Goodbye Dreamers

Standard

E’ di questi giorni la notizia dello scioglimento di una delle più importanti band della scena rock-pop mondiale, i R.E.M; da qui la voglia di dedicare un post a questa grande band nel tentativo di ripercorrere le
tappe fondamentali della carriera di questo gruppo musicale che è stato protagonista della scena musicale per più di 30 anni.
La band nasce nel 1980 quand il cantante e frontman della band Michel Stripe ed il chitarrista Peter Buck si incontrano all’università e scoprono di avere affinità per quanto riguarda i propri gusti musicali, da li a poco si uniranno Mike Mill e Bill Berry, formando così i Twisted Kites, primo nome della band, che poco dopo verrà tramutato in R.E.M.
Nel primo anno di attività la band su dedica ad una tournè americana proponendo cover grunge, punk, e inserendo mano a mano brani originali; da qui la decisione di incidere il primo singolo “Radio Free Europe” che riscuote ottimo successo nelle college radios statunitensi e nell acena indie, le sonorità molto vicine al county o al folk, la linea di basso marcata, la voce ed i testi di Stripe danno unicità alla band.
Negli anni successivi la band decide di rimanere nella scena indipendente e di rifiutare contratti con grandi etichette e firmando il un contratto con la I.R.S. che è appunto una casa discografica indipendente, in questo periodo che va dall’ ’82 all ’87, pubblicando sei album tra cui Murmur e Document, e proponendo proprio in quest’ultimo album un brano che diverrà la prima super-hit della band: ”The One I Love”.
Con il passare degli anni la combiano molte cose, tra cui l’etichetta, i R.E.M firmano infatti un contratto con la Warner Bros, ma da questo punto in poi la notorità della band inizia una rapida e formidabile ascesa, esce infatti Green, seguito immediatamente da un tour, e nel 1991 la band pubblica “Out of Time”, che contiene uno dei brani più famosi composti dalla band: “Losing my Religion”. E’ il periodo d’oro della band che sforna un successo dopo l’altro, nel 1997 però uno dei membri fondatori della band Bill Berry abbandona abbondona il gruppo.
Nei successivi anni la sonorità della band cambia divenendo più sperimentale ed inserendo sempre più spesso tastiere e sonorità elettroniche, gli album pubblicati in questo periodo riscuotono tutti un buon successo, anche grazie alla fama ormai acquisita dalla band, tra cui “Reveal” e “Around the Sun”. Nel 2006 la band viene inserita nella Music Hall of Fame , seguono altri album ed altri buoni successi fino allo scorso 21 settembre, giorno in cui viene ufficializzata la notizia dello scioglimento della band.
(Davide Di Legge)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...