Siate affamati. Siate folli.

Standard

Capita di tornare a casa, dopo una lunga e stressante giornata accademica e di accendere il pc per rilassarsi una attimo, per lasciarsi alle spalle la fatica di un esame, per staccare la spina. Capita, molto raramente, anche di trovare delle piacevoli sorprese tra le mail, questa che ho deciso di condividere con voi è una di quelle…


 

Cari giovani, molti di voi sono prossimi alla laurea.
Vi invito a trovare dieci
minuti rilassati e godervi
il discorso tenuto alcuni anni fa da Steve
Jobs
ai laureandi di Stanford.
In un periodo cosi’ grigio (per usare
parole lievi)
del Paese e’ bene guardare a modelli
positivi e
costruttivi, ai valori della vita che
hanno peso reale, non alle
miserie passeggere.
Un caro saluto,
Andrea Baiocchi

La precedente, mi è stata inviata da un docente della mia facoltà. Il piacere e la soddisfazione per averla ricevuta è stato immenso, per i contenuti che essa ha saputo trasmettermi, ed anche perché, visti i consueti rapporti tra alunni e professori, essa non fa altro che innalzare chi la invia, agli occhi di chi la riceve, ad un livello di stima e gratitudine molto elevato.

Il rapporto tra le due categorie dovrebbe essere sempre collaborativo, e superare quegli steccati che fanno sembrare agli antipodi due categorie che vivono in simbiosi. Esempi come questi non possono che dare un aspetto più umano ed interessato al docente, ed accrescono il senso di stima e di accortezza ricevuta nell’allievo.

Non so voi, ma io raramente avevo assistito ad un tale inno alla vita, un richiamo all’utilità di ogni singolo momento che viviamo, una teoria, quella di unire i puntini, che sempre ho eretto a fondamento della mia vita e che credo dovrebbe essere una solida base per ognuno. La vita, vista come susseguirsi di esperienze sentite e spinte dal profondo dell’animo, si rivela sempre sensata, e le situazioni mai inutili nella loro specificità.

Cosa trasmette Jobs in questo breve discorso? Voglia di crederci, di andare avanti e di fare sempre tutto al massimo delle nostre possibilità.

Risuonano nella mia mente alcune vecchie nozioni di qualche tempo addietro, parole e aforismi di chi teorizzò in maniera sostanziale uno dei concetti espressi da Jobs:

Solo se l’attimo che l’uomo vive è immenso, cioè ingloba in se tutto il suo significato, si può volerlo sempre di nuovo. L’uomo che può volere l’eterno ritorno è un uomo felice, a cui la vita dà attimi immensi, come testimonianza piena di esistenza e significato”

Beh…credo ci sia poco altro da aggiungere.

Spero che il mio intervento riesca a spronare i più atrofizzati verso la forma più pura e semplice di esperienza, quella della partecipazione attiva e piena, ed a rinvigorire il modus vivendi di chi già approccia alla quotidianità in questo modo..

di Deligia Pietro

Annunci

6 pensieri su “Siate affamati. Siate folli.

  1. GAIA

    Forse, pietro, avrai notato che il mio status di msn è da qualche giorno “stay hungry, stay foolish”, il che la dice già lunga su quanto io abbia apprezzato il discorso di steve jobs quando mi è stato proposto qualche settimana fa. E’ bello vedere che esistano alcuni docenti, come il tuo, che superano le classiche barriere esistenti tra studenti e professori e riescano ad avvicinarsi e a “dare coraggio” agli studenti in questo modo. Come hai scritto tu, il discorso di Steve Jobs è un inno alla vita e a non scoraggiarsi mai e in questi anni un pò “bui” non può che aiutarci a non perdere la speranza e ad andare avanti per la nostra strada, sempre e comunque. Essendo più o meno arrivata alla fine del mio percorso da studente e cominciando ad unire tutti i puntini, ho preso la frase “stay hungry,stay foolish” come imperativo da seguire, adesso e nel mio futuro. Grande jobs, bravo pietro per avercelo fatto conoscere!!;-)

  2. pierluigi

    Grazie per aver condiviso con noi questa “piacevole sorpresa” Pietro. Veramente non avevo mai sentito questo discorso, è speciale, è in grado di trasmettere un qualcosa che non potremo mai descrivere a pieno con le parole. E’ più che un inno alla vita…

  3. Hello there, I discovered your web site by way of
    Google whilst looking for a similar matter, your web site came up,
    it seems good. I’ve bookmarked it in my google bookmarks.
    Hello there, just turned into alert to your blog via Google, and found that it’s
    truly informative. I am gonna be careful for brussels.
    I’ll appreciate for those who proceed this in future. Numerous other people will probably be benefited out of your writing. Cheers!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...