Alice Cooper: nuovo singolo e tour

Standard

Gli anni passano, cambiano le mode, spesso si ripetono, ma Alice Cooper sembra sempre essere saldamente ancorato al suo personalissimo stile, che ne ha fatto uno dei personaggi più atipici e carismatici del panorama rock internazionale.Che ne sarebbe del reverendo Manson o dei Kiss senza l’autore di “Bilion Dollar Babies” , “School’s Out” e “only woman bleed” ? Probabilmente non sarebbero mai esistiti!

Continua a leggere

“A” come amore

Standard

Sin da bambini ci si rende conto che il mondo intero è ossessionato da una cosa: L’amore!

Se ne parla ovunque,lo si vede ovunque, così, senza volerlo, ci ritroviamo inculcato già in tenera età un programma di vita che consiste nel trovare il grande amore,sposarlo,metter su famiglia e passare con lui/lei il resto dei nostri giorni,esattamente come hanno fatto i nostri genitori. Tutto sembra semplice e meraviglioso. . . Poi però si cresce!

La maggior parte di noi resta comunque legata a quel programma, ma all’atto pratico, ben presto ci si rende conto che non è affatto semplice trovare quella persona con la quale trascorrere la vita.

Cresciamo con il mito dell’amore, con l’idea della metà della mela da recuperare, sicuri che da qualche parte esista quella mezza mela che ci sta aspettando e questo ci spinge a non interrompere la ricerca anche se a volte lo scetticismo prende il sopravvento.

Ma chi è la metà della mela? Come deve essere? Come si fa a riconoscerla?  Continua a leggere

Priverno calcio: dove si può arrivare?

Standard

20 settembre 2011, la fase puramente atletica è ormai agli sgoccioli e, a scanso di scioperi o manifestazioni varie più o meno condivisibili, anche i campionati dilettantistici tra non molto avranno inizio.

Il Priverno calcio del patron Palluzzi ha appena concluso la terza settimana di preparazione ed il mr Coluzzi, dopo un inizio con circa 35 giocatori, sta ormai ultimando la c.d. “scrematura” che darà finalmente vita al gruppo. Se entriamo ancor più nel merito della questione ci accorgiamo che questo gruppo è composto in gran parte da ragazzi di 23-24 anni con l’ausilio di qualche trentenne d’esperienza e con più di qualche “fuori quota” che si accingono a superare i quarant’anni.

Si vede chiaramente che questo gruppo è stato costruito in maniera oculata, senza spendere cifre folli, facendo qualche sacrificio solo per avere giocatori affermati nelle zone nevralgiche del campo. In porta si ci è affidati a Santone, ancora giovanissimo ma ormai portiere navigato per queste categorie. La difesa credo sia il reparto meglio assemblato nel suo insieme, poiché composta da giovani vogliosi di giocare che hanno alle spalle esperienze giovanili malandate oppure qualche campionato anonimo in categorie superiori con l’ausilio di qualche ex giocatore, ormai non più ex; questo per loro può essere l’anno del rilancio e della affermazione definitiva. Oltre alla loro presenza, non possiamo dimenticare quella di un ottimo terzino del Priverno di Di Trapano in Eccellenza, parlo di Notari che quest’anno giocherà da centrale arretrato e sarà lui a gestire l’intera fase difensiva. Continua a leggere

PARITA’ DEI DIRITTI TRA UOMO e DONNA: LOTTARE O RASSEGNARSI?

Standard

Il secolo scorso è stato caratterizzato da lotte, rivolte con protagoniste donne che hanno lottato per avere gli stessi diritti e doveri degli uomini, che dall’origine del mondo hanno sempre goduto di maggiori privilegi.
Anche se l’articolo 3 stabiliva, già da decenni, che la legge è uguale per tutti senza distinzione di sesso, negli anni ’70 si era ben lontani da questa uguaglianza sancita sulla carta.
Se per la legge uomini e donne si trovavano sullo stesso livello, nella società e nella famiglia non era certo cosi. Il ruolo della donna secondo non andava oltre quello di casalinga e mamma, dell’angelo del focolare. Era quindi malvista una donna in carriera o che fosse impegnata politicamente.
Ora nel 2011 la donna ha il diritto al lavoro, partecipa alla vita politica e un adulterio maschile e femminile ha uguale importanza e significato. Continua a leggere

Ho visto…”cose dell’altro mondo”.

