Silvio Berlusconi, uno di noi…

Standard

Il binomio Berlusconi-comunicazione è al centro della discussione politica italiana da oltre 15 anni. Questo argomento può essere approfondito da più punti di vista: da quello giuridico, come abbiamo fatto la settimana passata, da quello della strategia economica-comunicativa, o della strategia linguistica e d’immagine, che affronteremo oggi.

Nonostante negli ultimi periodi abbia scelto di comparire nelle varie trasmissioni come una entità trascendente che non si concede al contraddittorio o alla semplice replica, la storia delle scelte linguistiche di Berlusconi è ben più complessa.

Sono ormai note le sue barzellette con tanto di bestemmia, tutti ricordano le corna che ha mostrato in una foto ufficiale, la famosa bandana che indossava in una foto con Tony Blair, il suo cucù alla cancelliera Angela Merkel. Un presidente tutt’altro che rigoroso nei modi di fare. Un presidente che vuole apparire “umano.

A fronte di ciò, la popolazione italiana si divide in maniera drastica in 2 categorie: chi si indigna, e chi … sorride.
Cosa rappresenta Berlusconi, per i primi, è ormai cosa nota; ma per i secondi? Berlusconi è “Il sogno italiano”: ricco, potente, celebre e immune al tempo che scorre.

Berlusconi è un “fenomeno linguistico” e, di conseguenza, culturale. La ragione principale di questo successo risiede nel suo fascino di comunicatore, unito alla sua “profonda umanità”.

Umano in quello che fa. Racconta barzellette, fa le corna, prende in giro i colleghi; si arrabbia e riaggancia il telefono a Floris a “Ballarò”. Insulta Gad Lerner a “L’infedele”. Capisce di calcio, dice le parolacce, adora le donne, le feste, la compagnia. Vuole bene alla sua famiglia. Berlusconi è uno di noi, è come noi.

Umano in quello che dice: il suo linguaggio è sintatticamente semplice. Come scrive Edmondo Borselli, Berlusconi si affida a un “italiano composito, un pastiche di antico e ultramoderno, di complesso e semplice, di filosofia della vendita e di continua captatio benevolentiae“.

Berlusconi dice alla gente quello che vuole sentire, usa parole che la gente ama ascoltare. E’ familiare. Adora i vocaboli desueti: “obsoleto, liberticida, consono ed esteticamente plaudibile”.

E’ entrato a far parte del linguaggio quotidiano al punto tale che molte espressioni sono diventate un collegamento obbligato alla sua persona. E’ nel nostro modo di parlare. “Mi consenta” è la sua più tipica delle espressioni, unita al ripetuto uso del passato remoto.

Ma il vero punto di forza di Berlusconi è che, cambiando pubblico, egli sa che deve cambiare codice.

Nel colloquio con Prodi, nel 2006, utilizza espressioni come “Tesi bislacca” e “frottola”, “spudoratezza” e “adulterazione della realtà”. Definisce il comportamento di Rutelli “ignobile“, e poi sfodera l’aggettivo “bieco“. L’obiettivo è prendere le distanze? Funziona.

In risposta alle accuse di adulterio seriale della moglie Veronica Lario, Berlusconi si affida a un linguaggio ottocentesco, per l’elettorato conservatore: “ero recalcitrante“, “sono giocoso ma anche orgoglioso”, ” anche quando dalla mia bocca esce la battuta spensierata, il riferimento galante, la bagattella di un momento”. L’attenzione al linguaggio si sostituisce ai fatti oggetto di accuse, e ancora una volta, funziona.
Ma quando Berlusconi entra in politica, è la volta del linguaggio da stadio:
“discesa in campo”, “gioco di squadra”, “squadra di governo”. Questo funziona.

Quando, invece, si reca a L’Aquila, distrutta dal terremoto, è un camaleonte portatore di una risata. Racconta la famosa barzelletta contornata da una bestemmia, e fa ridere le persone. Poco consono alla situazione? Forse. Ma è stato sicuramente molto apprezzato sul momento.

Berlusconi ama parlare della sua Italia. “Noi italiani”, afferma il premier, “siamo un autentico rompicapo per gli amici stranieri.” Una retorica semplice. “Città pacifiche, meravigliosa intelligenza mediterranea, cantiere di lavori in corso, paese inaffondabile.” I giovani sono “i nostri giovani”, “i giovani figli dell’Italia”. Le donne sono “il cardine assoluto della famiglia”; non ci sono poveri, disoccupati o disabili, ma solo “persone meno fortunate, indigenti” o semplicemente “quelli che sono rimasti indietro.”

Ma non dimentichiamoci quanto Berlusconi tenga al futuro: “la costruzione del futuro, la certezza del futuro, proteggere il futuro, guardare con fiducia al futuro, siamo proiettati nel futuro, un futuro degno del nostro passato”.

Ma lasciando stare il futuro, guardando il presente, tutto è diventato un gioco di specchi; ed è difficile distinguere chi riflette chi.

E’ Berlusconi la causa della volgarità e della mancanza di onestà che domina la società italiana? O ne è semplicemente la manifestazione esasperata e amplificata?

