ALDA MERINI: SE IL DOLORE DIVENTA POESIA…

Standard

(di Alice Urciuolo)

Alda Merini è senza dubbio una delle voci più potenti e sincere della poesia italiana del nostro secolo.
Nata nel 1931 a Milano, la poetessa è venuta a mancare l’anno scorso, lasciandoci in dono una grande quantità di opere.
Le poesie di Alda, oniriche, sognanti, autentiche, si leggono come si legge un diario segreto.
Il canto di Alda, infatti, non nasce per altri, ma nasce per un’esigenza personale della poetessa, è un atto necessario che sgorga impetuoso senza censure e, proprio perchè così sfacciatamente appassionato, la nostra lettura sembra un’ingerenza.
Ma è solo un’impressione: Alda ci invita a partecipare al suo tormento interiore, ed è proprio da questo che la sua poesia prende vita. “La tenebra è sempre stata la mia luce”, scrive.


Fu dopo l’internamento in manicomio, infatti, dal 1965 al 1972, che la poetessa scriverà il suo capolavoro “La Terra Santa”, una raccolta sconcertante per potenza lirica e riflessioni: “[…]perchè anche la malattia ha un senso, anche la malattia è matrice di vita.”
Il dolore per Alda non è un’edera nera, che soffoca il suo canto, ma è un seme che germoglia e che lo nutre: “Molti diedero al mio modo di vivere un nome / e fui soltanto una isterica.”
D’altronde, parola di Alda, “Ogni poeta vende i suoi guai migliori.”

Ma lasciamo spazio alle sue poesie….

Il paradiso non mi piace
perchè verosimilmente non ha ossessioni.

[da “Aforismi”]

Pensiero,io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
qualcosa che lacrima a volte,
e a volte dà luce.
Pensiero,dove hai le radici?
Nella mia anima folle
o nel mio grembo distrutto?
Sei così ardito vorace,
consumi ogni distanza;
dimmi che io mi ritorca
come ha già fatto Orfeo
guardando la sua Euridice,
e così possa perderti
nell’antro della follia.

[da “La Terra Santa”]

A volte Dio
uccide gli amanti
perchè non vuole
essere superato
in amore.

[da “Aforismi”]

Annunci

15 pensieri su “ALDA MERINI: SE IL DOLORE DIVENTA POESIA…

  1. Eddie (S.D'errico)

    Ricordo di averne studiato i passi a scuola, complimenti Alice non smentisci mai la tua abilità nel recensire, e nell’avere buon gusto letterario!

    • aura

      “Avevo quindici anni quando tornai a casa con la prima recensione a una mia poesia. Non stavo nella pelle per l’emozione. La portai subito a mio padre, la persona che mi era più cara, gridando: ‘Guarda, papà, che cosa scrive Spagnoletti di me’. Lui, senza fiatare, me la strappò dalle mani e la fece in mille pezzi. Poi mi fissò negli occhi: “Ascoltami, cara, la poesia non dà il pane”, mi disse serio. Era un uomo di buon senso.”
      Sono felice di aver conosciuta la sua opera! Qualsiasi articolo o link su di lei mi mettono di buon umore! Le sue poesie sono piene di dolore per la vita e felicità della luce eterna!
      Grazie, Alice! Brava!

  2. Alice

    Sai Aura non sapevo di questo episodio, anche se sapevo che lei avesse iniziato a scrivere giovanissima…grazie per averlo raccontato!
    Che voce quella di Alda, è vero Davide, è stata una grande donna, una donna che ha saputo soffrire…

  3. Mattia

    Mia immensa Alice…
    come il mio stesso adorato Kafka anche la tua amata Alda Merini sarebbe orgogliosa di quello che hai scritto…le poesie che hai riportato sono a dir poco stupende….
    Alda Merini è stata un esempio di grande umiltà…ce ne fossero di più di persone con un cuore come il suo.

  4. Ute Margaret Saine

    “La tenebra e’ sempre stata la mia luce”, come di tanti poeti anelando alla luce, ma lavorando con un tessuto di ragnatele. L’alchimia verbale che trasforma, ecco il mestiere, sensa false illusioni. Grazie del tag, Alice, adoro la Merini.

  5. Alice

    Mio carissimo Mat 🙂
    Alda Merini è stata una grandissima donna, ho letto le sue poesie come si vuota un bicchiere d’acqua fresca con le labbra febbricitanti!
    Che unguento! La poesia ti guarisce e ti dà sollievo con i dolori degli altri! Mai vista una cosa così strana?? 😉
    Grazie caro, spero di essere stata anche solamente un pochino degna di recensire una poetessa come Alda, è davanti a voci come la sua che ci sentiamo così piccoli…

  6. Alice

    “lavorando con un tessuto di ragnatele”, perfetta la tua metafora Ute!
    Molto “meriniana” ;)))
    Grazie sempre a te cara, e grazie ad Alda!

  7. Graziella Ardia

    E’ inutile dire, credo, che un poeta che si ritenga tale oggi ha un riferimento nella Merini determinante! Per quanto riguarda me, il feeling che provo è così straordinario che non ho quasi bisogno di leggerla perchè è come se i suoi versi fossero dentro di me da sempre, forse succede a tutti quelli che la amano. Quando mi accusano in questo periodo in particolare, di scrivere poesie belle ma tristi mi viene sempre in mente la sua frase: Le più belle poesie si scrivono sopra le pietre coi ginocchi piagati e le menti aguzzate dal mistero. …
    Grazie mia dolcissima figlioccia Alice delle meraviglie!

  8. Lino

    Bravissima Aly,bravissima,il tuo modo di recensire è cosi bello e piacevole da risvegliare anche un dormiente della poesia come me-bè adesso mi sto offendendo per bene..diciamo un piccolo conoscente:-D-!!!Sinceramente non conoscevo bene Alda Merini,ma la fortuna di avere al mio fianco una grande bussola della conoscenza e naturalmente della letteratura come te,cara,mi porta ad arricchire il mio bagaglio culturale che con te migliora a vista d’occhio,e sono molto contento,anche di questo!!!Grazie

  9. Eleonora Barmasc

    Tenebra e luce, dolore e gioia…
    “Basta anche un niente per esser felici,
    basta vivere come le cose che dici.”
    Grazie Alice per aver celebrato la Poesia.

  10. Alice

    Grazie mille a tutti voi!
    E’ una cosa preziosa avere amici come voi così sensibili alla bellezza e alla poesia, grazie infinite per la vostra viva partecipazione, grazie!|

    Alice 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...