Quando un bambino ha un papà e … un papà: per una crescita normale è sufficiente l’amore?

Standard

Parte II: Opinioni e riflessioni da parte della comunità omosessuale.

Scrive Guido Allegrezza, 47 anni, SEL Lazio ( Diritti Civili ed Umani ) : “[…] Nel caso dell’adozione, si deve accertare che i genitori adottandi abbiano le caratteristiche idonee a garantire protezione, cura e rispetto del bambino che a tutti gli effetti diviene loro figlio. Gli studi internazionali, che ormai cominciano a proliferare e a diffondersi, dicono chiaramente che non solo il bambino che cresce in una famiglia composta di due genitori dello stesso sesso non presenta alcuna alterazione della personalità o del carattere rispetto ai coetanei che crescono in famiglie con genitori di sesso opposto, ma addirittura che essi sviluppano una particolare attenzione agli altri ed hanno una maggiore sensibilità nelle relazioni interpersonali”. Fabrizio Fabrizi, 48 anni, Laureato in Sociologia e assistente sociale, che per anni ha lavorato al Tribunale dei Minori di Roma e si è occupato di adozioni, precisa: “Non si tratta di fare una legge che miri alla risoluzione di una questione che ancora non è presente nel nostro paese, proprio per la mancanza di una legge che ne regoli le condizioni; al contrario: tante coppie omosessuali si trovano ad essere una figura presente nella vita dei figli del proprio compagno, avuti da un precedente matrimonio. Abbiamo a che fare con il caso in cui il compagno del genitore è una figura importante per il bambino, quali diritti garantiamo loro?”. L’Europa ha compreso nella quasi totalità le richieste della comunità omosessuale: Scozia, Islanda, Belgio, hanno legalizzato ormai da anni le adozioni da parte di coppie omosessuali. Lo stesso gli USA, in alcuni stati, e perfino Israele, dal 2005, permette quantomeno agli omosessuali di adottare i figli del partner. Le coppie omosessuali spiegano chiaramente che la loro non è la richiesta di un privilegio; al contrario, la richiesta è di essere considerati alla stregua delle coppie eterosessuali. L’iter per l’adozione è lungo e pieno di ostacoli, ma le coppie omosessuali non chiedono di passare avanti, tutt’altro.

Una coppia etero ha il diritto di sottoporsi al giudizio di idoneità previsto dall’iter, secondo quale principio questo diritto deve essere negato invece alle coppie omosessuali? Scrive ancora Guido: “Dunque, quando si parla di adozione nell’ambito di una coppia omosessuale, la comunità omosessuale non chiede il diritto di adottare, ma il diritto alla non esclusione dalla valutazione della esistenza dei requisiti per l’adozione. Personalmente ritengo che la preoccupazione principale dello Stato dovrebbe essere proprio quella di assicurare a qualunque bambino la possibilità di vivere in un ambiente ed in una famiglia che siano in grado di assicurare cura e protezione. E’ poi la struttura pubblica che deve valutare con oggettività, evitando di utilizzare criteri discriminatori l’effettiva e concreta capacità della persona di assicurare al bambino tutti i suoi diritti”. La verità potrebbe essere che la motivazione della mancanza di una legge idonea risieda nella ricerca e nel mantenimento del consenso elettorale. Quale governo azzarderebbe la proposta di aprire alle coppie omosessuali la strada all’adozione? Perché è di questo che parliamo, garantire un diritto. Forse sarebbe un passo falso per qualsiasi opposizione. Perché il nostro paese, scrive Fabrizio “è ritenuto dalla Chiesa il faro nell’Europa che tenta pericolosi passi in temi etici, come quello di legalizzare le adozioni gay. Per questo motivo l’Italia rimane ancorata al tradizionale modello familiare, nonostante i risultati dei recenti studi scientifici. Ma si sa, dove la Chiesa controlla il potere legislativo, dove la Chiesa controlla la ricerca scientifica, dove la Chiesa ostacola qualunque procedura medica ritenuta lontana dall’etica, la strada verso l’adozione è ancora ben lontana”.

Carolina Altobelli

( Ringraziando coloro i quali mi hanno aiutato e guidato nella comprensione di una questione che mi sta molto a cuore, intendo sottolineare che queste opinioni non intendono essere rappresentative dell’opinione di ogni singolo omosessuale ma intendono essere soprattutto l’opinione di PERSONE sensibili all’argomento ).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...