Carolina Altobelli

57 pensieri su “Silvio Berlusconi, uno di noi…

  1. GAIA

    Bell’articolo! Ho sempre sostenuto che: ogni popolo ha il governante che merita! E dunque, essendo breve e coincisa, salto subito all’ultima domanda del post:” E’ Berlusconi la causa della volgarità e della mancanza di onestà che domina la società italiana? O ne è semplicemente la manifestazione esasperata e amplificata?” e rispondo che, a mio modestissimo parere, Berlusconi non è che la manifestazione esasperata ed amplificata della “bassezza morale” che domina, TALVOLTA, la società italiana! Mi rincuora che, sebbene, per molti egli sia quasi un IDOLO e li faccia sorridere con le sue “bassezze”, esiste una fascia della popolazione, altrettanto ampia, che ci trova ben poco da ridere e che si indigna davanti al suo comportamento pubblico o privato che sia. E’ arrivato il momento che questa seconda parte di popolazione diventi la maggioranza e faccia, seriamente, qualcosa per mandarlo a casa!!io sono STUFA di vergognarmi del “mio” Presidente e voi?

  2. Antonio

    Prima la propaganda e poi le riforme, prima il consenso e poi il Governo e se non si riesce a governare che problema c’è? si rivota e si rivince! B. non attua le riforme per riavere i consensi, al contrario osserva “la pancia degli italiani” (come direbbe qualcuno) e su di essa basa tutto il suo essere politico. E’ questo l’elemento che fa di Berlusconi il più “atipico” (oggi mi sento galante) dei politici della storia italiana…

  3. Pietro

    Ci sono vari elementi da analizzare per spiegare il sistema Berlusconi, il primo dei quali è senza dubbio l’ambiente in cui viviamo. Noi, studenti in maggior parte non amiamo il premier, abbiamo le nostre belle tesi il nostro codice etico, la nostra morale. La stragrande maggioranza degli italiani però non è fatta da studenti, ma da uomini e donne che lavorano e dedicano ben poco tempo all’informazione, soprattutto stiamo parlando di persone di estrazione sociale completamente diversa dalla nosta. Tutto questo preambolo per dire che secondo me se noi andassimo a chiedere a chi la politica non la vive, a chi non vive di cultura, ma pensa solo a condurre la propria vita al meglio delle proprie possibilità vedremmo che è lì che noi diveniamo da maggioranza a sterile minoranza, il fatto che in questo paese la percentuale di laureati sia tra le più basse d’europa deve far rilettere, e certo è uno dei fondamenti del “Berlusconismo”, il fatto di avere una opposizione più collusa della stessa maggioranza(vedi conflitto di interessi) non aiuta.
    Concludo dicendo che ogni tanto dovremmo anche chiedere a chi la politica la vede con il binocolo cosa ne pensi, alla fine, cioè quando si vota, sono lorpo a fare la differenza!!
    In quella parte bisogna lottare, non nei salotti buoni dove ormai sappiamo come si pensa e come ci si esprime…

  4. lucilla

    Non credo che Berlusconi sia il portatore della bandiera della volgarità…..si sta sperperando tanto di quel denaro pubblico in intercettazioni, pedinamenti e via dicendo che il tutto mi sembra cadere nel ridicolo!!
    Se a Berluscini piacciono le femmine…a noi cosa deve importare??…Se fa feste e festicciole…a noi cosa interessa??…..Ma lasciamolo lavorare….che sta società sta andando a rotoli!!!

    • GAIA

      A noi cosa deve importare??? non si parla di feste e festicciole ma del REATO di sfruttamento della prostituzione e non è certo il primo reato di cui è accusato. E’ già vergognoso avere come premier una persona che ha in corso, non uno, ma svariati processi, ora che debba anche fare festini erotici con minorenni a me sinceramente sembra eccessivo. Marrazzo per essere andato con i trans, più che MAGGIORENNI, è stato visto quasi come l’anti-cristo e ha avuto il buonsenso di dimettersi, Berlusconi deve continuare invece a “lavorare” in santa pace?? Che poi, lavorare è un parolone… non mi sembra che per il resto (esclusi i suoi scandali) il Paese stia attraversando una fase rosea!

  5. lucilla

    Se il paese non sta attraversando una fase rosea non è certo colpa di B. a mio avviso….ma , bensi , frutto di una politica monetaria restrittiva e non a livello nazionale…..bensì europeo…..Non è B. che ha il potere di muovere tassi,offerte di moneta ecc…..Se la nostra economia va male i fattori responsabili sono ben altri…

    • GAIA

      si certo che non può essere solo colpa di Berlusconi!Dal tuo precedente commento sembrava quasi: la società va a rotoli perchè noi anzichè far lavorare Berlusconi,pensiamo ad accusarlo per i suoi, alquanto OPINABILI, comportamenti e vizietti! quindi volevo solo specificare che già prima che emergessero tali scandali non è che il Paese fosse in condizioni migliori di quanto lo sia adesso, forse aveva solo una maggiore (ma leggermente!) credibilità agli occhi dei nostri vicini europei!

