Andiamo tutti a vedere il Priverno Film Festival!!!

Standard

Nella serata – col senno si poi fortunata – di Domenica, passeggiando per la piazza del Comune, incontriamo un amico che ci comunica casualmente che VENERDI 24 giugno 2011 ore 21.00 avrà inizio il Priverno Film Festival…come??? inizia il Priverno Film Festival?? La prima cosa che mi viene in mente è: “ma è mai possibile che in questo Paese affiggono manifesti solo per defunti, processioni e sagre di latticini, salumi e prodotti tipici?”

Visto il colpo di fortuna che abbiamo avuto, è con immenso piacere che l’Associazione PuntoFuturo si impegnerà a seguire con attenzione lo svolgimento dell’evento, poichè sarebbe un peccato mortale trascurare un evento prestigioso e dagli ottimi contenuti artistici come il Priverno Film Festival. Qualcuno potrebbe essere scettico al solo pensiero di immaginare un evento di prestigio qui a Priverno, eppure i cortometraggi che concorrono arrivano da molte parti del mondo, dando cosi una piega internazionale al Festival stesso. Nel panorama nazionale negli ultimi anni l’interesse per i cortometraggi è cresciuto a dismisura. Tra grandi e piccoli festival, se ne possono contare almeno un centinaio in giro per la penisola. La maggior parte di questi festival si sono sviluppati nei piccoli paesi, in modo da sfruttare l’evento come vetrina per un rilancio turistico dei singoli territori.

E’ nato così il Priverno Film Festival, con il desiderio di creare una base artistica e un punto di riferimento culturale che possa durare a lungo e svilupparsi sempre di più negli anni a venire.

Quella di quest’anno, è la III edizione e sia il produttore David Cappadocio che il direttore artistico Cristian Scardigno hanno lanciato questo appello per l’agevolazione della realizzazione dell’evento: « Per intraprendere insieme un cammino di arricchimento culturale e artistico, non perdendo mai di vista l’importanza del territorio. E’ a tutte le istituzioni e agli esercizi locali che ci rivolgiamo, per aiutarci a rendere concreta una nostra personale ambizione, che può diventare un importante patrimonio collettivo ».

Detto francamente, non avevamo dubbi che le istituzioni – tutte – avrebbero risposto con un bel 2 di picche, essendo magari distratte dai loro problemi di gestione e non riuscendo forse a vedere come la buona riuscita del Festival possa equivalere ad una giusta valorizzazione del territorio. Ma questo aspetto problematico lo affronteremo specificatamente nelle prossime settimane, avremo modo di parlarne insieme e, perchè no, di proporre nuove soluzioni che possano in qualche modo favorire la messa in programma del Priverno Film Festival 2012.

Ricordiamoci quindi che Venerdi sera nel cortile della Vineria Tacconibus sono invitati tutti coloro che abbiano un minimo di amor proprio per il loro territorio, tutti coloro che ci tengono al loro Paese e che sono alla valorizzazione di quanto di buono viene fatto da associazioni e da esponenti della cd. società civile, perchè i patrimoni vanno rispettati, coltivati e tutelati. Se non capiremo questo concetto, primo o poi arriverà qualcuno che li apprezzerà più di noi e ce li sottrarrà inesorabilmente.

di Antonio Di Giorgio

Annunci

9 pensieri su “Andiamo tutti a vedere il Priverno Film Festival!!!

  1. Simone D.

    …solo quando a dirlo sono i cittadini e non l’amministrazione, che per restare in tema si vanta dei patrimoni che lei stessa sta mandando in rovina(es. area archeologica). Ci consoliamo col fatto di avere almeno un minimo di cittadinanza attiva.

  2. antonio

    Tremonti dice che “con la cultura non si mangia”…effettivamente se andiamo a vedere quante difficoltà hanno affrontato gli organizzatori di questo evento, viene da mettere le mani nei capelli.

