Priverno ha voglia di dibattere?

Standard

E’ incredibile come in questo periodo si vengano a concatenare, dopo anni di magra, eventi con egregi personaggi del panorama politico-giornalistico nazionale.
A parte l’ormai tradizionale appuntamento con il Presidente di Confindustria che si svolge a Fossanova in prossimità della stagione estiva da più di qualche anno ormai, non mi pare di ricordare rilevanti appuntamenti di dibattito, grandi eventi che in qualche modo possano attirare i cittadini e incentivare una qualche riflessione.

E invece il “marzo pazzerello” di Priverno non sarà solo meteorologico, poiché si discuterà intensamente da qui a poco. Cominciamo con ordine. Poco meno di un mese fa’ sono venuti a presiedere una conferenza, nell’aula consiliare del Comune di Priverno, sul mutuo sociale, il leader de “la Destra” Francesco Storace e l’on. Buonasorte – Punto Futuro ne ha già parlato ampiamente , realizzammo anche una intervista a Buonasorte in quella giornata. Come se non bastasse il 7 marzo in aula consiliare si concluderà la “settimana della cultura in onore di San Tommaso d’Aquino” con un convegno dal sapore internazionale: saranno presenti personaggi di spicco della politica come il Presidente Emerito della Camera Pier Ferdinando Casini, ecclesiastici come il vescovo della diocesi di Latina S. E. Mons. Giuseppe Petrocchi, giornalisti come il direttore di “Avvenire” Marco Tarquino e diplomatici come S. E. Stanislav Vallo. Infine pochi giorni dopo – la data è ancora incerta, ma intorno al 10 marzo – presso il porticato del municipio si terrà la presentazione di un libro intitolato “Comizi d’amore” di Nichi Vendola: anche tale evento sarà sicuramente interessante poichè presenterà un astro nascente del giornalismo italiano come Luca Telese, editorialista del Fatto Quotidiano nonché presentatore di “In Onda” su la 7.


Sembra chiaro come i due eventi siano diversi per matrice e contenuti che verranno esposti, ma è altrettanto facile prevedere come la trattazione di tematiche come il degrado sociale, la ricorrenza del patrono cittadino, la rivalutazione della cultura possa portare la discussione a toccare temi non lontani dal dibattito politico attuale.

Erano anni che non si vedeva un concentramento di eventi cosi importanti e cosi attuali e mi auspico che la popolazione, in particolare i giovani, rispondano positivamente a queste iniziative certamente impegnative ma sicuramente più costruttive di tutte quelle inutili feste che da anni ormai prendono vita senza grandi risultati. La passione della gente – è questa la più grande pecca che caratterizza questi primi anni duemila – non si riaccende con le inutili feste organizzate per dovere dal Comune in estate, ma si risveglia con la promozione di iniziative come queste, le quali racchiudono un’ampia gamma della società, dal cittadino cattolico a quello di sinistra, dal cittadino amante della cultura fino ad arrivare al cittadino che si appassiona alla politica.

C’è qualcosa però che non mi quadra: chissà da dove arriva questo spirito e questa voglia di dibattito improvviso che definirei bipartisan? e come reagirà la gente a questa centralizzazione di eventi dopo anni di sonnolenza culturale e politica?

(di Antonio Di Giorgio)

16 pensieri su “Priverno ha voglia di dibattere?

  1. Carlo M.

    Sinceramente non posso dire nulla sulle motivazioni delle iniziative portate avanti da altre associazioni – partiti, ma posso sicuramente dire che le nostre nascono dalla volontà di far conoscere le nostre battaglie e far rivivere culturalmente questo paese che ha dormito per troppo tempo.

  2. Pietro

    Io una mia idea l’ho sviluppata, non so quanto si possa avvicinare all’intervento di Casini, ma per le altre iniziative, e per quelle che ci saranno in futuro credo di poter certamente affermare che il merito è nostro.
    Nostro, cioè di tutti quei giovani che da qualche tempo stanno ravvivando il dibattito interno alla nostra comunità; associazionismo, appartenenza ai partiti e forme di aggregazione in tutti i sensi stanno accrescendo sempre di più la partecipazione di tutti alla vita politico-culturale della nostra comunità. Quindi un plauso va sicuramente ai giovani privernati, a quelli che si impegnano e che stanno dando vita ad un fermento che nel nostro paese(almeno a mia memoria) non c’era mai stato.

