Blocco torrent? Detto fatto… ma a che serve? La soluzione è elementare!

Standard

Ricordate il precedente articolo dedicato al blocco di siti web di file sharing da parte del governo italiano? Beh, qualcosa di analogo si è già mosso; stiamo parlando del maggior motore di ricerca di file torrent: btjunkie.org. Qualche decina di giorni fa, difatti, la Procura di Cagliari, in collaborazione con la Guardia di Finanza (operazione “Poisonous Dahlia”), ha disposto il blocco degli accessi dall’Italia verso questo popolarissimo sito web di file torrent. Non credete alle vostre orecchie (o, in questo caso, ai vostri occhi)? Provate semplicemente ad accedere al seguente url: http://btjunkie.org. Scommetto che non vi apre nessuna pagina, vero? A quanto pare il PM, applicando la normativa sul commercio elettronico (D.Lgs 70 del 2003), ha ordinato di sospendere immediatamente tutti gli accessi verso btjunkie dall’Italia.

“Il blocco del sito pirata BTJunkie è un importante messaggio mandato dalla magistratura italiana alle organizzazioni criminali che prosperano sulla distribuzione illegale di musica”, ha dichiarato il presidente della FIMI Enzo Mazza.

Bah… Io non vedo proprio alcun messaggio, soltanto una restrizione imposta agli utenti. Quello che invece continuo a ripetermi è: ma come fanno a non capire che in questo modo peggioreranno soltanto le cose? Internet è un mezzo di informazione così vasto e veloce che nuove tendenze si svilupperanno ben presto tra gli utenti, e non occorre avere una laurea in ingegneria informatica per cercare di accedere al sito in maniera alternativa, anche perché chiunque scarichi file torrent avrà sicuramente una conoscenza informatica minima da permettergli il superamento di ostacoli del genere. Persino i lettori meno esperti, dopo aver “ripassato” l’articolo sui proxy e sulla privacy, avranno già la soluzione in mente. Ricordate l’esempio del treno da Roma a Napoli con cambio a Formia? Bene, ora immaginate che Roma sia la vostra postazione e Napoli il sito btjunkie.org. Non riuscite ad arrivare “direttamente” a btjunkie? Basta cambiare a Formia (un proxy). Vediamo l’esempio in pratica. Se avete installato Tor o avete scaricato una lista di proxy potete benissimo configurare il vostro browser in modo adeguato; alternativamente, basta visitare il sito hidemyass.com (il nome del dominio, come potete notare, la dice già tutta) ed inserire nell’apposito campo l’indirizzo http://btjunkie.org, infine cliccate sul pulsante “Hide My Ass!”. Sono sicuro che ora siete in grado di accedere a btjunkie senza problemi. Semplice, vero? La soluzione che io vi ho proposto sicuramente sarà stata pensata e già adottata da tante altre centinaia di utenti. Ciò dimostra come restrizioni e vincoli imposti sul più grande mezzo di informazione al momento esistente possano scatenare reazioni e soluzioni immediate da chiunque abbia un minimo di conoscenza informatica, pronto a diffonderla verso altri utenti.
Il mio intento, come ben sapete, non è promuovere la pirateria, assolutamente no. Semplicemente sono a favore dell’informazione libera, della cultura libera, senza vincoli e senza restrizioni da gente che sfrutta il proprio potere per applicare limitazioni escludendo a priori il parere del popolo sovrano.

Voi che ne pensate della politica che si sta adottando verso i siti di file sharing? Siete a favore del blocco o pensate, come me, che sia inutile e che ciò possa provocare una seconda rivoluzione del P2P?

P.S. Nel precedente articolo vi avevo anticipato che avremmo parlato anche di tecnologie alternative e future, ma, poiché non potevo prevedere questa “simpatica” novità, rimandiamo la discussione ai prossimi articoli.

FF

3 pensieri su “Blocco torrent? Detto fatto… ma a che serve? La soluzione è elementare!

  1. davide dl

    il bloccocdel p2p o di btjunlie è solamente un modo per dare alla comunità online lo spunto per per creare altri sistemi, ancora più efficienti per il file; in questo modo le autorità di controllo si ritroveranno di nuovo a dover rincorrere con molta lentezza una comunità in continua evoluzione e miglioramento!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...