  3. Ma il bello è che con la cultura si mangia, anzi ci si ingrassa una popolazione se solo venisse veramente valorizzato tutto il nostro patrimonio, vorrei dirlo…..ma è meglio di no, una cosa alla volta.

    • Luca C.

      Pienamente d’accordo, di sicuro la penseremo alla stessa maniera anche su questo punto… io faccio sempre l’esempio di Roma… città eterna, ma anche no (se si continua così).

  4. Anonimo

    ma lo volete proprio conoscere il motivo della poca pubblicità che (non) si vede in giro??? Ve lo spiego in due battute:
    1) La nostra efficientissima amministrazione ha varato qualche tempo fa un nuovo quanto improbabile regolamento per le affissioni, in base al quale, tutto ciò che deve essere affisso, deve essere portato al competente ufficio comunale (che non si capisce bene ancora quale sia), deve essere assoggettato al pagamento della tassa sulle affissioni (non si capisce bene quanto si paga e dove si paga), e poi si deve confidare nel buon funzionamento degli uffici preposti anzidetti che, quando lo riterrano opportuno, e comunque dopo che siano stati affissi per i tempi richiesti, altre comunicazioni o pubblicità di eventi che in ordine cronologico si trovano prima del tuo…allora (forse) ti affiggeranno la tua pubblicità…(che nel frattempo è andata a farsi benedire)!!!!
    2)Sempre la nostra efficientissima amministrazione, usando il correttissimo e sempre valido sistema dei due pesi e due misure, oltre a concedersi il lusso di decidere chi, come, quando e se….può utilizzare per gli eventi-manifestazioni la Piazza del Comune, che ricordo essere di esclusiva proprietà di qualcuno (SIGH!!!), si nasconde dietro un dito e si diverte a fare i dispettucci quasi a tutti, cosicchè, qualsiasi manifesto debba essere affisso, deve assolutamente passare al vaglio del MINCULPOP…ops…scusate, del Comune….Strano, ma questi comportamenti mi ricordano qualcosa!!!

  5. Antonio

    le beghe dell’amministrazione spesso sono evidenti, a volte sono meno evidenti, ogni tanto sono anche amplificate ingiustamente – rare volte a dir la verità -. Ma il merito della questione a mio avviso è un altro e mi rivolgo alla tendenza ormai consolidata , non solo privernate, di dare rilevo a certi tipi di manifestazioni oggettivamente più leggere e meno impegnate snobbando clamorosamente un evento come il PFF che ha una portata di carattere internazionale.!!! Badate bene, non sarò io a fare l’errore opposto, non sarà il sottoscritto a disdegnare eventi più vicini alla tradizione paesana, eventi in un certo qual modo più “commerciali”, ma di certo non reputo corretto il disinteresse mostrato verso il PFF. Non lo reputo giusto nè per la sua portata culturale, nè per i benefici economici che comporterebbe se venisse maggiormente pubblicizzato non solo qui a Priverno, ma in tutta la provincia. Non vi è un dogma che impone che il festival si debba svolgere a Priverno, quindi se l’evento non avrà successo è probabile che si cambi città per gli anni avvenire: questa sarebbe una grande perdita per tutta la comunità. L’ho detto anche nel post: “i patrimoni vanno rispettati, coltivati e tutelati”

  6. Stefano P

    Ciao ragazzi solo per lasciare un semplice ma utile contributo……
    Il Priverno Film Festival che tra l’altro è una bellissima iniziativa è giunto ormai alla 3° edizione e se non ricordo male per le prime due è stato patrocinato dal Comune di Priverno mentre quest’anno no!!! forse non per scelta di chi amministra ma di chi organizza, che essendo un tesserato del PD avrà deciso di comportarsi diversamente.
    Decisione rispettabile ma che necessita una doverosa precisazione.

    Ps: il servizio affissioni esiste già da più di 15 anni con regolamento, tariffe e modalita uguali al passato, solo che prima era gestito da un privato.
    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...