in erba che in terra battuta, una palestra in via di allestimento, una pista da atletica, una pseudo-piscina e uno spazio sabbioso su cui eseguire lavori di potenziamento, sono gli elementi che compongono una struttura che ha tutte le carte in regola per diventare, tra qualche anno, una vera e propria “Cittadella dello Sport”. Non so dire precisamente se il progetto della società sia effettivamente questo, ma i campus estivi organizzati quest’anno e una struttura all’avanguardia fanno pensare ad un progetto futuro ambizioso. La stagione è iniziata e purtroppo la mancanza della Prima squadra è una nota dolente per un paese di grande tradizione calcistica come Priverno, ma non è assolutamente da sottovalutare come sia il Ceriara Calcio a 5 che la Polisportiva Priverno Lepina, abbiano avviato dei progetti verso una direzione a mio avviso giusta e ben definita: la valorizzazione del settore giovanile. Non ho la presunzione di dire che si sia intrapresa questa strada per l’appello fatto da Punto Futuro in un post precedente, ma ci rallegriamo che sia stata chiusa una pagina indecente del nostro calcio e se ne stia aprendo un’altra, si spera in egual modo gloriosa alla precedente. Detto questo non posso fare altro che rassicurare i lettori sulla mia posizione di estrema neutralità nelle prossime puntate della nostra rubrica, nonostante l’apporto che darò al Ceriara Calcio a 5; cercherò, in pieno stile Punto Futuro, di far emergere le eventuali note negative, che spero siano rare, e le note positive di ambedue le società nostrane. In fin dei conti sono due società differenti ma credo che il loro scopo di vita sia comune: insegnare e trasmettere i valori del calcio.

Annunci

10 pensieri su “Il calcio privernate riparte dai piccoli

  1. portoghese

    speriamo che da questo punto di partenza riparti il calcio a priverno.Invidio davvero i ragazzini del ceriara calcio a 5 perchè hanno davvero un impianto molto attrezzato…beati loro!!!Dai mister di gioooo…hai tutto quelo che ti serve per ricreare un buon settore giovanile…e magari nel giro di pochi anni una prima squafra di tutto rispetto!!!

  2. Eddie (S.D'errico)

    Mi congratulo con te e ti faccio l’imbocca al lupo per l’inizio di questa tua nuova sfida.
    Tornando al messaggio del post, spero veramente che si riparta nel migliore dei modi dai giovani, e che si ritorni ad una società privernese, avente uno dei settori giovanili più invidiati nella provincia.

  3. Luca C.

    Daii grande Boskov dimostra il tuo valore ancora una volta!!! In bocca al lupo a te e ai ragazzi! Speriamo che tutto vada per il meglio e che le società ce la mettano tutta per trasmettere degli ottimi valori ai ragazzi per renderli prima grandi uomini e poi grandi giocatori 😉

  4. Antonio

    Ancora non sono in grado di dirvi se le basi di questa società sono solide, ma, conoscendo dirigenti e collaboratori vari, posso affermare che è tutta gente che ha molta esperienza nel mondo del calcio. Inoltre credo che, oltre nell’interesse dei giovani, sia interesse dei dirigenti stessi lavorare e far crescere il calcio a Priverno e riportarlo a un buon livello sia a livello di settore giovanile che di prima squadra.
    @ portoghese: se la dovessi ricreare io la prima squadra non ci penserei due volte perchè un settore giovanile deve sfornare giovani calciatori e mandarli in prima squadra. E’ sbagliare creare dal nulla giocatori e far godere i buoni risultati alle società vicine che hanno la prima squadra; quindi credo che il prossimo passo che la società debba fare sia formare una prima squadra con prodotti locali, senza spendere e spandere come le gestioni precedenti. Naturalmente queste sono valutazioni per il futuro e il presente è composto da un solo concetto: il SETTORE GIOVANILE che è la base del calcio.

  5. Pietro Tomassi

    …avevo auspicato una rivitalizzazione del settore giovanile ma sinceramente non so a cosa possa portare se non finalizzato ad una prima squadra…cmq è già un primo passo verso un qualcosa..!! e poi vorrei farti un “in bocca al lupo” per la tua nuova avventura…ricordando a tutti che i primi a credere in te come allenatore siamo stati noi dei “portoghesi beach soccer”..!!!!

  6. andrea locatelli

    penso che il calcio privernate sia morto ed adesso prova a resuscitare affidando le sorti di questo al settore giovanile,posso solo augurare che nn vengano fatti errori e che principalmente si trovi una stabilità al piano societario(che anno dopo anno si distrugge e poi ricostruisce)….mi auguro anche un gg di rivestire la maglia del priverno e di solcare io come altri miei compaesani scenari regionali importanti!!!ahhh e un grande imbocca al lupo a te MISTER

  7. antonio

    @andrea locatelli: il tuo auspicio è tuo e di tutti quei ragazzi che sono cresciuti allenandosi all’ex San Lorenzo e hanno mangiato tanta di quella polvere che ancora hanno la puzza sotto il naso. Sono anni che diciamo che a Priverno ci sono fior di giocatori che però sono sparsi per la provincia. Ce lo auguriamo tutti che in 3-4 anni il Priverno ( intendendo con l’espressione “il Priverno” una società di Priverno) possa ritornare a tifare una squadra di Promozione composta da giocatori di Priverno.

  8. Goran

    A 3 mesi dalla partenza della polisportiva il bilancio è disastroso.
    I dirigenti sono inesistenti, il presidente è una persona sgarbata e penso che non sappia che cosa sia e come gestire un settore giovanile.
    Ci sono voluti 3 mesi per far dare i completini ( peraltro incompleti ) ai pulcini 2000 2002 2003 2004, addirittura i 2002 sono andati a comperarsi le tute da soli e i giacconi li sta facendo uno sponsor.
    Questa società farà morire definitivamente il calcio a Priverno, spoeriamo che per l’anno prossimo arrivi qualche presidente più serio.

  9. Antonio

    quello che posso dirti è che riprendere in mano una società da un fallimento non è cosa semplice ed è già un fatto positivo che qualcuno abbia salvato una società storica come il Priverno. Il presidente lo conosco personalmente ed è stato fuori dal mondo del calcio per molto tempo; per questo penso sia giusto dargli un po’ di fiducia e del tempo. Se l’inizio non è stato dei migliori posso solo augurarmi che le cose migliorino. aspettiamo notizie positive…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...