    • Francesco Baratta

      Innanzitutto grazie a Lucilla,
      che esprime con forza le proprie idee anche se contrarie al comune sentire del blog. Da tempo ci lamentiamo dell’assenza di tutto ciò su puntofuturo (dato che coloro che ricoprono ruoli che dovrebbero spingerli a farsi sentire, invece latintno.).
      Però cara Lucilla non posso mancare dal dissentire. Persone che ricoprono un ruolo pubblico di guida non possono prescindere da una condotta etica (e non solo morale!) ineccepibile. Ed il perchè di questa mia idea è rintracciabile tra le trame di questa vicenda: un presidente del consiglio non dovrebbe essere ricattabile in nessun modo, e Silvio invece lo è. Lo è a tal punto che per evitare un casotto concussa un pubblico ufficiale. E questo è sufficiente, aldilà della pruderie che ci sta inondando in questi giorni.
      E per quanto riguarda le politiche economiche non si può incolpare l’unione europea alla quale va invece, almeno in parte, imputata la nostra sopravvivenza alla crsi. Senza una moneta forte sul groppo (e la lira di certo non lo era) anche tremonti, che ha dei meriti innegabili in tutto ciò, avrebbe potuto poco. Così come non si può discolpare l’uomo che negli ultimi 19 anni ha governato per 12, con due delle legislature a più larga maggioanza della Repubblica…

  6. Antonio

    anche secondo me ognuno a casa sua può fare il proprio comodo ma aggiungerei a questa frase un bel RISPETTANDO LE LEGGI DELLO STATO, quindi, visto le accuse rivolte alla sua persona, sarebbe il caso che ne rispondesse di fronte ad un giudice competente.

    E’ innegabile però che questa faccenda, che ognuno può giudicare in base ai suoi principi etico-morali, pone un serio problema politico per mille motivi che credo siano evidenti. Cosa dovrebbe fare secondo voi B.? continuare a sostenere la sua tesi che lui è vittima di un complotto mediatico e quindi legittimare la sua politica di intrusioni televisive a loro volta MEDIATICHE, oppure affrontare il problema e sottoporsi a giudizio?

    perchè il problema questo è! i fatti sono che, a torto o a ragione non spetta a me deciderlo, il “ruby gate” sta bloccando l’agenda politica del Paese e l’unico che può risolverlo è solo lui: B.! vi pare normale che una ragazzina blocchi un Paese?

  7. Carolina :)

    Articolo 54 Cost.:

    Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi.
    I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.

    Quello che penso io è che semplicemente, Berlusconi stia in primo luogo non adempiendo alle funzioni pubbliche, in quanto risucchiato dal turbine delle sue vicende personali; in secondo luogo ha dimostrato la TOTALE ASSENZA DI DISCIPLINA E DI ONORE, per i motivi che ho riportato nell’articolo.
    La mia modesta opinione è semplicissima: poichè oggetto di pesanti accuse, si faccia processare. Punto! Ma prima ancora del giudizio dei giudici, che è loro competenza, l’osservazione che ogni comune cittadino può fare è che Berlusconi sta offendendo il buoncostume con i suoi comportamenti.
    Deve rispettare la posizione che ricopre, deve rispettare le leggi, se si presume che le abbia infrante, ha il dovere di presentarsi dai giudici e fare chiarezza.
    Questo limbo in cui ha trascinato se’ stesso, la politica, l’informazione, non fa bene a nessuno e per rispetto dell’elettorato Berlusconi deve tirarci fuori, deve tirarsi fuori da questo pantano e può farlo solo sottoponendosi a un processo.
    Se Ruby era una povera 17enne che lui ha generosamente aiutato in cambio di niente, lo chiarirà un processo. Per adesso è come il gatto di Schroedinger nella scatola chiusa; che Berlusconi apra la scatola! Che si faccia processare! E vedremo se il gatto è vivo o meno. Se egli è innocente o meno. Ma lo faccia!

  8. Eddie (S.D'errico)

    @Lucilla io non mi chiedo se a b (si uso la lettera minuscola!) piacciano o meno le donne(donne non minorenni!), a me importa che qualsiasi cosa lui faccia, sia in sintonia con il rispetto delle leggi sancite da quella costituzione che ogni giorno lui tenta di calpestare(magari mi dirai pure che non è vero), come vale tutti noi del resto.
    Non attribuirei la colpa a lui per quanto riguarda l’inquinamento della società da parte di questa mancanza di onestà(aggiungerei senso civico), e della volgarità, o per lo meno non tutta a lui che senza dubbio ha dato un grande contributo, ma ovviamente la fetta più grossa della colpa è da attribuire a noi stessi(italiani).
    Condivido e prendo atto del fatto che una ragazza(o ragazzina!?) ruby per intenderci, blocchi un intero paese che ha bisogno di riforme, ma allo stesso tempo non posso non accorgermi che questo governo “del fare”, in realtà ogni giorno che passa si rivela “fannullone”, perché Napoli resta immersa nell’immondizia, l’Aquila nelle macerie, e l’Italia tutta in un mare di precarietà.
    Ma sarà veramente colpa di questa “politica monetaria restrittiva e non a livello nazionale…..bensì europeo”???

  9. lucilla

    @francesco: grazie mille!!
    @eddie: quando affermavo che la colpa di questa società, sempre più allo sfacio, non è di B. (o meglio nn solo di lui) ma ha imensioni ben più ampie mi riferivo , prettamnete, all’ambito economico, il livello del reddito familiare, imprese in crisi, piccoli esercizi commerciali che chiudono e così via.
    Per quanto riguarda, invece, l’ambito morale( che a mio avviso pesa di meno nelle mie tasche, perchè ciò che mi interessa è che l’economia del Paese vada bene…..non dico che la moralità non sia importante ma….c’è ben altro di cui preoccuparsi) forse B avrà violato la deontologia politica o forse no…..le prove vanno messe sul tavolo…chiare e precise….la cosiddetta VOX POPULI…..nn sono prove…….dal momento in cu ci saranno tali prove….sarò io stessa ( su punto futuro) ad affermare di essermi sbagliata alla grande.

