Trainspotting

Standard

Tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore scozzese Irvine Welsh, “Trainspotting” (1996) è il secondo film nella carriera dell’affermato regista inglese Danny Boyle. Oltre ad essere il film che ha lanciato nel panorama internazionale il protagonista Ewan McGregor, è inoltre il primo film che racconta in modo esplicito la storia di un gruppo di amici uniti dalla droga e ne descrive le sensazioni dal loro punto di vista.
TRAMA: Il film si apre con l’inconfondibile sound di “Lust for Life”, storica canzone di Iggy Pop, e la voce di Mark Renton (Ewan McGregor) che elenca una lista delle abitudini e delle scelte che appartengono ad una vita normale, come: un lavoro fisso, una famiglia e una casa, affermando infine però di non aver bisogno di niente di questo preferendo di gran lunga l’eroina. Nei desolati sobborghi di Edimburgo si intrecciano quindi le storie di Mark e i suoi compagni di droga, tra cui : Spud (Ewen Bremner) il più fedele tra i suoi amici che si alterna tra i colloqui per trovare un lavoro e i furti per pagarsi la dose giornaliera, Sick Boy (Jonny Lee Miller) presuntuoso e opportunista, Tommy (Kevin McKidd) onesto e non dipendente dalla droga e infine Begbie (Robert Carlyle) un delinquente violento e considerato da tutti una mina vagante pronta ad esplodere. La loro vita scorre tra numerosi sotterfugi che escogitano per pagarsi il vizio, e i giorni passati in casa di Allison dove si riuniscono per drogarsi, ben presto alla loro compagnia si unisce anche Tommy che, lasciato dalla ragazza, cerca sollievo nell’eroina.
Le cose per Mark e Spud cambieranno quando verranno arrestati in seguito ad una rapina, mentre Spud sarà costretto a passare un periodo in carcere, Mark andrà in contro ad un programma di disintossicazione dall’eroina, ma nonostante l’aiuto dei genitori il giovane dopo un primo periodo di astinenza ricasca nella droga e rischia la vita andando in overdose.
Dopo quest’ennesima sconfitta, Mark decide che è il tempo di cambiare aria, così si trasferisce a Londra dove trova la voro come agente immobiliare, purtroppo per lui viene presto raggiunto da i suoi vecchi amici Begbie e Sick Boy che, in fuga dalla legge, propongono a Mark di finanziare un loro affare per la compravendita di eroina che li avrebbe arricchiti e avrebbe finalmente cambiato le loro vite.
CURIOSITà: Nonostante il film sia ambientato ad Edimburgo quasi tutte le scene sono state girate a Glasgow; Ewan McGregor ha dichiarato che Trainspotting è il film a cui è più legato; In tutto il film il vero nome di Sick Boy non viene mai rivelato.
COMMENTI PERSONALI:”Trainspotting” significa letteralmente “guardare i treni passare”, ossia limitarsi ad assistere all’esistenza senza “scegliere la vita”, solo ad una lettura superficiale infatti il film può sembrare la storia di un gruppo di ragazzi con problemi di droga, nel film in verità c’è molto di più, si può notare la critica ad una società borghese e perbenista fatta delle sue convinzioni che si macchia di crimini ben diversi, oltre allo smarrimento dei giovani di fronte alle tante difficoltà della vita. Un film che punta sulla realtà e sulla autenticità dei propri personaggi, basti pensare che gli interpreti per immedesimarsi nel ruolo di tossicodipendenti hanno studiato i comportamenti e le movenze di ex-eroinomani, e in cui si vuole porre sotto la lente di ingrandimento la forza che assumono le dipendenze nell’uomo, di qualunque natura esse siano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...