-586…ARE YOU READY?

Standard

Eduardo De Filippo scriveva: “Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male.”

Beh…non si sbagliava molto a dirsi dagli ultimi episodi che affliggono gli animi del terzo millennio.

Siamo al 14maggio oggi, tre giorni dopo il fatidico terremoto che, secondo le “previsioni” di Bendandi, avrebbe annientato Roma alle 16 del pomeriggio. Pensate che genio, non solo il giorno e il luogo azzeccati, ma addirittura l’ora in cui avremmo detto ciao al Colosseo.

Un vero mago questo Bendandi eh? Oppure sarebbe più appropriato riconoscere che noi, come al solito, ci siamo lasciati abbindolare da false credenze gonfiate dal web.

É stato davvero simpatico uscire mercoledì mattina di casa e trovare una Roma desolata, traffico dimezzato, con mia mamma al telefono impressionata dalla fila che c’era sull’autostrada in uscita dalla capitale (anche se devo ammettere che la notte anch’io ho fatto fatica a prendere sonno 😀 ).

Eppure mercoledì sera la terra ancora non aveva mai tremato. Televisioni e web hanno tentato in tutti i modi di riportare noi poveri “credenti” sulla via della razionalità: “impossibile prevedere i terremoti allo stato attuale delle cose” affermano in coro gli scienziati.

E noi niente…siamo sempre più immersi nel mondo della superstizione.

Vogliamo ricordare la storia del 21 dicembre 2012?

Siamo tutti bravi a dire che quelle storie non sono altro che miti da sfatare, nati da antiche leggende narrate da maghi e stregoni…ma poi il lunedì sera ci diamo appuntamento con Raidue per seguire Voyager e scoprire quanti giorni di vita ci rimangono. Non dico che la ricerca, lo sviluppo e la diffusione di cultura siano inutili, di certo aprono la mente a regalano tranquillità e razionalità…ma fino a che punto la conoscenza riesce a regolare e controllare il nostro lato irrazionale e superstizioso governato dalle leggi dell’inconscio?

La fine del mondo preoccupa popoli di ogni angolo della terra: kit della sopravvivenza e manuali che insegnano a costruire rifugi dove passare la notte e accendere il fuoco con le pietre; bunker che ospitano più di 200 persone, al vantaggioso prezzo di 50mila dollari per gli adulti, 25mila per gli under-sixteen…ottima offerta per chi, nell’altro mondo, non ci vuole proprio andare! Un business vero quello che gira attorno a queste fantomatiche storie…un business alimentato da coloro che davvero vogliono assistere a questa grande fine da protagonisti della scena: “ho visto la fine del mondo….si! Con il mio kit tra le braccia km sotto terra!I’m hero!”

Possibile che la morte spaventi a tal punto l’essere umano? Non dovrebbe essere, la morte, l’unica certezza che abbiamo nella vita?

Decisamente più divertente e proficuo è giocare su questi antichi miti, come ha fatto la Fiat nello spot Panda 2010(http://www.youtube.com/watch?v=h62_7DYRnxM)…”se davvero la profezia si avverasse – spiega Rino Drogo, responsabile comunicazione del brand del Lingotto – almeno qualcuno a festeggiare ci sarebbe!”

Claudia Fiormonti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...