  3. antonio

    è evidente come tanti ragazzi prima “sonnolenti”, oggi sembrano essersi svegliati e si attivano rendendosi utili per la società civile. Dispiace solo che la parte giovanile che “istituzionalmente” avrebbe la possibilità di attivarsi in questa direzione, si dirige verso altri lidi o, per meglio dire, altre “feste”!

  4. Giuseppe

    Condivido pienamente l’articolo di Antonio e i pensieri degl’altri ragazzi, non capisco però caro Di Giorgio😀 , il tuo commento indirizzato al Consiglio dei Giovani!

  5. Antonio

    @Giuseppe: e me lo chiedi pure? perchè al posto di sfruttare la posizione di rilievo che occupano per esempio proponendo un intervento in queste belle iniziative, fanno attività lecite ma non certo in linea con quello che dovrebbe essere un Consiglio dei Giovani.

    ti porto solo un es. per non essere troppo polemico, non è mia abitudine:

    http://www.facebook.com/event.php?eid=170887862958609

    ma ti sembra normale che un consiglio dei giovani faccia la stessa attività di cda di una discoteca e i suoi eletti diventino miracolosamente pr?

    penso possa bastare…

  6. Marco Codastefano

    La penso come antonio, e andando nello specifico:

    http://consigliogiovanicorigiulianello.ilcannocchiale.it

    ecco… questo è un blog di qualità, e poi guardate che iniziative:

    – poesie per l’unità d’Italia
    – Lettera sullo stato ambientale a Cori
    – Europrogettazione a Rieti
    – Giornata delle foibe

    Penso che queste siano iniziative da consiglio dei giovani, non una festa di carnevale.

  7. Gabriele P.

    beh, io penso che questo possa essere un esempio di come anche Consiglio dei giovani di Priverno cerca di fare altro oltre alle feste…

    i nostri progetti sono già partiti come ad esempio il cortometraggio fatto dai ragazzi di Priverno, volto ad aggregare ragazzi con interesse per il cinema oltre che a valorizzare alcune bellezze del nostro paese, che è ora in fase di montaggio.

    se per voi non è abbastanza quello che questo consiglio sta facendo noi siamo sempre aperti ad accogliere critiche, proposte e iniziative dei ragazzi

    prendere esempio dagli altri non è mai sbagliato, soprattutto se sono esempi di qualità

    non elenco qui quali sono le altre iniziative che stanno andando in porto, perché, proprio come mi è stato rimproverato, questo non è un blog di promozione e mi attengo a quello che mi è stato detto.

    spero e mi auguro che queste critiche verrete ad esporle anche a noi membri del consiglio personalmente, magari anche con qualche iniziativa da proporre…

    e conoscendovi credo che succederà😉

  8. @Gabriele

    Inizio con il precisare una cosa, gabriè…ma mi stai a piglia in giro per la cosa del blog di promozione? dai su, non pigliamoci in giro, se poi vogliamo fa i politicanti facciamo pure eh. Sei libero di scrivere quello che vuoi, il tuo è un commento di risposta! Non un articolo! Da un articolo deve partire una discussione costruttiva (come questa), deve porre domande o questioni su cui dibattere, da un articolo di promozione (mandato a più testate) non parte niente di costruttivo in quanto non è quello l’intento, l’intento è pura pubblicità. Andiamo avanti.
    Non posso criticare nulla di quello che dici, ne in positivo ne in negativo, perché sono tutti dei “faremo” non degli “abbiamo fatto”, è ovvio e scontato che se ci saranno iniziative degne di nota (come quella del link) ci saranno critiche positive, ma come vedi stiamo sempre parlando al futuro. Se guardo al passato mi vengono solo in mente due feste. Lo sai che le critiche te le faccio sempre in faccia!!! Punto Futuro ha gia proposto una iniziativa, il rapporto spero non sia unilaterale.

    Marco Codastefano

  9. antonio

    @gabriele p.: innanzitutto ringrazio gabriele che ci ha degnato un po’ di attenzione intervenendo sul nostro blog generalista a quasi un anno dalla nascita e noto con piacere come il suo “politically correct” migliora sempre più. Detto questo è bene sottolineare che a me piace parlare molto chiaro e credo sia sotto gli occhi di tutti come le aspettative (forse esagerate) sul Consiglio dei Giovani siano state superiori rispetto a quanto in realtà sia stato fatto. E’ vero quando si dice che la burocrazia vi affoga giorno dopo giorno ma devo constatare che è una scusante che non può giustificare il vostro, a mio avviso, poco attivismo.
    Oggettivamente le iniziative svolte finora sono poche sia numericamente che come contenuti: forse risolleverete leggermente la vostra posizione con il corto che state organizzando e con l’orientamento scolastico che svolgerete in collaborazione con qualche membro della nostra associazione. Vorrei precisare che queste parole non sono dette con rancore, ma sono semplicemente la mera constatazione dei fatti avvenuti finora e non credo che gabriele possa venirmi a dire che si auspica di collaborare con noi quando un’iniziativa che avevamo in programma di svolgere assieme è caduta senza motivazioni.