  10. Carolina :)

    Io credo però, per rispondere a Lucilla, che quando un paese è in crisi è dovere del governo attuare misure per risanare la situazione. E al capo del governo c’è B., troppo impegnato nelle sue vicende personali per curarsi del nostro bisogno di riforme, del bisogno che il paese ha di essere guidato. L’ambito morale non è di così poca rilevanza! I politici sono, volenti o nolenti loro ( e anche noi ) degli esempi per le persone. . Ma questa è solo la mia opinione. Io pretendo che al governo non ci siano persone indagate per svariati reati, è nel mio pieno diritto di cittadina e elettrice.

  11. Pietro

    Il vero scandalo è il processo Mills, questo è solo un altro capitolo da cui uscirà più forte di prima…spero di no ma è così!
    Concordo poco con Lucilla sull’aspetto economico, questo governo doveva fare la rivoluzione liberale, e invece i mercati sono più chiusi rispetto a 10 anni fa.
    Doveva detassare gli industriali…
    Doveva togliere burocrazia alla cosa cosa pubblica..
    Doveva informatizzare la pubblica amministrazione…
    Doveva far diventare l’Aquila una delle New Town italiane…
    Doveva fare il Mose a Venezia
    Doveva fare le infrastutture, la tav, e tutte le altre opere pubbliche sbandierate( ricordate Berlusconi con le lavagnette? o me lo sono immaginato?)….queste sono attività che aiutano per non dire che sono la base per avere una economia “in forma”, e questo non è stato fatto, quindi parliamo di fatti..e su quelli non c’è scusante

    • GAIA

      Per quanto possa essere d’accordo o meno sulle varie riforme che aveva proposto il governo, CONCORDO con pietro sul fatto che nessuna di esse è stata realizzata e certo non si può dare la colpa all’UE (su questo punto sono d’accordo con quanto espresso da Baratta nel commento precedente) o agli scandali da cui è stato travolto Berlusconi. E’ il governo delle parole, non certo dei fatti…

  12. Claudio

    Su invito di “punto futuro” in FB pubblico anche in questo blog quanto detto in FB
    come risposta all’ultima domanda della nota di Carolina:
    Berlusconi è la causa della volgarità e della mancanza di onestà che domina la società italiana ed è il più adeguato rappresentante di chi si arricchisce con la volgarità e la mancanza di onestà. Essendo predisposto dalla sua megalomania, a Belusconi risulta molto facile amplificare ed esasperare il peggio che una parte di italiani esprime.

  13. Davide

    @lucilla non sarà Berlusconi a detenere l’intero capitale europeo e non è certamente lui che deve rimettere in sesto tutta l’economia, ma forse iniziare a dare risposte sarebbe plausibile, oltre che fondamentale. Invece lui pensa alle barzellette, alla televisione, alla super notorietà, ai suoi affari e non si accorge che c’è chi si uccide perchè non riceve i 5 euro di paga che gli sarebbero spettatti…

  14. lucilla

    @gaia e pietro……io non ho mica detto che la colpa è dell’Unione Europea se B. non rispetta il programma politico!….Ho solo detto che la crisi ( in termini monetari) la si sente perchè c’è qualcosa che non va nei piani ancor più superiori del presidente del consiglio. Per quanto concerne invece il peso e di imposte e di tasse (quindi in termini fiscali) allora concordo cn voi nel dire che bisognerebbe far di più.
    @carolina: hai ragione nel dire che qnd un Paese è in crisi quest’ultimo dovrebbeattuare prendere misure per risanare la situazione però , a mio avviso, la crisi che stiamo vivendo deriva da un’altra realtà (quella americana)…che via via si sta facendo sentire anche da noi!!……
    Non dico che b. sia un santo, il leader in assoluto ecc…. però credo anche che l’attuale crisi sia proprio causata da tutto il processo evolutivo , nonchè altamente speculativo,avutosi nei mercati finanziari (ossia a causa degli strumenti derivati, subprime)…quindi b. può farci ben poco cn le sue riforme.

  15. Hey Jude & Diva

    “Non temo Berlusconi in sé, temo Berlusconi in me”. E ci rispecchiamo in queste parole di Gaber tanto quanto nel timore che questa persona possa assuefarci con il potere della parola. Quanto è importante questo mezzo è realizzabile dalla storia del passato, dai grandi capi carismatici che forse hanno ben poco da invidiare al nostro in tale ambito. “Tornerà l’età dell’oro” dice il Vecchio Maggiore orwelliano suscitando ebbrezza tra il pubblico animale “impensabili ricchezze, orzo, fieno e buon trifoglio”. Basta allora sentire ciò che si vuole per piegarsi o forse solo per assimilare superficialmente situazioni, senza che esse filtrino realmente attraverso le nostre percezioni, senza il tempo o la volontà semplice di volerle intendere secondo il loro peso, trascurandole, facendo di loro solo parole.!Uno strumento condizionante. E se allora si potenziasse, se si comprendessero i meccanismi più sottili per giungere distaccati ad orecchie legate, dove possiamo arrivare? La via di risoluzione non è che l’ascolto.

  16. Carolina :)

    Non ho mai detto che è Berlusconi la causa della crisi in cui versa l’Italia, ma non credo di sbagliare se dico che non sta facendo niente per migliorare le cose. E’ compito suo, non mio, quello di trovare strategie per risollevarci dalla crisi. Ma ora non sbaglio nemmeno a dire che non sta assolutamente facendo il suo dovere.

