Dieci anni non sono mai stati cosi tanti

Standard

Neanche ce ne siamo accorti ed in  10 anni il nostro rapporto con la tecnologia ed il computer è cambiato in modo radicale, ma chi sono stati gli artefici di questa rivoluzione? Vi propongo una mia personalissima lista:

Apple – iPod, iPhone & iPad

Era il lontano (tecnologicamente parlando) 2001, ed in un famoso keynote Steve Jobs presenta questo piccolo (ma non troppo) lettore mp3, e qui tutto cambia davvero…con il passare del tempo il mondo della musica cambia totalmente, tutti cercano di fare contratti con iTunes, i Cd diventano sempre più rari, l’Apple nel 2009 annuncia di aver venduto 160 MILIONI DI IPOD. Pensate che questo lettore è stato cosi dominante che è entrato a far parte del linguaggio comune, spesso si dice “mi sono comprato l’iPod” per riferirsi semplicemente ad un lettore mp3! Poi dalla base dell’iPod nel 2007 nasce l’iPhone e mi permetto di dire che tutti gli smartphone ora esistenti sono nati tutti da quell’idea. Per finire arriviamo ai giorni d’oggi con l’iPad che tutti provano a copiare (anche con risultati tecnicamente superiori, almeno per ora).

Continua a leggere

Annunci

Lo strano sviluppo della tecnologia

Standard

Questi giorni pensavo allo strano modo in cui si evolve il mondo tecnologico. La sua evoluzione mi sembra del tutto particolare in quanto abbiamo cambi di direzione improvvisi che determinano un lungo lavoro futuro e spesso accantonano quello prima, vi faccio alcuni esempi.

Ricordo bene quando facevo le superiori e c’era la moda del cellulare più piccolo, si faceva a gara a chi aveva il modello più minuto ed io, che sono sempre stato molto attratto dalla moda tecnologica, avevo un cellulare Panasonic piccolissimo grande poco più del mio orecchio, facevo fatica a digitare i tasti! Io non sono molto vecchio ed il primo iPhone usci quasi 4 anni fa mentre alle superiori andavo 6 anni fa, dunque in circa 2 anni la tecnologia ha fatto un cambio a dir poco radicale! Mentre una volta si tentava in tutti i modi di avere un prodotto piccolissimo, oggi i moderni cellulari non sono più piccoli di una mano. Voi potreste dirmi che è grazie a quel lavoro di miniaturizzazione che oggi possiamo avere cellulari complessi come il Nexus One in “solo” una mano, ma vi faccio un esempio reale che stiamo vivendo proprio in questo periodo. Un anno fa sembrava che gli smartphone ed i netbook avessero completamente saturato il mondo della tecnologia mobile, in effetti le vendite di iPhone(e fratelli) e netbook andavano a gonfie vele e lo sviluppo degli stessi procedeva in modo spedito! Netbook con prestazioni sempre migliori, smartphone che si evolvono in un fusione tra un lettore mp3+cellulare+macchina fotografica+internet… ed ecco che improvvisamente escono i Tablet che non c’entrano esattamente nulla con il modello che si era affermato! È senza senso avere sia un iPhone che un iPad in quanto ci troveremo ad usare il primo come un semplice cellulare di dimensioni enormi, per non parlare di avere un Tablet con un netbook…senza senso! Non me ne intendo molto di mercato, ma perché una azienda dovrebbe introdurre un dispositivo che toglie fette di mercato ai propri dispositivi che già si sono imposti? In un bell’ articolo su Wired.it si scriveva proprio di quanto diventava inutile l’iPhone quando si possedeva un iPad ed io aggiungo che, con un Tablet qualsiasi smartphone è inutile.

Secondo voi questo meccanismo è un semplice stratagemma economico per vendere sempre un prodotto nuovo o semplicemente fa  parte della naturale evoluzione del mondo tecnologico?

di Marco Codastefano

iPad: rivoluzione od operazione di mercato?

Standard

(di Marco Codastefano)

L’iPad è il nuovo dispositivo touch dell’Apple, da molti defiinito “iPhone grasso”  mentre per altri rappresenta una “svolta copernicana nel mondo dell’informatica”. Vediamo le caratteristiche:

Schermo a LED da 9,7″, rigorosamente multi touch
Capacità da 16 a 64gb
process…aspettate un attimo queste cose non contano nulla in questo prodotto…! o almeno contano in parte.
La cosa veramente importate è l’idea, è la concezione di computer che l’Apple ci propone, un computer che si basa non tanto sul fare cose che altri computer non possono fare, ma sul farle meglio e con il massimo dell’efficienza.
E’ un dato di fatto che tutte le testate giornalistiche si stanno adeguando per offrire una versione del proprio giornale sull’iPad. Sfogliare un giornale con l’iPad non è semplicemente leggerlo, è anche vedere i contenuti multimediali (leggere un articolo su il corriere dello sport, e poi fai partire il video dello stesso), e poterli riutilizzare.
Ottimo design, tastiera touch comodissima e classic interazione con la machine degna di apple. Prezzo: solo 490 euro.

Ecco, questo è un articolo fatto da una persona che pensa che l’ipad sia una rivoluzione, ora passiamo dalla parte “iPhone grasso”.
Vediamo le caratteristiche:

Schermo a LED da 9,7
Capacità da 16 a 64 gb
Processore da 1GHZ
Accellerometro
Sensore della luce ambientale
Assenza di porte USB
(altre che potete vedere sul sito dell’apple)

Le caratteristiche dell’iPad sono in tutto e per tutto inferiori a qualsiasi netbook di fascia bassa, l’assenza di porte usb è una grave mancanza in quanto non ci permette di espandere il dispositivo a seconda delle nostre esigenze, il bluetooth non ci permette di scambiare documenti (cosa che ora fa anche un cellulare da 50 euro), l’assenza della tastiera fisica non lo rendere mai comodo come un qualsiasi portatile, il peso di 0,73 kg dopo un pò stanca.
L’iPad non è nulla di rivoluzionario, è semplicemente una tavoletta grafica ben vestita venduta grazie al marchio apple, che molto probabilmente venderebbe anche un mattone con il suo simbolo sopra.
Il prezzo è esorbitante, poco meno di 500 euro.

A me piace molto l’iPad, ma non così tanto da acquistarlo immediatamente senza valutare la sua reale utilità.
Il dispositivo (come tutti i prodotti Apple) alcune volte è comprato quasi alla cieca, fidandosi solo del marchio, la “mela” fa tendeza ed il prezzo non è trascurabile. D’altro canto l’iPad sta vendendo tantissimo, i commenti di tutte le multinazionali (Disney su tutte) sono eccellenti e gli abbonamenti del New York Times sono aumentati in maniera significativa. In giro si iniziano a vedere i primi cloni, l’HP è un esempio, questo a dimostrare che l’Apple ha saputo creare, ancora una volta, un nuovo mercato. Qualcuno di voi ha già un iPad? cosa ne pensate?