COS’E’ “SOPITO” DENTRO DI NOI?

Standard

Quadro rappresentante Fernando Pessoa

Nella mia mente è sopita una poesia
che esprimerà la mia anima intera.
La sento vaga come il suono e il vento
eppure scolpita in piena chiarezza.

Le parole del poeta Fernando Pessoa sembrano ricordare in qualche modo quelle del filosofo Platone, sembrano ricordarci in qualche modo la sua teoria sulle idee.
Per Platone infatti le idee sono il modello, il canone delle cose che appartengono al nostro mondo materiale. Quest’ultime sono fatte a immagine delle idee, ma, appunto, sono solo delle copie, non “sono” realmente.
I Greci hanno sempre avvertito la spaccatura tra idee e realtà come insanabile, e hanno sempre cercato di colmarla attraverso l’arte: all’arte infatti è affidato il compito di rappresentare l’armonia e la perfezione del mondo delle idee, di fare da mediatore tra le due entità.
Per Platone le idee sono dentro di noi, le conosciamo anche se inconsciamente, come se fossero sopite da qualche parte dentro la nostra anima, come se fossero “una felice bruma intorno al pensiero”.

Non ha strofa, verso né parola.
Non è neppure come la sogno.
È un mero sentimento, indefinito,
una felice bruma intorno al pensiero.

Il problema è: abbiamo tutti una poesia sopita nella nostra mente e non siamo in grado di esprimerla? Ciò che ci offre il mondo è sufficiente a tirare fuori tutte le nostre potenzialità? Se qualcosa fosse andata diversamente nella nostra vita avremmo potuto scoprire potenzialità sopite dentro di noi?


Giorno e notte nel mio mistero
la sogno, la leggo e riprovo a sillabarla,
e sempre la parola precisa è sul bordo di me stesso
come per librarsi nella sua vaga compiutezza.

Socrate diceva che anche solo conoscere l’idea che è dentro di noi, riconoscerla e contemplarla intuitivamente è tutto. Costituisce già la salvezza.
E quindi, prima delle conclusioni di ciascuno di noi, ascoltiamo quella di Fernando Pessoa:

So che non sarà mai scritta.
So che non so che cosa sia.
Ma sono contento di sognarla,
è una falsa felicità, benché falsa, è felicità.

(di Alice Urciuolo)

6 pensieri su “COS’E’ “SOPITO” DENTRO DI NOI?

  1. claudia

    che bel post alice!mi ha trasmesso tranquillità e piacere nel leggerlo…complimenti sono molto belli i riferimenti ai testi poetici.

  2. Lino

    Mi è piaciuto molto il tuo post,e altrettanto la scelta dell’immagine..è un bel binomio che come ha detto bene anche Claudia,trasmette piacere e tranquillità nel leggerlo!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...