  17. Claudio

    Gli Italiani che hanno votato Berlusconi sono stati circa il 30% di quelli che sono andati a votare. Governa perchè è alleato con la Lega che si è presentata senza la faccia di Berlusconi nel suo simbolo. Bisognerebbe finirla di dire che la maggioranza lo ha votato perchè non è così.
    Essendo predisposto dalla sua megalomania a Belusconi risulta molto facile amplificare ed esasperare il peggio che una parte di italiani esprime e riceverne il consenso. Risultato è che Berlusconi riceve il consenso da quelli come lui che non sono la maggioranza degli italiani.
    In questo momento secondo i sondaggi il “suo” PDL (ne è il padrone) ha il 27% di consensi quindi poco più di un quarto degli Italiani. L’effetto è che con il suo stile di vita emulato dai fanatici, Berlusconi causa il peggioramento morale di questo paese che ogni giorno degrada sempre di più di fronte al mondo. Il Governo è continuamente bloccato a difendere le deboli posizioni in cui lui si caccia ogni giorno e sempre più in peggio. Berlusconi anzichè occupparsi dei problemi di tutti gli italiani pernsa ogni giorno in modo egoistico a risolvere i propri.
    Continua a dire di essere perseguitato ma la verità è che siamo noi italiani ad essere perseguitati dalla presenza ingombrante di questo megalomane. In molti del suo partito lo hanno lasciato perchè hanno capito di avere a che fare con un padrone non con una persona democratica che ammette dissensi interni e ne coglie gli aspetti positivi.Molta gente lo sta finalmente capendo e sta capendo che nel Berlusconismo non c’è spazio per destra, sinistra o centro ma solo per chi fa come dice lui un individuo adatto per chi ama i regimi autorirari.

  18. francesco89

    ma scusatemi Berlusconi ha vinto le elezioni, il popolo lo ha votato, di cosa ci lamentiamo?!?!? di quello che fa a casa sua?!?!? l’Italia è un paese che ha bisogno di riforme vere e concrete, la magistratura invece di pensare a Berlusconi perchè non pensa a tutta quella gente che invece di stare in carcere sta fuori a spasso?!?!? il consiglio che posso dare alla sinistra invece di criticare il suo stile di vita perchè non lo attacca sul piano politico?!?!? qui si parla di stile di vita non di problemi veri dell’Italia.Infine lui è indagato per prostituzione minorile ancora non è stato condannato finchè non c’è condanna non si può parlare

    • Carolina :)

      Allora, ti rispondo per ordine:
      di cosa ci lamentiamo di quello che fa a casa sua?!?!? : a casa sua Berlusconi può fare quello che vuole, ma, come ha detto gia Antonio, NEL RISPETTO DELLE LEGGI DELLO STATO. E’ quello che sta facendo?! NO.

      La magistratura invece di pensare a Berlusconi perchè non pensa a tutta quella gente che invece di stare in carcere sta fuori a spasso?!?!? :il primo che dovrebbe stare in carcere e invece NON SOLO STA A SPASSO, ma sta anche alla presidenza del consiglio, è proprio Berlusconi! Se invece non è colpevole, perchè non si fa processare? faccia chiarezza, punto e basta.

      il consiglio che posso dare alla sinistra invece di criticare il suo stile di vita perchè non lo attacca sul piano politico?!?!? : non so se ti riferisci alla sinistra in quanto tale, o a me che ho scritto questo post in quando persona di sinistra .. però vorrei precisare che l’ho scritto in qualità di cittadina indignata di fronte a un comportamento così poco coerente con la posizione che il Premier ricopre.

      Infine lui è indagato per prostituzione minorile ancora non è stato condannato finchè non c’è condanna non si può parlare: sono d’accordo, deve essere considerato un presunto innocente. E questo va bene; ma vorrei aggiungere che, come ogni comune cittadino indagato per non uno, ma svariati reati, ha il dovere, in quanto cittadino e in quanto capo del governo, di farsi processare e di chiarire la situazione. Essere indagato non è compatibile con il ruolo che egli ricopre.
      Passo e chiudo.

  19. Eddie (S.D'errico)

    @francesco89 e lucilla

    Evitiamo di confondere le cose scendendo nel qualunquismo e nella demagogia, vorrei ricordare che questo non è un dibattito sportivo non ci sono tifosi(non dovrebbero).
    Qui nessuno parla di stile di vita(che può essere condivisibile o meno) qui si parla di reati gravissimi di cui la magistratura si sta occupando come giusto che sia, e quando dici “gente a spasso” è palese che ti stai riferendo a battisti(chiarisco che sono concorde sul fatto che debba essere processato in Italia), ma non lamentarti della magistratura perché come dovresti sapere non è sua competenza(o non del tutto), lamentati di Lula e del Ministro degli esteri Frattini più tosto.
    Inoltre vi dico che l’alternativa a sinistra c’è già, e non solo sul piano politico, e soprattutto civile quindi evitiamo anche inutili moralismi.

    Mi permetto infine di invitare tutti i partecipanti al dibattito che il tema del post è stato sforato1!, qui non si parla di Berlusconi processato o no, ma bensì se quest’ultimo in qualche modo abbia condizionato o meno l’attuale decadimento della società, se la volgarità, la mancanza di senso civico, e di onestà sia dovuta anche a lui e al suo esempio, io la mia risposta l’ho già data, ma molti ancora no.

