Quando l’open source ti cambia la vita – i Wiki

Standard

Ormai tutti conoscono WIKIleaks, tutti conoscono WIKIpedia e molti conoscono lyricWIKI…ma in pochi fanno caso al suf(post)fisso! Wiki!

Cos’è un wiki? E cosa significa?

I wiki sono siti, gestiti in pieno stile open soure, tutti possono liberamente leggere, commentare o modificare (alcune volte solo se autenticati) i contenuti, in modo da fornire un prodotto migliore con il supporto di tutti. Vorrei far notare come il grande difetto dell’open source (la dispersione, la mancanza di una linea guida) sia il grande pregio dei Wiki, faccio un esempio: vado su wikipedia e scrivo una formula matematica sbagliata, non è un problema perché la stessa sarà corretta da uno dei milioni di cittadini del World Wide Web che la conosce correttamente.

Un prodotto…veloce!

Wiki è una parola hawaiana che significa “veloce”, ed il creatore non poteva trovare nome migliore! I prodotti wiki sono ottimi per una lettura veloce, per una infarinatura generale, al contrario nessuno vorrebbe (e dovrebbe) studiare “procedura civile” su wikipedia.

Anche se non ce ne accorgiamo l’open source sta permeando in modo sempre più importante la nostra vita, ad esempio i wiki ormai fanno parte della quotidianità. Speriamo di non perdere questo importante treno sociale e culturale, e che magari WIKIleaks non provochi qualche guerra…

Voi fate uso dei wiki? Cosa pensate del polverone che sta scatenando WIKIleaks?

(di Marco Codastefano)

Advertisements

5 pensieri su “Quando l’open source ti cambia la vita – i Wiki

  1. Gian

    uso spesso wikipedia, ritengo che sia una buona enciclopedia, proprio perché tutti possono contribuire a migliorare le migliaia di voci che ormai la compongono… inoltre, proprio per il fatto che si tratta di un’enciclopedia libera, vi si possono trovare articoli che mai sarebbero apparsi persino sulla Treccani, sempre gestiti con un criterio di massima veridicità, con appositi controlli e limitazioni poste dagli stessi amministratori del sito. Per quanto riguarda Wikileaks, ritengo un peccato che sia disponibile solo in lingua inglese xD; sulla presunta utilità di questo sito non saprei precisamente cosa pensare: da una parte è bello vedere come tramite il mezzo di comunicazione più libero (per ora) oggi esistente, ossia Internet, vengano messe in crisi le grandi leadership mondiali ( un effetto che già si stava constatando con l’arrivo della politica su Facebook a mio avviso); d’altro canto proprio la rottura di questo “equilibrio” fra stati potrebbe scatenare reazioni poco felici, e questo si vedrà se verranno pubblicati dei leaks veramente scottanti. Infine mi piacerebbe sapere una vostra opinione su Julian Assange, il fondatore di Wikileaks: che ci guadagna uno che sputtana mezzo mondo e finisce con l’essere ricercato in 13 paesi, facendo tutto ciò?

  2. claudia

    chiedo aiuto a wikipedia circa 10 volte al giorno per chiarire argomenti di studio o semplici curiosità…credo che wikipedia rientri tra le più grandi invenzioni del nostro millennio: un’enciclopedia “portabile” facile da leggere non solo per il modo semplice e didascalico in cui viene scritta, ma anche per la struttura ad ipertesto a cui ricorre. I like so much wikipedia anche perché non si trovano spesso false nozioni (gli argomenti matematici sono scritti precisamente e chiaramente), e, paradossalmente, si rischia di imparare più di quanto si cercasse inizialmente se, colti da una fame di sapere, si inizia a cliccare su tutte le parole evidenziate. Grazie Jimmy Wales!

  3. antonio

    “nessuno vorrebbe (e dovrebbe) studiare “procedura civile” su wikipedia.” SONO PIENAMENTE D’ACCORDO. Sul caso wikileaks sinceramente mi aspettavo molto di più. In realtà la maggior parte delle notizie alle quali viene data rilevanza sono solo notizie di gossip sui personaggi in questione. Solo in seguito ho capito che le notizie più importanti, quelle notizie top secret che raccontano le relazioni tra i vari stati non sono state pubblicate (circa il 45%) e probabilmente non verranno mai pubblicate. Nonostante le forzate polemiche credo sia una mera bolla di sapone…

  4. Eddie (S.D'errico)

    Uso molto wikipedia, ma sempre con la dovuta accortezza, quindi integrando nel caso dello studio con libri, ed appunti. Insomma comodissimo, esaustivo ma comunque non è la bibbia dello studio.
    Per quanto riguarda Wikileaks non credo sia una sciagura e tanto meno la goccia che fa traboccare il vaso, anzi una vera e propria manna dal celo! (più per l’ambito internazionale che italiano), forse è la volta buona che certe verità scomode escano fuori, e che la politica estera sia presa in maniera più seria e rigorosa. Per quanto riguarda l’Italia, niente di nuovo se non la conferma che il nostro premier è decisamente penoso.

  5. Francesco

    Il concetto di wiki ha rivoluzionato la nostra vita.
    Wikipedia ha rappresentato il vero compimento della conoscenza condivisa, in cui oltre ad essere condivisibile il processo di consultazione lo diviene anche quello di scrittura, verifica e aggiornamento continui.
    Per quanto riguarda Wikileaks, la straordinarietà dell’evento non sta tanto nel contenuto delle rivelazioni [pensavate realmente ci fossero rivelazioni sconvolgenti da file con grado di riservatezza “SECRET”, uno dei livelli di riservatezza meno elevato nel sistema di secretazione made in USA?], piuttosto la novità sta nella rivoluzione del modo di fare informazione. Per la prima volta una notizia “programmata” e non semplicemente di cronaca trova spazio prima su internet che sulla carta stampata e per la prima volta si realizza una vera e propria commistione di media nell’affrontare l’evento. tutto questo è ben spiegato, più di quanto possa farlo io, in un articolo di oggi della Repubblica di massimo razzi (http://www.repubblica.it/esteri/2010/11/28/news/il_giorno_che_cambi_l_-9619865/index.html?ref=search)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...