STARSHIP TROOPERS: FANTERIA DELLO SPAZIO – Il Futuro è fascista

Standard

 

Johnny Rico è uno studente prossimo a diplomarsi che per amore ha scelto di arruolarsi nella fanteria mobile e servire la Terra nella guerra contro gli Aracnidi, una terribile e crudele razza aliena insettoide che minaccia di distruggere l’Umanità. Dopo un durissimo addestramento, Rico e i suoi compagni vengono catapultati su Klendathu, pianeta degli insetti dove ha inizio l’invasione, ma la guerra, che avrebbe dovuto risolversi in un lampo, si rivelerà assai più ardua del previsto…

Paul Verhoeven è un grande esperto di storia fascista, e nei suoi film, che incarnano a pieno l’idea di come debba essere la fantascienza, tale conoscenza viene espressa in maniera sublime. La sua critica alla società, al governo e all’umanità intera è talmente ben strutturata e radicata che talvolta diviene oltremodo difficile ai più capirne le innumerevoli sfaccettature. In un’ottica al limite tra la satira e la più aspra contestazione, il regista ci pone in un futuro assai possibile, nel quale osserviamo un pianeta ormai omologato, riunito sotto un’unica Federazione, che parla una sola lingua e sorretto da un unico e grande governo: una dittatura di tipo militarista. Per far parte a pieno della società, ovvero per godere dei diritti di cittadino, è necessario dunque prendere parte al servizio militare per due anni.

Durante tutto il film sono presenti vari intermezzi pubblicitari che oltre a illustrare la situazione e il background del film rappresentano una critica satirica alla società, nella quale è possibile rassomigliare la maggior parte delle democrazie odierne, o anche i telegiornali che osserviamo oggigiorno in televisione; molti di loro, appunto, trattano tematiche assai simili e con le stesse modalità: informazione ipnotica, ripetitiva, la proiezione di immagini crude e violente, e l’estrema ossessione verso la ricerca di un nemico da combattere, identificato negli aracnidi appunto, rendono quella di Straship Troopers una società xenofoba, molto simile a quella ipotizzata da Orwell in 1984, dove l’esercitazione della forza tramite le milizie e l’ossessiva mesmerizzazione  dei cittadini tramite la TV di stato consentono totale controllo della massa.

Rico stesso, interpretato da un buon Casper Van Dien, è assuefatto alla guerra e fa pienamente parte del sistema: non è il classico eroe sovversivo presente nei romanzi o film di fantascienza più comuni, bensì è un ingranaggio essenziale della politica federale; è colui che sanguina, che combatte una guerra decisa da altri, che rischia la sua vita per una causa della quale non dovrebbe avere il minimo interesse.

Nulla, in Straship Troopers, ci viene rivelato per ciò che è: dalle scelte di governo a quelle militari, pertanto sta appunto a noi cogliere tra le varie pieghe della narrazione, se ciò rappresenti un bene o un male per un nostro possibile futuro.

Un esempio: nei primi minuti del film ci viene illustrata una nuova arma in grado di proteggere la Terra dagli asteroidi, i quali si ipotizza vengano scagliati dagli Aracnidi per distruggerci; a segnare una drastica svolta nel film è l’impatto di una meteora sulla Terra, che distrugge la città di Buenos Aires e da appunto il pretesto per entrare in guerra e invadere il pianeta d’origine degli alieni; tale fatto è in netto contrasto con l’arma anti-asteroide mostrata prima (come ha fatto la meteora a non essere distrutta da un missile?), pertanto ci porta a pensare: “e se tutto ciò fosse stato architettato apposta per scatenare una guerra?”  Non occorre andare tanto indietro nel tempo per trovare un episodio analogamente ambiguo… e questo è il vero potere della Fantascienza.

(di Luca Colandrea)

http://www.youtube.com/watch?v=x7-PQIuWwLo

http://www.youtube.com/watch?v=5FtbF6mMw7w

Annunci

5 pensieri su “STARSHIP TROOPERS: FANTERIA DELLO SPAZIO – Il Futuro è fascista

  1. Simone D.

    Luca l’hai scritto tu? perché non c’è firma e non si vede l’anteprima dell’immagine.
    Comunque bel post, anche se non sapevo le tendenze del regista, pensandoci adesso è proprio vero, specie la parte in cui si -nel primo film – scatenano la propaganda militarista contro la minaccia aracnide.
    A me il film è piaciuto molto, aldilà della critica bestiale, un po meno il secondo; ho giocato anche al videogame che nonostante le grosse pecche ho apprezzato molto. Da buon aracnofobico, è stato un piacere spazzare via qualche insettaccio! 😀

  2. Si Simò l’ho scritto io 😀
    comunque è un film molto profondo, nonostante l’apparenza, e più passa il tempo più mi rendo conto di quanto tutte le tematiche trattate si siano rivelate azzeccate e veritiere, se viste nell’ottica odierna! Spero non si arrivi mai a un tipo di società del genere, veramente pessima sotto tutti i punti di vista… è prorpio vero che la cosa che ci distingue e ci distinguerà sempre dagli animali e grottescamente l’unica cosa che ci tiene uniti è la GUERRA, come anche il fatto che ci sia sempre un “nemico”, un diverso, contro il quale aizzare le masse… è un film che fa riflettere parecchio, a differenza dei due sequel che sono per lo più per l’intrattenimento e lo splatter puro 😀

    Se ti interessa il filone di Verhoeven guarda anche Robocop e Atto di Forza: il secondo è tratto da una novella di P. K. Dick sulla macchinazione mentale, mentre il primo credo non abbia bisogno di presentazioni 😀

  3. Jacopo

    Complimenti Luca gran bella analisi, devo dire che ho visto il film molto tempo fa e non avevo notato tante cose. Ricordo però molto bene gli spot propagandistici che si ripetevano nel film, e anche se molto fastidiosi, avevano un effetto “ipnotico” sulla società.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...