    E poi un’altra punto che va a vostro sfavore è l’assenteismo da qualsiasi evento rilevante che avvenga nel nostro Paese: al posto di organizzare feste per nulla idonee alla vostra funzione, vi consiglio di partecipare attivamente alle iniziative che comune, partiti e associazioni organizzano senza precludervi ogni minima forma di collaborazione. Non voglio poi addentrarmi nell’atmosfera di malumore che rumoreggia attorno al Consiglio dei Giovani e che ha portato a diversi cambiamenti (membri che minacciano di ritirarsi, membri che cambiano gruppo, membri che effettivamente si ritirano etc etc).

    Avete ancora tempo per riscattarvi e mi permetto di darvi un consiglio: mettete da parte qualsiasi tipo di attrito ed impegnatevi nell’organizzazione di un progetto serio, consono alla vostra funzione e positivo per la comunità giovanile.

  10. Gabriele P.

    @Marco

    Intanto volevo dirti che non ti stavo prendendo in giro, ma semplicemente non ho voluto esagerare con la promozione di progetti troppo distanti temporalmente.
    Per quanto riguarda gli eventi che ho citato, spero che siano all’altezza delle aspettative e procurino delle critiche positive e sincere.

    @Antonio
    Il fatto che io intervenga solo adesso non vuol dire che non mi sia interessato in passato, ma penso che questo tu già lo sappia.
    Detto questo, nella mia risposta, non ho giustificato alcunché, ma ho semplicemente dato una visione diversa di quello che questo Consiglio sta cercando di portare a termine. E’ vero le iniziative sono state poche ma anche male interpretate, come ad esempio le iniziative riportate all’interno della festa di quest’estate dove era stato programmato un evento contro l’abuso di alcol(Life and dance safe tour) che purtroppo è saltato causa maltempo e una serata di box volta a promuovere uno sport considerato minore.
    Sulla richiesta di collaborazione che ho fatto ovviamente non era critica nei vostri confronti, visto che già vi siete proposti, ma magari era per qualcuno dei tanti lettori del vostro blog e che magari non ne è al corrente.
    Inutile dire che comunque sono dispiaciuto anche io di non aver potuto realizzare quella vostra proposta (il giornalino), ma le motivazioni non erano inesistenti.
    Questo consiglio ha fatto sicuramente degli errori e spero solo che questi non si ripetano in futuro, magari anche grazie a ragazzi come voi che ogni tanto ci rimettono in riga anche con qualche provocazione…;)

  11. antonio

    il mio pensiero sul consiglio si può ridurre in poche frasi molto sintetiche: meno chiacchiericcio e più attivismo, più collaborazionismo con tutte le associazioni presenti sul territorio e più partecipazione agli eventi che la piazza offre, anche quelli organizzati da partiti politici; una volta fatto questo qualche festa ci può anche stare, ma non si può fare della festa (per quanto nicola afferma che i proventi andranno in beneficenza) un cavallo di battaglia.
    E poi mi auspico più dialogo con le opposizioni (che tra l’altro dovrebbero essere solo delle opposizioni di facciata quando in realtà si dovrebbe lavorare portando avanti progetti bipartisan). Vi porgo un in bocca al lupo per il proseguo dei lavori del Consiglio con la speranza che tra 2 anni ci ritroveremo a parlare di quanto quest’ultimo abbia fatto di buono per la comunità locale.

  12. Anonimo

    @antonio
    scusa se rispondo così in ritardo…comunque spero tanto di farti cambiare idea su questo consiglio non a parole, ma con fatti concreti…e mi auguro altrettanto di fare, fra due anni, la chiaccherata che hai detto te.🙂

  13. Pierantonio

    Vero quello che dice Pietro sul rinnavato vigore cittadino dovuto alle iniztive dei giovani; peccato per i post successivi al suo scritti da giovani con metodi da vecchi.
    Nuovo vigore dovrebbe significare anche una nuova mentalità, non fossilizzatevi!

  14. Pietro

    Caro Pierantonio troppo spesso non è l’età anagrafica a determinare la senilità dei modi di fare e di esporsi…ma lì ci puoi fare poco!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...