  20. Pietro

    Dal punto di vista comunicativo è un grande, ma il suo appeal lo esercita sempre su una fascia di persone che a mio modestissimo parere non vivono di politica. Chi più o meno vive nel mondo reale sa che le tesi sbandierate da Berlusconi sono poco attuabili.
    Dobbiamo tornare a parlare di politica, di tutto ciò che è cultura, così e non a colpi di magistratura si batte il Silvio!

  21. francesco 89

    @carolina

    mi dispiace ma contestate il piano etico di berlusconi e non politico,a me neanche piace quello che sta facendo però è rimasto l’unico modo per farlo cadere,il tentativo di farlo cadere “politicamente”il 14 dicembre è fallito,ora invece si attacca Berlusconi sul piano etico e questo è sbagliato perchè non si possono chiedere le dimissioni per quello che fa a casa sua,bisogna sempre sapere se è vero,se veramente lui è stato con una minorenne,non si posso chiedere le dimissioni sulle “ipotesi”

    @simone
    per “gente a spasso” è riferito a tutti quelle persone che grazie all’indulto sono a “spasso” o ad altre persone che ancora aspettano condanna per omicidi ecc. e fidati che sono tanti

    • Carolina :)

      Ma hai letto quello che ho scritto? Io ho detto che poichè è indagato deve farsi processare, punto. Dove hai letto ETICA? Nessuno sta attaccando il piano etico, qua si parla di rispetto delle leggi.
      A casa sua te lo ripeto ci fa quello che vuole, MA NEL RISPETTO DELLA LEGGE. Rispondi a quello che ho scritto io in maniera pertinente, per favore.

  22. francesco89

    @carolina

    sono sicuro di averti risposto in maniera pertinente e sono sicuro anche di un altra cosa che avete proprio stufato di difendere la magistratura!

    perchè il problema non è berlusconi che deve essere condannato,il problema è che a tutta l’intera magistratura non ne può più di berlusconi,ecco qual’è il problema carolina…

  23. Carolina :)

    Qui si parla di Berlusconi che è stato accusato pesantemente e si rifiuta di farsi processare, questa è la verità! non raccontiamoci cavolate per favore! La magistratura ce l’ha con Berlusconi? ma abbiate pazienza, questo signore è un pover’uomo perseguitato che invece non ha fatto niente di niente, nessuna delle accuse è fondata, niente è vero?
    Tu lo stai difendendo strenuamente ma ancora non capisco perchè lo fai… Se fosse un altro qualunque politico o cittdaino, saresti così gentile nel parlare di lui? Mi spieghi perchè non si fa processare? io chiedo solo questo.

  24. Francesco 89

    Io non difendo berlusconi anche perché non sono berlusconiano… Ti ribadisco per l’ennesima volta Carolina che ti piaccia o no lui e’stato votato ed ha vinto le elezioni ed e’giusto anche per rispetto della volontà popolare che arrivi fino alla fine del mandato! Ma e’ normale che una ragazza accusa un presidente del consiglio senza uno straccio di prova?!?!?! E’ normale che i giornali sono i primi ad avere le intercettazioni prima dei tribunali?!?!? Le chiamate senza senso di berlusconi sono in prima pagina ogni giorno quelle della mafia vengono ritrovate dopo anni…e’chiaro che quello che fa Berlusconi non importa niente a nessuno ed e’chiaro anche che se va o no in tribunale non e’un problema mio

    • Antonio

      mi spiace Francè ma questo non è proprio vero: art 3 Cost principio di uguaglianza. Più fatto politico di questo io non ne trovo. Noi tutti dobbiamo essere uguali alla legge. Sai bene perchè non si fa processare mai…suvvia, non difendiamo l’indifendibile…su tutto si può discutere ma su questo proprio no😄

  25. lucilla

    concordo con Francesco….i magistrati, sono diventati inneffabili. La verità è che non ne possono più di Berlusconi….e ne sono fermamente convinta….qui nn si sta parlando di un reato ( mi riferisco al caso ruby) ma si sta costruendo un reato , tanto da far scaldare gli animi e sperare nelle dimissioni del Presidente del Consiglio. Dico così perchè se nn ci sono prove evidenti non possiamo additare nessuno. Quali prove ci sarebbero per i lcaso Ruby?….Se si considerano prove ciò che una persona può andare lillandando a destra e a manca ….beh stiamo messi male.

  26. Antonio

    mi permetto di dire la mia nonostante sia sorto un ottimo dibattito, devo dire acceso ma con rispetto:

