Stoccolma sotto la neve…

Pagina

Ora si passa al capitolo viaggi… non lo scorso week end, ma quello prima ancora, infatti, son tornato a stoccolma per la terza volta… la prima con la neve… e devo dire che la città, di per sé già bella, assume un’atmosfera particolare, ovattata… e soprattutto da Polo Nord… c’era un freddo cane…😄 temperatura costantemente sotto lo 0, ma la temperatura percepita era molto ma molto più bassa… comunque, basta coprirsi un po’ di piu e si può tranquillamente sopportare… eravamo in 9: io, Rachele, Enrico, una ragazza greca, una spagnola, una peruviana, un ragazzo spagnolo (credo O.o), un ungherese ed un brasiliano (no, non è la solita barzelletta… ve lo giuro XD).. abbiamo dormito nell’ostello “Best Hostel Gamla Stan”, proprio dietro il palazzo reale, nel pieno centro della città vecchia… posizione ottima quindi, ed anche l’ostello tutto sommato non era malvagio… se magari fosse stato un po’ meno labirintico, sarebbe andata ancora meglio… per il resto abbiamo girato abbastanza la città, a piedi naturalmente, nella migliore delle tradizioni della Teodonio Travel (Elio e Michela ne sanno qualcosa, avé? XD) anche se alla fine non avevo organizzato io…

Palazzo appena fuori gamla stan

partiti alle 8 di mattina da jonkoping, siamo arrivati nella Capitale poco dopo le 12… un po’ di tempo per perdersi nelle vicinanze della stazione e per ritrovare l’ostello e s’era fatta l’una  passata… quindi sistemati i bagagli nella camera (unica, per tutti… era da 10 e ci abbiamo trovato dentro un altro italiano ed un tedesco… anche loro studenti ed anche loro a stoccolma per il week end) siamo andati alla ricerca di un posto dove mangiare… ed hanno optato per il McDonald, e son stato “costretto” ad adeguarmi anche io, tornando dopo circa 6 o 7 anni a mangiare il junk food dell’amico ronald… (shame on you, Luigi… shame on you…) poi siamo andati in giro per la città, scattando qualche centinaio di foto, tanto per evitare il congelamento delle mano…. (can you take me a picture? una delle foto più ripetute durante il week end… xD) per cena abbiamo invece utilizzato la cucina dell’ostello, utilizzando la pasta aggratisse che metteva a disposizione lo stesso ostello… un po’ di sugo pronto comprato nel “solito” Hemkop (non proprio il solito, visto che stavamo a stoccolma, ma sempre Hemkop è…) A seguito della pastata, una sana e robusta dose di alcohol (avevamo comprato, in tre, una bottiglia di vodka in un System Bolaget del centro), tanto per riscaldarsi un po’, e poi via alla ricerca di un locale il più possibile conveniente (qua tutti i locali hanno la “bella” abitudine di far pagare l’ingresso, a volte anche abbastanza profumatamente – 180 sek per entrare all’ice bar, una follia – senza dare consumazioni, naturalmente)… alla fine troviamo una sorta di pub con ingresso a sole 20 SEK e ci buttiamo lì dentro per qualche ora, facendo ritorno in ostello verso le 2.00…. mattinata successiva (sabato) passata in giro per la città e per i musei… visitati, più o meno in questo ordine, il museo dell’architettura, il museo nazionale (pausa pranzo da Burger King, tanto per variare un po’ la scelta dello junk food) poi, dopo un salutare pranzo a base di cheeseburger O.o, vasa museum… il migliore che abbiamo visitato… fa davvero un certo effetto vedere sta nave (usata come modello per l’olandese volante dei Pirati dei Caraibi) messa a secco dopo che non è riuscita a navigare per più di qualche centinaia di metro il giorno del suo varo… breve parentesi storica: la Vasa doveva essere l’ammiraglia della flotta militare svedese… costruita in poco meno di due anni, era però progettualmente carente e, nonostante i progettisti ne fossero consci, nessuno disse nulla… così, dopo esser trionfalmente salpata dalla baia di Stoccolma, iniziò a traballare appena prese un po’ di venta di più, iniziò ad imbarcare acqua dai boccaporti per i cannoni (che naturalmente non vennero chiusi)… e terminò il proprio primo viaggio a circa 50 metri di profondità, giusto di fronte a Stoccolma… rimasta sotto il pelo dell’acqua per circa 300 anni, nel 1950 il governo svedese diede il là ad una maestosa opera di recupero ed il Vasa venne prima riportato a secco e poi completamente ripulito e restaurato… infine c’hanno costruito attorno un museo che raccoglie diverse centinaia di migliaia di visitatori l’anno…

