Il rock romano stupisce ancora

Standard

Anche quest’anno, per dare una dose di sano volume all’estate , si è svolto il festival musicale romano più importante: il Rock in Roma. Giunto alla decima edizione il festival ha raggiunto un successo travolgente, attirando come ogni anno migliaia di fans della buona musica da tutta Italia e non solo.
Per ospitare questo magnifico evento viene utilizzato l’Ippodromo delle Capannelle, che data la sua posizione e le sue dimensioni riesce facilmente ad accogliere le decine di migliaia di persone che in ogni data si accalcano ai cancelli pronti per assistere al concerto del proprio gruppo preferito. Una organizzazione ormai consolidata dall’esperienza inoltre ha reso possibile la diminuzione dei disagi che spesso si vengono a creare per uno spettatore durante l’ingresso o lo svolgimento del concerto; per non parlare poi della puntualità dell’inizio di ogni concerto(un quarto d’ora di ritardo quando si parla di concerto è come dire puntualità).
L’edizione svoltasi quest’anno, cominciata il 18 giugno e conclusasi il 29 luglio, è stata definta da molti come l’edizione più calda e fumante, come per ogni edizione si sono avvicendati nelle varie serate grandi artisti italiani e stranieri, giusto per nominarne qualcuno si sono esibiti i Subsonica, Franco Battiato, Caparezza, Black Label Society, Slash, Jamiroquai, Skunk Anansie, Korn; che con le loro performance hanno scaldato gli animi del già caldissimo pobblico romano che si è scatenato a suon di cori, salti e scroscianti applausi.
Insomma una line-up da urlo, che ha portato un suguito di fan spettacolare, qualche stima infatti parla di una media di circa 15/16 mila persone per serata con picchi di 20/22 mila persone in alcune serate; Chi ha avuto l’opportunità di assistere ad uno dei tanti concerti di questa edizione si sarà reso certamente conto di quante persone stavano assistendo allo spettacolo, con le gradinate stracolme ed il partere stra-affollato.
Con line-up sempre più imponenti e con afflussi di gente sempre maggiori, le prospettive per edizioni future del festival Rock in Roma sono assolutamente rosee, non resta che attendere la prossima calda estate ed una nuova edizione di questo festival che a mio avviso continuerà a riproporsi per molti anni.
Davide Di Legge

3 pensieri su “Il rock romano stupisce ancora

  1. fab

    Veramente un grande festival…..l’unico in grado di ospitare grandi nomi della scena musicale mondiale a Roma, dove non ci sono strutture per concerti ed eventi del genere!

  2. Di solito almeno per un live ci faccio sempre un salto. Quest’anno purtroppo per motivi economici l’ho accantonato (pentendomene), avendo preferito il rock in hydro. Il prossimo anno cercherò di non mancare!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...