    – ribadisco che ognuno fa il comodo suo nel pieno rispetto delle leggi, ed in casa B. è tutto da dimostare;
    – è sicuramente vero che B. dalla sua ascesa in politica è preso d’assalto dai molti magistrati.
    – è sicuramente vero che B. ha creato leggi per i propri comodi (vedi legge Gasparri del 2004, per altro trattata da me e da Paolo nel post di qualche giorno fa)
    – è sicuramente vero che B. ha un conflitto d’interesse che solo in Italia abbiamo.
    – ultima cosa: è sicuramente vero che, nonostante la mole di intercettazioni fatte siano un numero abnorme e per certi versi anche esagerato, non si possono ignorare i contenuti di tali intercettazioni le quali illustrano delle verità incontrovertibili. Che si provi o meno che B. sia uno che si porti a letto le ragazze più fiche a me non interessa, ma mi interessa da cittadino che in un ufficio politico come la sua casa di Arcore entrano in maniera disinvolta tutte queste donne socialmente utili, mi interessa che una come la Minetti tutto può fare tranne che politica e sappiamo tutti perchè, mi interessa che forse c’è un caso di concussione, mi interessa che B. forse abbia favorito la prostituzione, e soprattutto mi INTERESSA che con tutte queste cose sia DISTRATTO DALLA SUA ATTIVITA’ POLITICA che è fondamentale per tutti noi. Per questo vorrei che B. sia processato al più presto dal tribunale competente (come accadde per Clinton) e che quindi porti a termine la vicenda, con buona pace sua e del pdl, dei magistrati, della politica e dei CITTADINI.

    Credo che tutti questi elementi che ho appena elencato non siano altro che la verità.

    • ma io sta cosa non l’ho proprio menzionata! mica ho detto che è legale, ma non mi ci vuole un giudice a farmi capire, anche se non è dimostrabile, che la ruby è na mignottella affidata alla minetti che è un’altra mignottella! e dai francè…sti specchi li stai a consumà su…XD

      • Francesco 89

        Antonio e’ una precisazione la mia…visto che all inizio era stato attaccato anche su questo…non ho bisogno di arrampicarmi sugli specchi perché il pdl non mi interessa sono solo punti di vista…d’accordo che tutti devono essere uguali davanti alla legge non e’ l unico che non si presenta…ma le altre forze politiche che hanno fatto per evitare che il lodo Alfano? Niente!votato tra l altro dai finiani che oggi lo attaccano su questo…con questo voglio dire che nel parlamento c’e coerenza zero,bisogna cambiare Antonio…

  27. lucilla

    Concordo con Antonio, B. deve difendersi ma, no pensate che la competenza anzichè dei magistrati sia del Tribunale dei Ministri?….motivo in questo senso la mancata presenza di B. davanti ai magistrati.

  28. Anonimo

    Premetto che non sono un estimatore del Presidente del Consiglio, sicuramente in alcune situazioni che si sono venute a creare in questi ultimi tempi, non ha mostrato un comportamento esemplare per la carica che ricopre; ma il popolo è sovrano!
    Con ciò vorrei porgere alla vostra attenzione che, dal mio punto di vista, per sconfiggere il PREMIER non c’è bisogno di scatenare degli scandali giuridici( laddove servono delle prove concrete per indagare una persona), vi ricordo che da molti decenni in politica esiste questo motto: si parli bene, si parli male, L’IMPORTANTE CHE SE NE PARLI!
    E sicuramente chi sta adoperando ormai questa strategia politica(da parte della magistratura e di alcuni partiti) significa che non ha argomentazioni tali per sconfiggere Berlusconi dal punto di vista politico.
    Dovrebbero a mio modo, essere vicini alle molte problematiche che versa il nostro paese; facendosi portatori nelle istituzioni ed enti di competenza con delle interrogazioni, mozioni, dando così la propria soluzione alle molte criticità.
    Questo significa fare OPPOSIZIONE!
    Ma di certo come si fa a credere ad alcuni esponenti di partito che quando erano al potere, hanno realizzato la crisi del governo Prodi e per 6 mesi tutti noi abbiamo potuto notare una lotta tra di loro per aspettare i tempi che gli permettevano di acquisire la pensione da onorevoli! MAH secondo me non è cambiato molto da quel lontano 2008 e di certo; un altro esempio lampante è la situazione critica del secondo partito d’Italia, laddove cambiare leader ogni anno non è una garanzia agl’occhi della popolazione italiana.

  29. Pietro

    @ Anonimo:

    Mi dispiace non poter sapere chi ha lasciato il commento precedente.
    Detto ciò, credo che molte delle tue argomentazioni siano esatte, credo che il vero e unico modo per sconfiggere il capo del governo sia la POLITICA, quella vera.
    Credo anche però che non sia possibile nemmeno andare avanti con questa situazione, si sta rischiando un Craxi bis, e credetemi per me sarebbe una grande sconfitta da italiano. Personalmente mi sono rotto di sentire sempre e solo parlare di “politica” quando ci sono degli scandali, eppure quello che interessa e muove la gran parte degli italiani è questo…
    Sono sempre più convinto che per cambiare il modus operandi dei molti serva un evento storico, un qualcosa che spazzi via il marcio che è insito nella società, non so quando accadrà, ma accadrà, e tra non molto…

    • Carolina :)

      Se Berlusconi viene attaccato su questo punto di vista, non c’entra niente la mancanza di altre argomentazioni; non è il caso di trovare scuse, per questo discorso. Il discorso è molto più semplice di come vogliamo che sembri: se B. è indagato, B. si deve far processare, punto. Non c’entra che la sinistra non sa fare opposizione, che la magistratura ce l’ha con lui, che lui è perseguitato, che questa è una questione etica e tutte le altre cose che sono state dette in questa sede pur di non ammettere l’assoluta giustezza del principio di uguaglianza.