Vasa

così, chi non può permettersi un grande patrimonio storico, va anche a pesca di navi affondate, e noi che avremmo a disposizione appena quel 50-60% di patrimonio artistico ed architettonico del mondo lo lasciamo cadere a pezzi… tanto, come lo zio Giulio insegna, con la cultura non se magna… mica puoi mettere la Divina Commedia in mezzo ad un panino e masticare… (a proposito, ma le dimissioni del don abBondio che ci ritroviamo come ministro della cultura che fine hanno fatto?) a buon intenditor, poche parole ;)

dopo la visita al Vasa Museum, abbiamo girovagato ancora un po’ per la città e siamo poi andati alla ricerca dell’Hemkop del giorno prima… questa volta per variare un po’ la cena, invece di pasta al pomodoro abbiamo comprato del pesto… anche se non della migliore qualità, alla fine il tutto era mangiabile… come al solito non siamo ancora un granché con le proporzioni, quindi abbiamo cucinato per il solito reggimento dell’esercito, con bis assicurato per tutti ed 8… questa volta la bevuta alcoholica post-cena è stata un po’ meno robusta, causa vodka scarseggiante (d’altronde, se l’avevamo bevuta la sera prima, non poteva essercene molta per la sera successiva…), veloce cambio d’abiti e poi alla scoperta della movida notturna di stoccolma… dopo aver girovagato a lungo per la città, poiché non siamo riusciti a beccare immediatamente il club dove volevamo andare (alla guida del gruppo c’era il ragazzo ungherese, credo che abbiamo girato a vuoto ed in tondo per oltre mezz’ora) siamo entrati al Debaser, che, a quanto c’avevano raccontato, doveva essere un club po-rock, con musica dal vivo ogni sera… ecco, magari, se ci capitate, informatevi prima sul tipo di musica che beccherete, perché a noi è toccata la serata tecno… per il malcontento generale del gruppo, naturalmente… unica nota positiva, un tizio sui 50 anni che si “molleggiava” giusto sotto la consolle del DJ (con amabilissima maschera con annesso becco che dovrò comprare, prima o poi) rallegrando quanto meno un po’ la serata… e soprattutto, essendo entrati prima delle 22, non abbiamo pagato le 100 SEK per l’ingresso…. morale della favola, alle 23, 23.20 si decide di andare via e si torna verso l’ostello per tentare di capire dove sia il KGB, altro club “gratuito”, ispirato ai bei tempi andati dell’URSS (eh, ma tanto addà  turnà peppino – conosciuto anche come baffone- ) io ricordavo perfettamente che si trovava dall’altra parte della città rispetto a dove stavamo noi, ma il ragazzo ungherese era sicuro del contrario… così dopo un rapido check scopriamo che si trovava ad appena una mezzoretta di cammino e decidiamo di rintanarci in ostello… dando vita ad un fantastico sabato sera all’insegna dei giochi di società… dopo un fantastico ed emozionantissimo gioco il cui scopo era battere le mani sul tavolo (troppo complicato da descrivere scrivendo) ci siamo spostati sul più classico “indovina chi?”… in pratica ognuno scriveva il nome di un personaggio famoso su un fogliettino e lo passava al vicino, che, dopo esserselo attaccato in fronte, doveva scoprire, facendo yes/no questions agli altri, quale personaggio gli era capitato… per qualche ora son stato donald duck e la bestia della bella e la bestia… dopo questo sabato parecchio allegro e, sicuramente, alternativo, la domenica l’abbiamo dedicata alla visita di…. musei (ma va?) i piani iniziali erano di vedere, prima di tutto, il cambio della guardia e poi di visitare i musei del palazzo reale, ma visto che ricordavo male l’orario del cambio (credevo fosse alle 11, invece era alle 12), siamo andati in giro per i vicoli di gamla stan e ci siamo poi ritrovati, dopo la foto di rito in Mårten Trotzings gränd, nella piazza antistante il museo dei premi nobel… dato che avevamo un 40 minuti abbondanti abbiamo dirottato verso questo museo che raccoglie cimeli dei vari premi nobel… carino anche questo…

prima delle 12 siamo andati nuovamente davanti al palazzo reale per assistere al cambio della guardia… rispetto alla versione “estiva” non è niente di che… niente cavalli, niente gente tambureggiante… poca roba insomma…. s’era ormai fatta ora di pranzo e decidiamo di andare al Max, altro fast food, questa volta credo di matrice svedese… ma dato che avevano una sala piccolissima e totalmente occupata, ci spostiamo nuovamente dallo zio ronald e mangiamo lì n’altra volta… (shame on you, again, Luigi) dopo pranzo ce ne andiamo un po’ in giro per l’acquisto di souvenir (che mi son ben guardato dal comprare) e, dopo esserci persi per merito mio nei pressi della piazza della stazione centrale, sbuchiamo in una piazza in cui non ero mai stato e dove si teneva un mercatino dell’usato… e qui l’epifania…. su una bancarella c’era un tostapane che, a guardarlo, sembrava anche ben messo… dato che da una settimana circa il tostapane del nostro piano s’era svampato, con Enrico decidiamo di darci alla contrattazione e chiediamo al tizio della bancarella quanto costasse… non c’è stato nemmeno bisogno di contrattare…. 20 SEK… poco più di due euri… la cosa più incredibile è che funziona peddavero… LOL dopo gli acquisti dell’ultima ora, torniamo in ostello, prendiamo le valige e poi di corsa verso la stazione degli autobus… alle 21.20 eravamo di nuovo a jonkoping….

Stotorget

4 pensieri su “Stoccolma sotto la neve…

  1. Its like you read my mind! You seem to know so much about this, like you wrote the book
    in it or something. I think that you could do with some pics to drive
    the message home a little bit, but instead of that,
    this is excellent blog. An excellent read. I’ll definitely be back.

  2. fun

    Thanks for sharing these things. I did in fact love looking through your get the
    job done. Will you cirlce back again to this within the future?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...