Standard

Tra le varie produzioni italiane presenti in questo periodo nelle nostre sale cinematografiche una in particolare ha attirato la mia attenzione
sia per il cast composto da un giusto mix di giovani promesse ed esperti attori, ma soprattutto per il tema trattato ed il modo accattivante in cui questo viene presentato allo spettatore, sto parlando del film “Cose dell’altro mondo” di Francesco Patierno che parlando della situazione degli extracomunitari nel nostro Paese esprime un messaggio chiaro e deciso fin dalle prime battute, ma che evidentemente non viene ancora recepito da tutti i nostri abitanti.
La storia è ambientata in una piccola e non precisata cittadina del Veneto, dove le storie di tre persone si intrecciano con un sottile filo legato da un misterioso avvenimento.
L’industriale Golfetto (Diego Abatantuono) è un noto imprenditore che tra le altre sue attività finanzia anche una televisione locale in cui si prende la briga di esprimere le sue personali opinioni, un giorno in seguito ad una discussione avvenuta al lavoro prima e con gli amici del bar poi, decide di dare sfogo in diretta ai suoi pensieri xenofobi invitando, con offensivi nomignoli e stereotipi razzisti, tutti gli abitanti extracomunitarti della cittadina a tornare nei loro paesi a meno che non si adeguino al più presto agli usi e costumi del nostro paese. Continua a leggere

Periferie punto interrogativo – Ceriara.

Standard

Con il post di oggi si inaugura una nuova rubrica, in essa racconterò la situazione delle periferie Privernesi, cercando, nella maniera più modesta possibile, di fare il punto per ciascuna di essa. Il titolo volutamente nasconde sia una domanda che una triste constatazione, perché vuole essere una esortazione a ritrovare le periferie dimenticate, auspicando il ritorno della mano amministrativa.

Ceriara sarebbe una bella e tranquilla zona di campagna, se non fosse per lo stato di completo abbandono in cui versa ormai da anni, sia in termini infrastrutturali che di servizi.

L’ultimo intervento fatto in questa frazione risale al 2009 con la famosa rotatoria in “via madonna delle grazie” (tutt’ora incompleta), oltre tutto di competenza provinciale, quindi se volessimo pensare all’ultimo intervento comunale fatto da queste parti, credo che molti troverebbero difficoltà a ricordarne uno.
Questo penoso stato di abbandono negli anni ha prodotto inevitabilmente delle carenze infrastrutturali, specie laddove c’è bisogno di una manutenzione quanto meno entro i limiti della decenza. Un esempio sono le strade comunali: piene di buche, prive di segnaletica e con lunghi tratti completamente al buio di notte. Continua a leggere

L’unione europea tra scetticismo e Stati Uniti d’Europa

Standard

Gli interrogativi sul ruolo dell’Unione Europea ed il conseguente dibattito che ne è scaturito hanno accompagnato tutto il percorso di creazione ed evoluzione dell’Unione stessa e vedono protagonisti, da una parte i sostenitori della creazione degli Stati Uniti d’Europa – auspicata decenni fa dal buon Altiero Spinelli – e dall’altra gli euroscettici – profondamente contrari alle politiche dell’UE, come all’introduzione dell’euro. Nell’ultimo periodo, però, a causa anche delle difficili sfide che l’Unione si trova a fronteggiare in ambito economico, tale dibattito si è inasprito ed è tornato agli onori della cronaca.

L’Europa come entità sovranazionale esiste da più di 50 anni, dal 1957 esattamente, quando venne creata la Comunità Economica Europea e, nel corso degli anni, la sua funzione è cambiata enormemente, sempre più Stati sono entrati a farne parte e si sono compiuti notevoli passi in avanti verso un’integrazione più completa, sulla base della visione dei padri fondatori di unione economica prima e unione politica dopo, senza però arrivare al raggiungimento della seconda. Allora, a cosa serve aver creato l’Unione Europea se non esiste un idem sentire comunitario e sono solo i singoli Stati a decidere quali politiche attuare, per poi, nel momento del bisogno, fare appello all’Unione per ricevere aiuti? Continua a leggere