  30. anton

    io non t’ho criticato della Minetti, anzi ho detto che non è affatto illegale. poi se siamo in vena di precisazione il lodo alfano, prima che fosse dichiarato illegittimo, è stato deciso in commissione Affari Costituzionali la quale era composta da 22 persone: tra le 22 c’era un solo finiano, tale Maurizio Saia (ai più sconosciuto) e ricordo bene questa cosa perchè la Repubblica ci speculò molto su questa storia facendolo passare come un voto normale mentre invece era un voto di commissione.E’ evidente che il voto dei finiani (in questo caso di Saia) fu totalmente ininfluente perchè unico del gruppo di Fli in quella commissione. Se vogliamo precisare almeno facciamolo bene…

  31. Anonimo

    @ carolina
    ma come non c’entrano nulla la sinistra, la magistratura?
    sono 20 anni che cercano di spazzarlo via con questi giochetti!
    Poi ognuno la vede in un modo diverso, di certo non possono spazzarlo via con un’evento storico come dice Pietro.
    I “nemici” politici di Berlusconi lo devono battere sul campo politico non giuridico, se ne sono capaci!

    • Carolina :)

      Ah mò questi so giochetti? Guardate, mi cascano le braccia! ci fosse uno di voi che ha risposto alla domanda: “Se è indagato perchè non si fa processare?” E’ tanto semplice! Qua non si tratta di spazzare via nessuno! Non credo che le mignotte in casa Berlusconi ce le abbiano messe i magistrati, e andiamo, su!

  32. anton

    come è facile strumentalizzare i pensieri altrui senza avere nemmeno il coraggio di sottoscrivere il proprio di pensiero…chissà quando Punto Futuro si deciderà ad eliminare la possibilità di inserire commenti ANONIMI che danno solo la possibilità agli omertosi di parlare…

  33. Marco Codastefano

    Se Berlusconi accettasse le indagini e si difendesse davanti alla giustizia allora sarei il primo a dire “sono fatti suoi, sarà la giustizia a fare il suo lavoro”, e non vorrei sentire più niente in giro finché non si arrivi al verdetto! MA nel momento in cui si rifiuta di farsi processare allora sono cose che mi riguardano e riguarda tutto il popolo italiano. Mi sembra tanto semplice…

  34. Marco Codastefano

    @ Francesco 89

    “ma scusatemi Berlusconi ha vinto le elezioni, il popolo lo ha votato, di cosa ci lamentiamo?!?!? di quello che fa a casa sua?!?!?”

    Io mi lamento non per la morale, ma semplicemente perché è illegale! Il tuo spirito cosi estremamente libertario da sopportare una cosa illegale solo perché è tra le mura di casa, e dunque rientra nella vita privata e nelle relative libertà della persona, mi piace! se non fosse che non è una libertà personale ma una che coinvolge anche altre persone (SFRUTTAMENTO della prostituzione) sarei d’accordo con te al 100%.

    direttamente da FB
    “…SE FOSSE PER LA SINISTRA ANDREMMO IN GIRO STRAFATTI E LE DONNE POTREBBERO ABORTIRE QUANDO E COME VOGLIONO…MA STATE A CASA PER FAVORE”

    Se mi faccio dentro casa con piante coltivate da me, dunque senza coinvolgere altre persone, rientra nelle mie libertà personali? nella mia privacy? Ti andrebbe bene se il tuo premier si fa le canne dentro casa? E’ nella sua privacy, non riguarda le liberta degli altri (al contrario dello SFRUTTAMENTO della prostituzione), riguarda solo la sua persona. Ti andrebbe bene se si sottraesse al giudizio dei giudici o manifesteresti per cercare la verità?

    Sono sinceramente stufo di sentire “quello che fa a casa sua sono fatti suoi”.

  35. Francesco 89

    Marco su quello che ho scritto su fb manca un pezzo perché ho scritto anche altre cose…io credo come ho sempre ribadito che l uso personale dovrebbe sparire in quanto droga e in quanto illegale! Per quanto riguarda lo sfruttamento alla prostituzione e’tutto da verificare perché la testimonianza di quella escort ai pm di Milano dove lei aveva affermato di aver visto ruby ad arcore e’stata irrilevante perché in quel momento ruby non era ad arcore…

  36. Marco Codastefano

    “IN ITALIA NON CI FACCIAMO MANCARE NULLA…BRIGATISTI CHE INSEGNANO ALL’UNIVERSITA’,I GIUDICI CHE HANNO LE TESSERE DI PARTITO,SE FOSSE PER LA SINISTRA ANDREMMO IN GIRO STRAFATTI E LE DONNE POTREBBERO ABORTIRE QUANDO E COME VOGLIONO…MA STATE A CASA PER FAVORE

    (questo è il mess completo, solo per completezza di informazione)

    Ma che ancora non è colpevole e che è ancora tutto da verificare sono d’accordo con te! il problema è un altro.

    Tu scenderesti in piazza se il tuo Premier è sospettato di fare uso di droga e si rifiuta di farsi processare, sottraendosi cosi alla giustizia? Oppure penseresti che è una cosa della sua vita privata e dunque non ti importerebbe?

  37. Francesco 89

    se scendo in piazza lo faccio per il mio partito o per qualcosa in cui credo…lui per me sta sbagliando per quello che sta facendo con i festini e quant altro…pero’non lo giudico perché non sta a me giudicare gli stili di vita delle persone e non lo farei mai…lui sbaglia a non presentarsi in tribunale (anche se non si presenta il processo non viene annullato) avrà i suoi motivi e’pur vero che sono 20 anni che la magistratura lo insegue ma non ha mai prodotto nulla di concreto almeno fino ad oggi…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...