Anche Google punta sul… sociale!

Standard

Impazza il web per gli inviti a Google+. Sembra di rivivere l’esperienza di alcuni anni fa con Gmail. Da qualche settimana Big G ha lanciato una prima versione di prova del nuovo social network, Google+. Probabilmente avrete già notato in molti che è stato già introdotto il pulsante “+1” in alcuni blog e siti, ma soprattutto nei risultati restituiti dalle ricerche di Google.

Cosa accade cliccando su “+1” di Google? Si ha un effetto in puro stile Facebook con il pulsante “Mi piace”. Tutte le vostre preferenze verranno registrate ed associate all’account che avete registrato ed associato a Google. Inoltre, se avete già ricevuto un invito da un vostro amico per Google+ saprete come tutti i “+1” sui quali avete cliccato compariranno in un’apposita sezione del vostro profilo, consultabili comodamente in un secondo momento. Mi piace pensare a questa feature come un nuovo concetto di “segnalibro” o “preferiti” del browser. Continua a leggere

Google Wallet

Standard

“In the past few thousand years, the way we pay has changed just three times—from coins, to paper money, to plastic cards.
Now we’re on the brink of the next big shift.”
Così esordisce la homepage dedicata a Google Wallet, la futura applicazione android che promette di trasformare il tuo cellulare nel tuo portafoglio. Se in passato per prendere una bottiglietta d’acqua o il nostro snack preferito dal distributore automatico occorrevano delle monete o le famose “chiavette”, in futuro basterà avvicinare il cellulare. Se in passato si facevano lunghe file alla cassa per poter pagare i nostri acquisti, in futuro tutto questo scomparirà, rimpiazzato difatti da una postazione automatica in grado di leggere e far pagare la spesa direttamente dal cellulare.
Questi sono solo alcuni esempi e casi d’uso nel quale Google Wallet potrà rivelarsi come prossima rivoluzione tecnologica. Ma cosa si nasconde esattamente dietro a questa innovazione? Da qualche anno, università e centri di ricerca di tutto il mondo, hanno iniziato a focalizzare la propria attenzione su una promettente tecnologia, la Near Field Communication (NFC), sviluppata dal binomio Philips-Sony.
Cos’è esattamente? La NFC è una tecnologia che fornisce connettività wireless a corto raggio, tipicamente ad un massimo di 4 cm, operando ad una frequenza di 13.56 MHz e ad una velocità di trasmissione che va da 106 kbit/s a 848 kbit/s. Infatti, al contrario della Radio Frequency Identification (RFID), “parente” stretta di NFC, l’instaurazione della rete tra una coppia di apparati avviene grazie all’induzione magnetica tra due antenne ad anello, ognuna installata sul rispettivo dispositivo. In RFID, invece, entrano in gioco i campi elettromagnetici e la comunicazione tra i dispositivi è possibile a distanze maggiori, tant’è che questa tecnologia sta iniziando ad avere impiego nel campo logistico.

Dieci anni non sono mai stati cosi tanti

Standard

Neanche ce ne siamo accorti ed in  10 anni il nostro rapporto con la tecnologia ed il computer è cambiato in modo radicale, ma chi sono stati gli artefici di questa rivoluzione? Vi propongo una mia personalissima lista:

Apple – iPod, iPhone & iPad

Era il lontano (tecnologicamente parlando) 2001, ed in un famoso keynote Steve Jobs presenta questo piccolo (ma non troppo) lettore mp3, e qui tutto cambia davvero…con il passare del tempo il mondo della musica cambia totalmente, tutti cercano di fare contratti con iTunes, i Cd diventano sempre più rari, l’Apple nel 2009 annuncia di aver venduto 160 MILIONI DI IPOD. Pensate che questo lettore è stato cosi dominante che è entrato a far parte del linguaggio comune, spesso si dice “mi sono comprato l’iPod” per riferirsi semplicemente ad un lettore mp3! Poi dalla base dell’iPod nel 2007 nasce l’iPhone e mi permetto di dire che tutti gli smartphone ora esistenti sono nati tutti da quell’idea. Per finire arriviamo ai giorni d’oggi con l’iPad che tutti provano a copiare (anche con risultati tecnicamente superiori, almeno per ora).

Continua a leggere

La Tv del Futuro

Standard

(di Marco Codastefano)

Ma quale 3D! E No, non stiamo parlando di migliorie tecnologiche, schermi piatti ed immagini brillanti, stiamo parlando delle idee di due aziende che provano a reinventare la televisione: Google & Apple.
È recente la notizia che sta per nacere la Google Tv, nel contempo ci sono rumors ovunque su la nuova iTv di Apple.

Ok, ma cosa sono?

Entrambe fondono la Tv al computer, potrete registrare i programmi Tv su di essa, navigare su internet, comprare ad un prezzo accessibile un film da iTunes senza uscire di casa, guardare una partita di calcio e vedere sul vostro cellulare/tablet le statiche della partita perfettamente sincronizzate con la stessa, andare sullo store di Google o Apple e scaricare un app e giocare, utilizzare il vostro iPhone come telecomando o come joystick dell’app scaricata…insomma c’è tutto!! Console, internet, registratore, streaming…e tutto questo senza cambiare Tv ma solo attaccando questo piccolo box in stile digitale terrestre.
Continua a leggere